Coronavirus, più contagi con meno tamponi. Polemica vaccini

Continua ad aumentare il contagio da coronavirus anche oggi, di circa due punti percentuali in più rispetto a ieri. I decessi diminuiscono e, per fortuna, le vaccinazioni procedono spedite. La Campania ha finito le dosi e ora deve aspettarne altre, la Lombardia, che ne ha avute di più, è invece fra le ultime regioni d'Italia per somministrazioni rispetto alla popolazione. Proprio questo al presidente De Luca non è andato giù, ha quindi polemizzato con il governo per la scorretta ripartizione dei vaccini.

2' di lettura

Il contagio da coronavirus in Italia non si ferma. Oggi si è arrivati a un tasso di positività del 13,1% con 18427 nuovi contagi a fronte di 139758 tamponi. Ieri il rapporto tra nuovi positivi e tamponi eseguiti era invece del 11,6%.

L’aumento dei contagiati potrebbe però dipendere dal minor numero di tamponi eseguiti, circa trentamila in meno. In queste condizioni i test vengono effettuati con maggiore precisione, quindi la possibilità di trovare un positivo aumenta.

Con i dati di oggi in Italia si contano 579932 persone attualmente positive. Di queste 553890 sono in isolamento domiciliare; 23427 sono ricoverate in ospedale con sintomi; 2615 sono ricoverate in terapia intensiva, con 181 nuovi ingressi.

I decessi oggi sono invece 361, molti di meno rispetto alla media delle scorse settimane. Il numero delle vittime di coronavirus in Italia è così salito a 78755.

Dal punto di vista dei vaccini l’Italia si sta comportando molto bene ed è la prima nazione d’Europa per numero di somministrazioni rispetto alle dosi a disposizione.

Oggi Vincenzo De Luca, presidente della regione Campania, ha polemizzato con il governo perché, avendo finito le dosi a dispozione, lamenta una sbagliata ripartizione dei vaccini.

Il problema principale è che la Lombardia, che ha avuto più dosi di tutti per via del maggior numero del personale sanitario, è tra gli ultimi posti per dosi somministrate. Una lentezza ingiustificabile che lascia spazio alle polemiche.

Ecco il numero dei positivi e dei posti letto occupati, regione per regione. La tabella è stata estratta dal bollettino ufficiale della Protezione Civile di oggi, 10 gennaio:

coronavirus italia bollettino 10 gennaio 2021
Il dettaglio sul numero dei positivi e quello dei posti letto occupati, regione per regione.

Di seguito una panoramica dei casi totali di coronavirus verificati dall’inizio dell’epidemia, con tra parentesi l’aumento giornaliero dei contagi:

  • Lombardia 500.758 (+3.267)

  • Piemonte 206.962 (+803)

  • Campania 199.771 (+ 1.253)

  • Veneto 285.986 (+2.167)

  • Emilia-Romagna 190.892 (+2.193)

  • Lazio 179.661 (+1746)

  • Toscana 124.951 (+ 472)

  • Sicilia 108.055 (+ 1733)

  • Puglia 101.613 (+1.162)

  • Liguria 63.774 (+ 374)

  • Friuli-Venezia Giulia 56.233 (+642)

  • Marche 46.815 (+687)

  • Abruzzo 37.753 (+315)

  • P. A. Bolzano 31.519 (+262)

  • Umbria 30.906 (+257)

  • Sardegna 33.794 (+301)

  • Calabria 26.934 (+409)

  • P. A. Trento 23.640 (+345)

  • Basilicata 11.879 (+108)

  • Valle d’Aosta 7.505 (+19)

  • Molise 7.090 (+112)

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie