Coronavirus, più di 600 morti. Il contagio cala

Scende al 10% il contagio da coronavirus in Italia, è una buona notizia dopo giorni di aumenti e picchi in varie regioni d'Italia. I morti però sono tanti e per la terza volta in un mese se ne contano più di seicento. Intanto le vaccinazioni procedono spedite, con l'Umbria avanti a tutte per efficienza nella somministrazione dei vaccini.

Coronavirus, più di 600 morti. Il contagio cala
Le ultime notizie di oggi 12 gennaio sulla diffusione del contagio da coronavirus con il numero delle vaccinazioni dei positivi e dei posti occupati in ospedale.
2' di lettura

Oggi la diffusione del contagio da coronavirus in Italia fa registrare un tasso di positività, ossia il rapporto tra nuovi contagiati e tamponi eseguiti, del 10%. I casi riscontrati sono 14242 a fronte di 141641 test eseguiti. Rispetto a ieri (13,6%) c’è stata una netta flessione, dovuta probabilmente anche al maggior numero di tamponi eseguiti (quando i tamponi sono di meno vengono fatti con maggiore precisione, quindi i test positivi tendono ad aumentare).

Con i numeri di oggi in Italia si è arrivati a 570040 persone attualmente positive. Di queste: 543692 sono in isolamento domiciliare; 23712 (+109) sono ricoverate con sintomi; 2636 (-6) hanno bisogno di cure in terapia intensiva. Al saldo dei guariti e dei morti, rispetto a ieri ci sono -5939 persone positive al coronavirus.

La regione più colpita dal virus considerando i nuovi positivi rispetto alla popolazione totale è la Sicilia, con 1913 casi a fronte di 10743 tamponi (17,8%). Le altre regioni che superano la media nazionale per tasso di positività sono:

  • Sardegna 411 casi e 2620 tamponi processati (15,6%);

  • Trento 234 casi e 1566 tamponi processati (14,9%);

  • Basilicata 168 casi e 1222 tamponi processati (13,7%);

  • Veneto 2134 casi e 15867 tamponi processati (13,4%);

  • Piemonte 901 casi e 7441 tamponi processati (12,1%);

  • Puglia 1261 casi e 10458 tamponi processati (12%);

  • Lazio 1381 casi e 13201 tamponi processati (10,4%).

Ecco il dettaglio del numero dei positivi e dei posti letto occupati regione per regione. La tabella è stata estratta dal bollettino della Protezione Civile di oggi, 12 gennaio:

coronavirus italia bollettino 12 gennaio 2021
Il dettaglio sul numero dei positivi al coronavirus e su quello dei posti letto occupati negli ospedali.

Coronavirus Italia, vaccini e decessi

Il numero tragico è proprio quello che riguarda i decessi. Oggi per la terza volta nel mese doi gennaio (5 e 8 del mese) si contnao più di seicento morti, con precisione 616. Con questi il numero dei decessi in Italia per cause riconducibili al coronavirus è arrivato a 79819. Oggi in tutte le regioni c’è almeno un morto e in Veneto se ne contnao addirittura 166.

Sul piano dei vaccini invece in Italia se ne sono fatti 731539 su 983775 tamponi a disposizione, quindi circa il 73,6%. La regione che ha fatto meglio è l’Umbria, con il 104,4% (ha iniettato anche la sesta dose). Le altre regioni che superano il 90% delle somministrazioni rispetto alla popolazione sono: Valle d’Aosta, Campania, Veneto e Toscana.

La zona d’Italia che ha fatto peggio è invece Bolzano, con solo il 31,8% di vaccini somministrati. Le altre regioni che sono al di sotto del 50% sono la Calabria, il Molise e la Basilicata.

coronavirus italia vaccinazioni 12 gennaio 2021
L’elenco delle regioni ordinato per efficienza nella somministrazione di vaccini contro il coronavirus.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie