Coronavirus Italia oggi: 12.956 contagi, 336 morti

Coronavirus Italia oggi (10 febbraio 2021): tutte le notizie in tempo reale, aggiornamenti da tutte le regioni e flash dal mondo, con news sulla campagna di vaccinazione, la diffusione delle varianti, le decisioni del governo e i provvedimenti della Regioni.

Coronavirus Italia oggi (10 febbraio 20219) Live
Coronavirus Italia oggi (10 febbraio 20219): tutte le notizie in tempo reale con aggiornamenti da tutte le regioni e flash dal mondo con news sulla campagna di vaccinazione.
15' di lettura

Sono 12.956 i nuovi casi di coronavirus in Italia registrati nelle ultime 24 ore. Le vittime sono, invece, 336 che portano il totale dall’inizio della pandemia a 92.338. Sono stati in totale 310.994 i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore in Italia, con un tasso di positività rispetto ai nuovi casi (12.956) che sale al 4,1% dal 3,9% di ieri. Le persone attualmente positive sono 410.111 (-3.856), mentre i guariti o dimessi sono 2.165.817 (+16.467 rispetto a ieri).

Sono in calo i letti occupati nelle terapie intensive da pazienti Covid in Italia: secondo i dati del ministero della Salute, sono oggi 2.128, 15 meno di ieri. Gli ingressi del giorno sono però 155.

Calano i ricoveri di pazienti nei reparti Covid in Italia: sono 232 meno di ieri, in totale oggi 19.280.

Sono 16.467 i pazienti guariti dal coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, che portano il totale dei guariti dall’inizio della pandemia a 2.165.817.

Continuano a calare gli attualmente positivi al coronavirus in Italia: secondo il ministero della Salute sono 3.856 meno di ieri.

Questi i dati di ieri

La regione con più casi giornalieri è anche oggi la Lombardia con +1.849 (ieri +1.625), seguita ancora dalla Campania che registra +1.635 (ieri +1.274), Puglia con +1.063 (ieri +681), Lazio con +1.027 (ieri +847), quindi Emilia Romagna con +930 (ieri +977), Veneto con +828 (ieri +701) e Provincia autonoma di Bolzano con +789 (ieri +721).

Il totale dei casi sale a 2.668.266. I guariti nelle 24 ore sono 16.467 (ieri 15.827), per un totale di 2.165.817. Prosegue il calo del numero degli attualmente positivi: 3.856 (ieri pero’ 5.637 in meno), 410.111 in tutto. Di questi, 388.703 sono in isolamento domiciliare, 3.609 in meno rispetto a ieri.

Lazio, altri 1.027 contagiati

Su oltre 12 mila tamponi nel Lazio (+2.082) e quasi 16 mila antigenici per un totale di oltre 28 mila test, si registrano 1.027 casi positivi (+180), 51 i decessi (+18) e +3.188 i guariti. Aumentano i casi e i decessi, mentre diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi èa 8%, ma con gli antigenici la percentuale scende sotto il 3%.

Liguria, 364 positivi

Sono 364 i nuovi positivi al coronavirus oggi in Liguria, a fronte di 4.718 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 2.432 tamponi antigenici rapidi. Lo riporta il bollettino della Regione Liguria. I decessi sono 7 mentre gli ospedalizzati calano di 10 unità.

Sicilia, i contagi sono stati 695

Sono 695 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 22.360 tamponi processati con una incidenza di positivi di circa il 3,1%, in discesa rispetto a ieri. La regione e’ settima nel contagio di oggi. Le vittime sono state 29 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.757. Il totale degli attualmente positivi e’ 37.587, con una diminuzione di 934 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1600. Negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri che adesso sono 1.278; ovvero 59 in meno rispetto a ieri e diminuiscono anche quelli in terapia intensiva che sono 170, sei in meno rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo con 218 casi, Catania 197, Messina 93, Agrigento 58, Siracusa 38, Trapani 33, Ragusa 23, Caltanissetta 22, Enna 13.

Campania, 1.635 nuovi contagi

Sono 1.635 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Campania, 129 dei quali identificati da test antigenici rapidi. Dei 1.635 nuovi positivi, 85 sono sintomatici. I tamponi del giorno sono 20.912, di cui 2.898 antigenici. La percentuale di tamponi positivi sui tamponi complessivamente processati è pari al 7,8%. I positivi registrati in Campania dall’inizio dell’emergenza coronavirus sono 236.231 (di cui 2.462 antigenici), i tamponi complessivamente esaminati sono 2.589.633 (di cui 50.231 antigenici). Nel bollettino odierno diffuso dall’Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 26 nuovi decessi, 14 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 12 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei deceduti in Campania dall’inizio della pandemia da Covid-19 è 3.954. I nuovi guariti sono 1.191, il totale dei guariti è 166.526. In Campania sono attualmente 103 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.486 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza

Repubblica di San Marino, 21 positivi

Nella Repubblica di San Marino, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 21 nuovi casi di positività al coronavirus. Lo comunica l’Istituto di sicurezza sociale sammarinese. Gli attualmente contagiati, considerati gli 11 guariti, ammontano a 245. All’ospedale di Stato sono ricoverate 20 persone delle quali sei si trovano nel reparto di terapia intensiva.

Piemonte, 669 positivi al coronavirus

In Piemonte sono 669 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 106 dopo test antigenico), pari al 3,5% dei 18.882 tamponi eseguiti, di cui 10.505 antigenici. Dei 669 nuovi casi, gli asintomatici sono 270 (40,3%). Sono 18 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui nessuno verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale delle vittime è di 9.067.I ricoverati in terapia intensiva sono 153 ( +5 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.003 (-37 rispetto a ieri).Le persone in isolamento domiciliare sono 9.876. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.659.481 (+18.882 rispetto a ieri), di cui 1.068.547 risultati negativi.

Calabria, altri 214 contagiati

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 514.040 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 544.013 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 34.735 (+214 rispetto a ieri), quelle negative 479.305. Sono questi i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute.

Emilia Romagna, 930 contagi e 37 morti

In Emilia-Romagna, i nuovi casi di coronavoirus sono 930 e 37 i morti. Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in regione sono stati registrati 230.078 contagi. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 30.664 e la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3%. Ecco alcuni dei dati accertati alle 12 di oggi relativi all’andamento dell’epidemia in Emilia-Romagna. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni.Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 270.586 dosi, di cui 2.326 oggi; sul totale, 122.871 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati,388 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 272 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 409 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,2 anni. Sui 388 asintomatici, 287 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 24 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con gli screening sierologici, 11 tramite i test pre-ricovero. Per 62 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. Ecco la situazione provincia per provincia: Bologna (169), Rimini (152), Ravenna (106), Reggio Emilia (79), Parma (68), Ferrara (66), Modena (65), Imola (64), Cesena (55), Forlì (54) e Piacenza (52).

Puglia, 1063 casi di coronavirus

Oggi in sono stati registrati 10.517 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 1.063 casi positivi: 350 in provincia di Bari, 95 in provincia di Brindisi, 128 nella provincia BAT, 61 in provincia di Foggia, 108 in provincia di Lecce, 307 in provincia di Taranto, 3 residenti fuori regione, 11 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati inoltre registrati 25 decessi: 14 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 8 in provincia di Foggia. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.398.270 test, 80.617 sono i pazienti guariti e 47.106 sono i casi attualmente positivi.

Sardegna, 161 contagiati

In Sardegna il tasso di positività al coronavirus è sceso a 0,6%. I nuovi casi sono 161 su 23.527 tamponi eseguiti, per un totale di 643.535 test dall’inizio dell’emergenza. Il totale dei casi sale a 39.825, secondo l”ultimo aggiornamento dell’Unita’ di crisi regionale, che segnala anche 5 decessi: da marzo 2020 le vittime sono 1.036. Risultano in calo i ricoveri.

A Napoli il 37% dei nuovi contagiati ha meno di 18 anni

Nell’ultimo mese a Napoli «si è passati da una situazione stazionaria del contagio a un nuovo incremento dei casi ed è da monitorare con attenzione l’andamento dei contagi per classi di età, in particolar modo la classe dai 6 ai 18 anni, coinvolta in questo periodo dall’apertura delle scuole in presenza, e che nell’ultima settimana ha registrato un aumento del 37% dei casi».

E’ quanto contenuto nell’aggiornamento dell’andamento dell’epidemia da coronavirus diffuso dal Comune di Napoli, lavoro coordinato da Giuseppe Signoriello, docente di Unità di Statistica medica all’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, da Simona Signoriello e Vittorio Simeon con la collaborazione di Francesca Menna, assessore alle pari opportunità, libertà civili e alla salute al Comune di Napoli. Dopo un calo dei casi registrato a fine dicembre e una sostanziale stabilità del contagio a gennaio, nelle ultime due settimane «sono stati notificati 2.774 casi, in aumento del 10% rispetto alle due settimane precedenti, nella quale i casi riportati erano 2.523».

Basilicata, 98 positivi

In Basilicata sono stati processati 834 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da coronavirus, di cui 98 sono risultati positivi. Lo fa sapere la task force regionale. Si registra, inoltre, un decesso. A seguito di verifica e riallineamento tra le piattaforme Covid-19 della Regione Basilicata e dell’Istituto Superiore di Sanità, con il bollettino odierno si registrano 14 guarigioni relative al periodo antecedente. Si tratta di soggetti gia’ dichiarati guariti, nei tempi e nelle modalità previste dalle vigenti circolari ministeriali, dai servizi delle Aziende sanitarie territorialmente competenti. Alle 14 guarigioni legate al riallineamento se ne sommano 30 odierne, per un totale di 44 guarigioni. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3117, di cui 3.030 in isolamento domiciliare. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 87, di cui 5 in Terapia intensiva.

In Abruzzo metà dei casi causato dalla variante

La metà dei casi di coronavirus accertati tra giovedì e venerdì scorsi nelle province di Pescara e Chieti è riconducibile ad una variante. E’ emerso che circa il 50% dei positivi accertati con i test dei due giorni nelle aree di Pescara e Chieti è riconducibile ad una variante e che probabilmente si tratta di quella inglese. Questo spiegherebbe i numeri allarmanti che si registrano nelle ultime settimane nell’area metropolitana.

Val d’Aosta, sette contagiati

Sono 7 i nuovi casi di contagio registrati in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore.Sono 15 i guariti e nessun decesso. Il totale dei positivi, al momento, è di 147 persone di cui: 15 ricoverati (13 all’ospedale Parini e 2 all’Ospedale da campo); 3 in terapia intensiva; 129 in isolamento domiciliare.

In Abruzzo i contagi sono 314

Sono complessivamente 46147 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 314 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 90 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 73, di cui 10 in provincia dell’Aquila, 2 in provincia di Pescara, 53 in provincia di Chieti e 8 in provincia di Teramo.Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità precisando che il bilancio dei pazienti deceduti registra 7 nuovi casi e sale a 1533 (di età compresa tra 53 e 94 anni, 4 in provincia di Chieti e 3 in provincia di Pescara). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 33807 dimessi/guariti (+249 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10807 (+58 rispetto a ieri).

In Lombardia 128 casi di variante del coronavirus

«A lunedì avevamo accertato 128 casi di varianti di coronavirus in Lombardia: tutte inglesi, una brasiliana e una sospetta ancora da identificare se brasiliana o sudafricana. E’ un dato sicuramente di grande attenzione e noi oggi emaniamo una circolare con cui invitiamo l’Ats ad adottare alcuni comportamenti nuovi indicati dal ministero che il 31 gennaio ha inviato una sua circolare, per prendere atto che le varianti si stanno diffondendo e hanno un indice di trasmissibilità superiore al coronavirus che abbiamo finora conosciuto».

A fare il punto sul nodo varianti è il direttore generale Welfare della Regione Lombardia, Marco, Trivelli, che oggi – in occasione di un’audizione in Commissione Sanità del Consiglio regionale – parla anche di un’ipotesi allo studio: si sta valutando di «aumentare l’attività di testing con tampone antigenico per la popolazione scolastico. Vediamo se nascerà un provvedimento la settimana prossima in questo senso».

«Le indicazioni che vengono date sono di fare un tampone adesso anche per i contatti di casi fra la terza e la settima giornata, e questo finora era un passaggio non contemplato – ha sottolineato – perché i contatti possono stare in quarantena e uscire al decimo giorno in assenza di sintomi. Invece quello che ora prevediamo è che, laddove ci siano state varianti nell’area di residenza, il contatto stretto di caso faccia il tampone al quinto giorno e prolunghi la quarantena fino al 14esimo giorno».

In Veneto 828 nuovi positivi

Sono 828 i nuovi positivi al coronavirus trovati in Veneto nelle ultime 24 ore (il 2,18% dei tamponi effettuati) per un totale di 318 mila contagiati dall’inizio dell’emergenza. Continua a scendere il numero totale dei ricoverati, oggi a 1.737 (1700 in meno rispetto a 40 giorni fa). Trentuno i decessi registrati nelle ultime 24 ore, 9.395 in totale dal 21 febbraio scorso.

Alto Adige, i contagiati sono 789

La pandemia provoca altre due vittime in Alto Adige, mentre torna a crescere il numero dei pazienti ricoverati nelle terapie intensive. Le vittime, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, sono ora 915. L’Azienda sanitaria provinciale segnala anche 789 nuovi casi positivi accertati nelle ultime 24 ore: 417 sono stati rilevati sulla base di 3.141 tamponi pcr (683 dei quali nuovi test), mentre altre 372 infezioni sono state accertate sulla base di 7.111 test antigenici rapidi. I pazienti Covid-19 ricoverati nelle terapie intensive sono 40, tre in piu’ rispetto ad ieri. Nei i normali reparti ospedalieri vengono assistiti 250 pazienti (4 in piu’), e 163 (uno in piu’) nelle strutture private convenzionate. I pazienti Covid-19 in isolamento nella struttura di Colle Isarco sono 23 (5 in meno). Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 16.876 (81 in piu’). I guariti accertati con test pcr sono 25.104 (128 in piu’) ai quali si aggiungono 1.635 persone (4 in pu’) che avevano un test dall’esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Infine, i guariti per indagine epidemiologica sono 10.346 (187 in piu’).

Italia, doppia vaccinazione per 1.214.139 persone

E’ di 1.214.139 milioni il totale delle persone definitivamente vaccinate in Italia, a cui sono state quindi somministrate la prima e la seconda dose di vaccino. E’ quanto emerge dal Report Vaccini Anti Covid-19. In totale le dosi somministrate finora sono state 2.699.495 su un totale di 2.891.550 di dosi distribuite alle regioni. Si tratta del 93.4% del totale.

Friuli Venezia Giulia, 246 nuovi contagi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.511 tamponi molecolari sono stati rilevati 246 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,77%. Sono inoltre 3.123 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 115 casi (3,68%). I decessi registrati sono 9, a cui si aggiungono 5 morti pregresse afferenti al periodo dal 15 gennaio all’1 febbraio; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 65 e a 481 quelli negli altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.619, con la seguente suddivisione territoriale: 593 a Trieste, 1290 a Udine, 566 a Pordenone e 170 a Gorizia. I totalmente guariti sono 56.219, i clinicamente guariti salgono a 1.719, mentre diminuiscono le persone in isolamento che oggi risultano essere 9.773. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 70.876 persone con la seguente suddivisione territoriale: 13.970 a Trieste, 31.562 a Udine, 16.047 a Pordenone, 8.450 a Gorizia e 847 da fuori regione.

Toscana, i nuovi contagi sono 671

I nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Toscana nel rilevamento delle 24 ore sono 671 su 20.046 test di cui 13.043 tamponi molecolari e 7.003 test rapidi, con un tasso dei nuovi positivi del 3,35% (7,1% sulle prime diagnosi). Lo ha reso noto Eugenio Giani, presidente della Regione. Il dato dei nuovi casi è più alto di ieri (erano 453) a fronte di una crescita dei test totali (erano 15.836) e porta a un incremento del tasso di positivi (era del 2,86%).

Toscana verso la zona arancione

«Oggi mandiamo i dati a Roma, c’è questo serio elemento di crescita graduale dei contagi da coronavirus che potrebbe portarci in zona arancione, poi che questo avvenga domenica 14 o lunedì 15 febbraio dipende da quello che saràil decreto del Ministro della salute».

Cosi’ il presidente della Regione Eugenio Giani intervenendo in Consiglio regionale sull’ipotesi che per la Toscana scatti la zona arancione.

«Indubbiamente il numero dei contagi è salito – ha affermato Giani – ma non è un aumento esplosivo. C’è una tendenza alla salita anche se graduale e non allarmante. I dati che noi mandiamo li misura la piattaforma informatica del ministero della Salute, ma la tendenza è qualcosa sopra 1 come Rt. Tendenzialmente ritengo che se l’ultima volta abbiamo sfiorato la zona arancione, questa volta siamo aumentati nei dati, anche se solo leggermente, e quindi il pericolo di andare in arancione è reale, oggettivo».

Per quanto riguarda i tempi Giani ha spiegato «non dipende da noi. Non possiamo in alcun modo decidere, nè governare il fenomeno. In alcuni casi le misure scattano dalla domenica, in altri casi da lunedì in base ai tempi di pubblicazione del decreto in Gazzetta ufficiale».

Leggi anche: Coronavirus Italia oggi 9 febbraio

Marche, altri 421 positivi

Nelle ultime 24ore sono 421 i positivi al coronavirus rilevati nelle Marche tra le nuove diagnosi con un rapporto positivi/testati al 12,1%; ce ne sono poi altri 94 riscontrati nel Percorso Screening Antigenico sulla base di 1.220 test (da sottoporre al tampone molecolare) con rapporto positivi/testati all’8%.

Nell’ultima giornata sono stati eseguiti 5.583 tamponi: 3.477 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1220 nello screening con percorso Antigenico) e 2.106 nel percorso guariti. Sui 421 positivi 224 rilevati in provincia di Ancona, 83 a Pesaro Urbino; seguono le province di Macerata (60), Ascoli Piceno (27), Fermo (12) e 15 contagiati da fuori regione. Questi casi comprendono 52 sintomatici; ci sono contatti in setting domestico (93), contatti stretti di casi positivi (145), in setting lavorativo (23), in ambienti di vita/socialita’ (5), in setting assistenziale (3), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (19), screening percorso sanitario (2). Per altri 79 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Oms, contagio da coronavirus in diminuzione da 4 settimane

Il numero di nuovi casi di coronavirus in tutto il mondo continua a decrescere, per la quarta settimana consecutiva, secondo quanto annunciato oggi dall’Organizzazione mondiale della Sanità. «Per la quarta settimana consecutiva, il numero di nuovi casi globali segnalati è diminuito, con 3,1 milioni di nuovi casi la scorsa settimana, pari a un calo del 17% rispetto alla settimana precedente», ha scritto l’Oms in una nota, precisando che si tratta del «bilancio più basso dalla settimana del 26 ottobre».

L’Oms ha affermato che sebbene ci siano ancora molti paesi con un numero crescente di casi di infezione da coronavirus, la tendenza a livello globale è incoraggiante. «Anche il numero di nuovi decessi segnalati è diminuito per la seconda settimana consecutiva, con 88.000 nuovi decessi segnalati la scorsa settimana, un calo del 10% rispetto alla settimana precedente, sei regioni riportano diminuzioni di oltre il 10%».

«L’Europa e la regione delle Americhe hanno registrato i maggiori cali in numeri assoluti, con quasi 0,5 milioni di nuovi casi segnalati la scorsa settimana (153.000 e 320.000 nuovi casi, rispettivamente). Anche i nuovi decessi sono diminuiti in tutte le regioni tranne nel Pacifico occidentale, dove i tassi di mortalità sono rimasti simili alla settimana precedente».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie