Coronavirus Italia. Contagi sopra 20mila, 502 morti

Coronavirus Italia: torna sopra 20mila il numero dei contagi registrato in 24 ore nel nostro Paese, impressiona il boom di morti: sono stati 502. Scende il tasso di positività, ma cresce il numero dei ricoveri negli ospedali e nelle terapie intensive. Lombardia e Campania le regioni più colpite.

Coronavirus Italia. Contagi sopra 20mila, 502 morti
Coronavirus Italia: torna sopra 20mila il numero dei contagi registrato in 24 ore nel nostro Paese, impressione il boom di morti: sono stati 502.
3' di lettura

Tornano sopra i 20mila (20.396) i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri i casi individuati erano stati 15.267. Sono invece ben 502 le vittime in un giorno (ieri erano 354) per un totale dall’inizio dell’emergenza di 103.001.

Sono stati elaborati 369.379 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus. Ieri i test erano stati 179.015.

Il tasso di positività scende al 5,5%, in calo di ben 3 punti rispetto a ieri quando era stato dell’8,5% (naturalmente incide il numero più alto dei test).

Sono 3.256 (3.157) i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 99 più di ieri nel saldo tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati 319 (ieri erano 243). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 26.098 persone, con un incremento nelle ultime 24 ore di 760.

Qui trovi tutte le notizie aggiornate sul covid, le vaccinazioni e le ordinanze

La Regione con più casi giornalieri è la Lombardia (+4.235), seguita da Campania (+2.656), Emilia Romagna (+2.184), Piemonte (+2.074) e Veneto (+1.901). I casi totali da inizio epidemia salgono a 3.258.770.

I guariti sono 14.116 (ieri 15.807), per un totale di 2.619.654. In aumento il numero degli attualmente positivi, 5.758 in piu’ (ieri -909), 536.115 in tutto. Di questi, sono in isolamento domiciliare 507.761 pazienti.

Campagna vaccinale in difficoltà

Intanto lo stop temporaneo, in attesa di verifiche dell’Ema, del vaccino AstraZeneca, dopo una serie di morti ritenute sospette in diverse nazioni europee, sta causando, come era prevedibile, evidenti problemi alla campagna vaccinale.

Il vaccino AstraZeneca è uno dei pilastri della campagna di vaccinazione di massa contro il coronavirus in Europa.

Seconda ondata, calano i tassi di mortalità

Intanto tasso di mortalità durante la seconda ondata di coronavirus in Europa, in particolare negli Stati occidentali più ricchi, è stato molto più basso di quello osservato nella prima, con oscillazioni che vanno da 10 volte meno in Francia, Belgio, Olanda e Danimarca, a 6-8 volte meno in Italia, Svizzera, Austria e Norvegia, fino al dimezzamento registrato negli Stati balcanici.

Lo indica la ricerca pubblicata sulla rivista Chaos e condotta da Nick James e Peter Radchenko, dell’Università di Sydney, e da Max Menzies, dell’Università di Tsinghua.

I risultati indicano che, rispetto ai casi e alle morti da coronavirus riportati, nei ricchi Stati nordorientali degli Usa e in quelli dell’Europa occidentale il tasso di mortalità è stato significativamente piu’ basso, anche se con rilevanti eccezioni in Svezia e Germania. ùIn Olanda, Belgio e Francia si è ridotto drasticamente tra la prima e la seconda ondata.

«In Bielorussia invece il tasso di mortalità è aumentato durante la seconda ondata, mentre in Ucraina e Moldavia alla fine di novembre erano ancora alla prima ondata di contagi», aggiunge Menzies.

Meno morti, diversi motivi

Un cambiamento che secondo i ricercatori può avere diverse spiegazioni: una sottostima della conta dei casi della prima ondata in Europa, oppure nella prima ondata le vittime sono state soprattutto gli anziani, mentre nella seconda i più colpiti sono stati i giovani.

A parte qualche eccezione, i tassi minori di mortalità del coronavirus si sono avuti nei Paesi con sistemi sanitari più equi e pubblici. La differenza è stata meno marcata negli Usa, con l’eccezione di Stati come New York, New Jersey e Connecticut, molto colpiti nella prima ondata e che hanno avuto una mortalità nella seconda ondata simile a quella di molti Paesi europei occidentali.

«Il nostro lavoro mostra un’evidente diminuzione della mortalità rispetto ai casi e decessi riportati. Il problema però è se il numero dei casi riportati nella prima ondata sia vero», commenta Menzies. Probabilmente in futuro, conclude Radchenko, «con i dati più specifici di alcuni ospedali o regioni, dove il tracciamento era più affidabile, si potranno avere numeri migliori».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie