Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Previdenza e Invalidità / Contributi volontari 2022, quanto costano?

Contributi volontari 2022, quanto costano?

Contributi volontari 2022, quanto costano? Sono aumentati con la rivalutazione, ma consentono di coprire i vuoti contributivi.

di The Wam

Febbraio 2022

Contributi volontari 2022, quando costano? Molti contribuenti hanno la necessità di aggiungere dei contributi volontari a quelli che sono stati versati negli anni di lavoro per raggiungere i requisiti minimi richiesti per andare in pensione. (aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Vediamo quanto costano nel 2022 dopo la rivalutazione che l’Inps ha disposto per adeguarli all’inflazione.

Contributi volontari 2022: 67 euro in più

Come potete immaginare, se c’è l’inflazione sale anche il costo per la contribuzione volontaria. L’Inps con la circolare numero 24 del 2022 ha fornito i nuovi parametri. Ve lo diciamo subito: i contributi volontari per i lavoratori dipendenti costeranno 67 euro in più rispetto al 2021. Ovvero: 3.696 euro.

Scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Contributi volontari 2022: rivalutazione

Così come per la rivalutazione delle pensioni, ai contributi volontari è stato applicato un incremento dell’1,9%.

Per calcolare l’importo complessivo da sborsare per il contributo volontario si considera:

Per individuare l’aliquota dovuta è necessario fare riferimento al codice Tipo lavoratore che viene indicato nelle denunce annuali o mensili:

Contributi volontari 2022: minimale

Il minimale contributivo (l’importo minimo per consentire l’accredito della contribuzione) per il 2022 è di 210,15 euro a settimana. Con quella cifra il contributo settimanale non può essere inferiore a:

Nei due casi il complessivo annuale è questo:

Quell’aliquota del 33% viene applicata anche agli iscritti all’evidenza contabile separata del FLPD (autoferrotranvieri, Elettrici, Telefonici e dirigenti ec Inpdap);

Contributi volontari 2022: altre aliquote

L’aliquota è invece del 32,65% per:

Sono invece previste delle aliquote più basse per:

Per queste tre categorie sono state fissate delle fasce di retribuzione convenzionale.

Possono scattare aliquote aggiuntive quando si superano determinate soglie:

se la retribuzione di riferimento è superiore a 48.279 euro, l’assistito dovrà pagare una aliquota aggiuntiva dell’1%.

Contributi volontari 2022: artigiani e commercianti

Per artigiani e commercianti si applicano le regole della contribuzione volontaria disposte nella legge 233 del 1990. Viene attribuita una delle 8 classi di reddito (rispetto al valore medio mensile dei redditi prodotti negli ultimi 3 anni di attività dall’assistito).

Per il 2022 l’aliquota è del 24% per gli artigiani e del 24,48% per i commercianti.

Contributi volontari 2022: professionisti

I professionisti con partita Iva che sono iscritti alla gestione separata Inps dovranno pagare il 25% del reddito percepito nell’anno che precede la domanda che autorizza ai versamenti volontari.

I collaboratori dovranno invece versare il 33% del reddito annuale.

Anche per questa tipologia di lavoratori sono aumentati i minimali rispetto allo scorso anno.

Collaboratori:

Professionisti:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp