Coronavirus Campania. Alto il tasso di contagio, 54 morti

Coronavirus Campania. Pochi tamponi, diminuiscono i positivi ma sale il tasso di contagi. Alto il numero dei morti: 54. E sono in incremento anche i ricoveri in terapia intensiva e in degenza. Ad Avellino soccorsa donna incinta in procinto di partorire. I numeri delle vaccinazioni in Irpinia, iniziate le somministrazioni ai pazienti fragili.

5' di lettura

Come ogni lunedì in Campania e altrove pochi tamponi e meno contagi da coronavirus, ma con un tasso di positività più alto (11.68%). Tanti i morti, 54: 31 nelle ultime 48 ore e 23 deceduti nei giorni precedenti ma registrati solo ieri. Il totale delle vittime del coronavirus dall’inizio della pandemia sono in Campania 5.261

I positivi sono stati 1.169 su 10.007 tamponi molecolari. Altissimo il numero dei sintomatici, 459, poco meno della metà dei contagiati.

Qui trovi notizie su Covid, vaccinazioni e ordinanze

In aumento i ricoverati nelle terapie intensive (169, +4), e nei reparti di degenza (1.601, +9).

La diffusione del coronavirus In Campania

Questo è il dettaglio dello schema elaborato dall’Unità di Crisi della Regione sulla diffusione del coronavirus in Campania.

Positivi del giorno: 1.169 (*)

di cui

  • Asintomatici: 710 (*)
  • Sintomatici: 459 (*)

* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

  • Tamponi molecolari del giorno: 10.007
  • Tamponi antigenici del giorno: 1.406
  • Deceduti: 54 (**)
  • Totale deceduti: 5.261
  • Guariti: 2.244
  • Totale guariti: 232.906

** 31 deceduti nelle ultime 48 ore, 23 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Report posti letto su base regionale:

  • Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
  • Posti letto di terapia intensiva occupati: 169
  • Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (***)
  • Posti letto di degenza occupati: 1.601

*** Posti letto Covid e Offerta privata.

Avellino, 66 contagi, tasso al 9,2%

Resta stabile la curva del contagio in provincia di Avellino con un tasso di positività che è al 9.2%. Come in ogni fine settimana, meno tamponi e meno contagi: sono 66 le persone risultate positive al coronavirus in Irpinia, ma su solo 717 tamponi molecolari effettuati. Il centro più colpito resta Serino, con 8 casi.

La notte scorso una donna residente in Alta Irpinia, incinta e positiva al Covid, è stata spoccorsa dopo la rottura delle acque. È stata trasferita, per una adeguata assistenza a lei e al neonato, al Policlinico Federico Ii di Napoli.

La diffusione del coronavirus provincia di Avellino

Nello schema elaborato dall’Asl di Avellino la diffusione del contagio da coronavirus comune per comune

  • – 3, residenti nel comune di Aiello del Sabato;
  • – 2, residenti nel comune di Ariano Irpino;
  • – 2, residenti nel comune di Atripalda;
  • – 1, residenti nel comune di Avella;
  • – 5, residenti nel comune di Avellino;
  • – 2, residenti nel comune di Cesinali;
  • – 1, residente nel comune di Contrada;
  • – 1, residente nel comune di Forino;
  • – 1, residente nel comune di Lauro;
  • – 1, residente nel comune di Manocalzati;
  • – 2, residenti nel comune di Montefalcione;
  • – 1, residente nel comune di Monteforte Irpino;
  • – 1, residente nel comune di Montefredane;
  • – 2, residenti nel comune di Montoro;
  • – 2, residenti nel comune di Moschiano;
  • – 5, residenti nel comune di Mugnano del Cardinale;
  • – 1, residente nel comune di Quadrelle;
  • – 5, residenti nel comune di Roccabascerana;
  • – 1, residente nel comune di San Michele di Serino;
  • – 5, residenti nel comune di Santa Lucia di Serino;
  • – 8, residenti nel comune di Serino;
  • – 6, residenti nel comune di Solofra;
  • – 2, residenti nel comune di Summonte;
  • – 2, residenti nel comune di Torella dei Lombardi;
  • – 2, residenti nel comune di Torre Le Nocelle;
  • – 1, residente nel comune di Volturara Irpina.

L’Azienda Sanitaria Locale ha avviato indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.

Partite le vaccinazioni ai pazienti fragili al Moscati

Sono partite stamane le somministrazioni della prima dose del vaccino Pfizer-BioNTech ai pazienti fragili in carico all’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino.
Nel punto vaccinale allestito nell’Unità operativa di Medicina Preventiva, l’équipe preposta, alla presenza dello specialista di riferimento di ciascuna categoria di fragili, lavorerà per l’intera giornata, avendo ricevuto l’adesione per oggi di oltre 150 pazienti.

Da una prima ricognizione effettuata dai direttori di tutte le Unità operative che seguono soggetti molto vulnerabili, sono al momento circa 4mila le persone selezionabili in base a criteri anagrafici e di maggiore rischio.

Poi, a seconda della disponibilità di vaccino (una primo vassoio di fiale, per un totale di 1170 dosi, è stato consegnato lunedì scorso e un secondo è atteso per il prossimo 6 aprile) e del numero di pazienti che saranno individuati nel secondo step, le somministrazioni ai fragili potrebbero aumentare.

«Oggi cominciamo con un alcuni dei pazienti afferenti a tre categorie indicate nel Piano Regionale di vaccinazione anti coronavirus: oncologici, affetti da malattie autoimmuni e con immunodeficienze primitive – spiega il Direttore Generale dell’Azienda Moscati, Renato Pizzuti -. Si sta lavorando parallelamente su più fronti: mentre si procede con le somministrazioni, si contattano le altre persone a elevata fragilità e si fissa il giorno e l’ora per la vaccinazione».

«L’agenda degli appuntamenti deve essere molto flessibile, in quanto alcuni pazienti potrebbero al momento risultare impossibilitati a sottoporsi all’inoculazione della prima dose perché, ad esempio, in convalescenza per un recente intervento, e dovranno essere richiamati successivamente. L’auspicio è che i pazienti fragili aderiscano nel maggior numero possibile – conclude il manager -, rassicurati dall’efficacia e dalla sicurezza del vaccino Pfizer, ma soprattutto affidandosi ai professionisti che li hanno in cura e che li affiancheranno e li guideranno nel migliore dei modi. Per l’Azienda Moscati andare incontro alle esigenze dei più deboli non solo rappresenta un concreto contributo alla campagna vaccinale, ma anche una presa in carico ancora più completa dei propri pazienti».

I numeri delle vaccinazioni in Irpinia

Ieri sono state somministrate presso i Centri Vaccinali anti-covid dell’Asl di Avellino 1.149 dosi di vaccino così suddivise:

  • 108 presso il Centro Vaccinale di Mirabella Eclano
  • 18 presso il Centro Vaccinale di Monteforte Irpino
  • 60 presso il Centro Vaccinale di Avellino
  • 18 presso il Centro Vaccinale di Montoro
  • 39 presso il Centro Vaccinale Vita di Ariano Irpino
  • 108 presso il Centro Vaccinale di Vallata
  • 108 presso il Centro Vaccinale di Moschiano
  • 90 presso il Centro Vaccinale di Ariano Irpino Palazzetto dello Sport
  • 48 presso il Centro Vaccinale di Montefalcione
  • 108 presso il Centro Vaccinale di Grottaminarda
  • 96 presso il Centro Vaccinale di Mercogliano
  • 48 presso il Centro Vaccinale di Altavilla Irpina
  • 72 presso il Centro Vaccinale di Flumeri
  • 84 presso il Centro Vaccinale di Mugnano del Cardinale
  • 96 presso il Centro Vaccinale di Montella
  • 48 presso il Centro Vaccinale di Lioni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie