Contributi a fondo perduto, caos domande: 730 entro il 10/09

Contributi a fondo perduto perequativo. Caos per la domanda, manca ancora il decreto attuativo ma la scadenza per la dichairazione dei redditi si avvicina.

3' di lettura

Contributi a fondo perduto perequativo – Manca ancora il decreto attuativo che fissa le regole per ottenere i contributi a fondo perduto per le imprese. Nonostante questo chi vuole provare a ottenerli dovrà presentare la dichiarazione dei redditi in anticipo e senza sapere se potrà accedere al beneficio (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Un corto-circuito antipatico, che sovraccarica i commercialisti e che costringe a una corsa i contribuenti, che dovranno essere in regola con più di due mesi di anticipo rispetto alla scadenza «naturale».

In questo articolo faremo il punto della situazione e spiegheremo meglio come funziona il meccanismo per l’attribuzione dei contributi a fondo perduto perequativo alle imprese beneficiarie.

Contributi a fondo perduto, caos domande

I contributi a fondo perduto perequativo sono dei soldi che le imprese possono richiedere in caso abbiano avuto un calo di fatturato tra il 2020 e il 2019.

L’importo viene determinato in base a una serie di percentuali di perdita, una sorta di sistema a scaglioni. Maggiore è stata la perdita e maggiore sarà il contributo.

A questi soldi, saranno sottratti i soldi già percepiti con i contributi a fondo perduto canonici erogati durante l’emergenza coronavirus.

Il problema è che le percentuali per calcolare l’importo da dare e quindi quantificare la perdita del fatturato, non ci sono ancora. Dovrebbero essere fissate da un decreto attuativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Contributi a fondo perduto, 730 al buio e in anticipo

Secondo le ultime regole e proroghe la dichiarazione dei redditi va comunicata entro il 30 novembre 2021. Chi però deve fare domanda per i contributi a fondo perduto perequativo dovrà farlo entro il 10 settembre.

Quindi, salvo notizie dell’ultimo minuto, va anticipata la dichiarazione dei redditi 2021 senza avere la certezza che si potrà accedere al beneficio, visto che manca la percentuale di perdita di fatturato concessa.

Contribuenti, ma soprattutto commercialisti, stanno lamentando la situazione da settimane. Questa accelerazione mette pressione ai professionisti e ai cittadini, che potrebbero trovarsi costretti a presentare le dichiarazioni in fretta e furia, magari poi per non risolvere niente.

Contributi a fondo perduto, caos domande: 730 entro il 10/09
Contributi a fondo perduto, caos domande: 730 entro il 10/09

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie