Coronavirus, sale il contagio. Diminuiscono le degenze

Aumenta nuovamente il contagio da coronavirus in Italia. La regione che ha il rapporto peggiore tra nuovi contagi e tamponi processati è la Sicilia. Si contano ancora oltre cinquecento morti e la speranza è che non parta una nuova ondata come quella che stanno affrontando Regno Unito e Germania.

2' di lettura

Il contagio da coronavirus in Italia aumenta di nuovo e il tasso di positività, ossia il rapporto tra nuovi positivi e tamponi processati, si attesta al 10,7%; ieri era al 9%, evidente quindi la tendenza ascendente della curva epidemiologica.

Questo dato preoccupa un po’ la comunità scientifica, che spera che non si vada verso la crescita esponenziale che invece stanno avendo gli altri paesi europei, su tutti Germania e Regno Unito, dove si contano ogni giorno circa 60mila nuovi casi.

Il consigliere del Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha dichiarato che il prossimo mese e mezzo sarà cruciale per capire l’evoluzione dello scenario. Ai microfoni di SkyTg24 ha dichiarato: «Siamo ancora nella seconda ondata che è ancora molto alta e non riusciamo ad appiattirla».

Con i numeri di oggi si è arrivati a 561380 persone attualmente positive (-3394). Di queste: 535713 sono in isolamento domiciliare; 23110 (-415) sono ricoverate in ospedale con sintomi; 2557 (-22) hanno bisogno di cure in reparti di terapia intensiva.

La regione che ha registrato l’aumento maggiore di nuovi positivi rispetto ai tamponi eseguiti è la Sicilia, che con 1867 casi e 10737 tamponi ha registrato un tasso di positività del 17,3%. Le altre regioni che superano la media nazionale sono:

  • Puglia 1524 casi e 9191 tamponi processati (16,5%);

  • Veneto 2076 casi e 14904 tamponi processati (13,9%);

  • Emilia Romagna 1816 casi e 14005 tamponi processati (12,9%);

  • Basilicata 90 casi e 739 tamponi processati (12,1%);

  • Piemonte 857 casi e 7129 tamponi processati (12%);

  • Molise 107 casi e 966 tamponi processati (11%);

  • Trento 272 casi e 2479 tamponi processati (10,9%);

  • Friuli Venezia Giulia 805 casi e 7969 tamponi processati (10,1%).

Ecco il dettaglio sul numero dei positivi e dei posti letto occupati negli ospedali, regione per regione. La tabella è stata estratta dal bollettino ufficiale della Protezione Civile di oggi, 14 gennaio 2021:

coronavirus- talia bollettino 14 gennaio 2021
Il dettaglio sul numero di positivi al coronavirus e su quello dei posti letto occupati negli ospedali, regione per regione.

Coronavirus, decessi e vaccini

Il numero dei decessi purtroppo è ancora superiore a 500. Oggi se ne contano 522 e portano il numero complessivo di persone morte per cause riconducibili al coronavirus a 80848.

D’altro canto però le vaccinazioni procedono spedite e questa è una buona notizia. In Italia si sono fatte 896498 vaccinazioni a fronte di 1408875 dosi consegnate. La regione che ha fatto meglio è la Campania, con il 85,6% di somministrazioni. La peggiore è la Calabria, che si attesta al 38,5%. Altre regioni che sono ancora sotto il 50% sono la Basilicata e la provincia autonoma di Bolzano.

coronavirus italia vaccinazioni 14 gennaio 21
L’elenco delle regioni d’Italia ordinatio per efficienza nella vaccinazione contro il coronavirus.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie