Coprifuoco alle 22, Salvini protesta. Il governo scricchiola

Coprifuoco alle 22: il governo sceglie la via della prudenza ma Salvini protesta e lancia una petizione che ha già 38.000 adesioni per l'abolizione del coprifuoco. Il governo Draghi scricchiola.

3' di lettura

Il Decreto Riaperture (52/2021) del 22 aprile reintroduce la zona gialla a partire da domani, 26 aprile. Conferma però anche anche il coprifuoco alle 22:00 e questo non va giù alla Lega di Matteo Salvini, che si è astenuta in Consiglio dei ministri e ha lanciato una petizione per abolirlo.

Coprifuoco alle 22:00, Speranza: scelta prudente

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, oggi è intervenuto a Domenica In, su Rai Uno, e ha espresso la posizione del governo sulla scelta di confermare il coprifuoco alle 22:00.

La decisione deriva dalla prudenza e dalla paura che «fare un passo più lungo ci potrebbe portare indietro».

Il coprifuoco alle 22:00, spiega il ministro, consente di ridurre la mobilità, quindi anche i contatti sociali. Questo ovviamente comporta meno possibilità di diffondere e contrarre il coronavirus (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Coprifuoco alle 23, Locatelli: possibile, ma vediamo i dati

La linea del presidente del Comitato Tecnico Scientifico (CTS), Franco Locatelli, è simile a quella del ministro Speranza, ma con una prospettiva più ottimistica.

Locatelli dichiara che se a metà maggio i casi continueranno a scendere, quindi si avrà la certezza che queste riaperture non hanno peggiorato la situazione, allora si allungherà (o abolirà il coprifuoco).

Queste le sue dichiarazioni a Mezzora in più, su Rai Tre:

«Metà maggio è il tempo minimo per vedere che impatto hanno sulla curva epidemiologica una serie di scelte sulle riaperture che hanno avuto l’obiettivo di tutelare la salute pubblica e venire incontro ai fenomeni di disagio sociale e alla sofferenza economica.

Se avremo dati positivi nessuno ha il gusto sadico di restringere i movimenti».

Coprifuoco alle 22, Salvini protesta. Il governo scricchiola
Coprifuoco alle 22, le prime tensioni nel governo per la decisione di Draghi.

Coprifuoco alle 22:00, Salvini: aboliamolo

Di diversa opinione è il segretario della Lega, che controcorrente rispetto al governo ha prima deciso di astenersi in Cdm e ha poi lanciato una petizione (38.000 adesioni al momento) per l’abolizione del coprifuoco alle 22:00. Il leader del Carroccio scrive su Facebook:

«Oggi è la giornata della Liberazione. Io e la Lega daremo l’anima dentro al governo, perché le battaglie si combattono stando dentro e non uscendo o scappando, cercando di limitare la prepotenza di chi vede solo rosso, divieti, chiusure e coprifuoco».

Evidente anche la critica ai compagni di coalizione, Fratelli d’Italia, di fatto l’unico partito all’opposizione del Governo Draghi.

Il comportamento di Salvini non è piaciuto né a Draghi, che pare lo abbia già contattato a telefono, né ai compagni di maggioranza. Il neo-segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, ha infatti commentato:

«Se la Lega non vuole stare al governo non ci stia. L’astensione in Cdm sul decreto riaperture è successa una volta, non deve succedere più. Chi lo fa deve trarre le conseguenze».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie