Coronavirus, si fanno pochi tamponi. Il contagio oscilla

Tasso di positività al coronavirus che oscilla da giorni tra il 10% e il 14%. Dati poco solidi, probabilmente dovuti ai pochi tamponi processati, fenomeno legato alle festività natalizie. Oggi i dati peggiori si registrano in Valle d'Aosta e Veneto.

Coronavirus, si fanno pochi tamponi. Il contagio oscilla
Le ultime notizie di oggi 28 dicembre sul contagio da coronavirus in Italia con il numero dei positivi e dei posti letto occupati regione per regione.
2' di lettura

Il contagio da coronavirus in Italia torna a scendere. Sono dati oscillanti quelli di questi giorni, fenomeno dovuto probabilmente al minor numero di tamponi eseguiti.

Secondo il fisico Giorgio Sestili il numero dei tamponi fatti in Italia a dicembre si è infatti più che dimezzato rispetto a novembre. È infatti passato da 1,5 milioni a settimana a circa 900mila.

Oggi il tasso di positività, ossia il rapporto tra positivi riscontrati e tamponi processati, è sceso dal 14,8% al 12,5% con 8585 nuove infezioni a fronte di 68681 tamponi.

I numeri di oggi portano le persone attualmente positive al coronavirus in Italia a 575221. Di queste: 548724 sono in isolamento domiciliare; 23932 sono ricoverate in ospedale con sintomi; 2565 hanno bisogno di cure in terapia intensiva, dove sono entrate altre 167 persone.

Se da un lato la pressione sul sistema sanitario scende, con –15 posti letto occupati in rianimazione, dall’altro purtroppo peggiore nei reparti Covid, dove si contano altri 361 posti occupati.

In Italia, al saldo dei decessi e dei guariti, ci sono meno persone affette da coronavirus rispetto a ieri. I malati sono infatti diminuiti di 6539 unità. Notizia positiva dato che erano un paio di giorni che sembrava essersi invertita la tendenza discendente.

Anche il numero dei decessi è abbastanza variabile e nell’ultima settimana oscilla tra i 250 e i 500. Oggi sono 445 e portano il numero totale delle persone morte per cause riconducibili al coronavirus a 72370.

In Italia la diffusione del contagio non è affatto omogenea. Nell’ultimo mese si è consolidato un numero anomalo di infezioni in Veneto e in Puglia. Si ipotizza che la maggiore virulenza del virus in queste zone sia dovuto alle nuove varianti del Covid-19 scoperte da poco.

Oggi però la regione più colpita per tasso di positività è la Valle d’Aosta, con 61 positivi su 235 tamponi (25,9%). Poi ci sono il Veneto, con 2782 casi e 10845 tamponi (25,6%); e la Puglia, con 645 casi e 4147 tamponi (15,5%).

Le altre regioni che superano la media nazionale per nuovi contagi sono:

  • Calabria 212 casi e 1516 tamponi processati (13,9%);
  • Umbria 88 casi e 666 tamponi processati (13,2%);
  • Trento 99 casi e 760 tamponi processati (13%);
  • Marche 130 casi e 1039 tamponi processati (12,5%).

Ecco di seguito il dettaglio sul numero dei positivi e dei posti letto occupati negli ospedali. La tabella è stata estratta dal bollettino ufficiale della Protezione Civile di oggi, 27 dicembre:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie