Coronavirus. In Italia 13.314 contagi e 356 morti

Coronavirus: in Italia si sono registrati 13.314 contagi e 356 morti nelle ultime 24 ore con un tasso di contagio che è al 4.4% in calo rispetto al giorno precedente. Ancora alto il numero dei morti, sono stati 356. Suscita qualche preoccupazione la lenta ma costante risalita dei ricoveri nei reparti covid e nelle terapie intensive.

2' di lettura

Sono 13.314 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Sono 356, invece, le vittime. I tamponi effettuati sono stati 303.850 nelle ultime 24 ore in Italia con il tasso di positività sui nuovi casi (13.314) che scende al 4,4% rispetto al 5,6% di ieri.

Aumentano dunque i decessi 356 (ieri 274), per un totale di 96.348 vittime dall’inizio dell’epidemia. E prosegue la lenta risalita dei ricoveri, dopo mesi di calo: le terapie intensive sono 28 in più (ieri +24), con 197 ingressi del giorno, e sono 2.146 in tutto. Salgono anche i ricoveri ordinari, 140 in più (ieri +351), 18.295 in tutto.

Coronavirus, le regioni più colpite

La Lombardia è la prima regione in Italia per numero di contagi: sono 2.480 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore. Seguono l’Emilia Romagna con 1.588 e la Campania con 1.436 casi, Veneto (+1.062) e Piemonte (+1.023). Il totale dei contagi sale così a 2.832.162.

I guariti nelle 24 ore sono 12.898 (ieri 10.335), per un totale di 2.347.866.

Lievissimo aumento del numero delle persone attualmente positive, +45 (ieri -992), 387.948 in tutto. Di questi, sono in isolamento domiciliare 367.507, 123 meno di ieri.

Torna l’allarme nelle terapie intensive

Torna a salire dunque l’allarme per i ricoveri ospedalieri per coronavirus, soprattutto in terapia intensiva dove da tre giorni i numeri sono in aumento. Se a livello nazionale la quota di occupazione di posti letto è al 24%, sotto la soglia definita critica dal ministero della Salute (30%) oltre la quale viene messa a rischio l’assistenza per le altre patologie, già in otto regioni questa quota è superata, talvolta di molto.

E’ quanto rileva l’Agenas nel suo monitoraggio giornaliero. La situazione peggiore è in Umbria, alle prese con focolai di variante inglese, dove il 57% delle terapie intensive è occupato da malati di coronavirus.

Altra Regione dove la variante d’oltremanica circola più della media è l’Abruzzo, dove non a caso l’occupazione è alta, al 39%. Seguono Marche, Molise, Provincia di Trento e Provincia di Bolzano (33%), Friuli Venezia Giulia (32%) e Lombardia (31%). Il dato migliore è in Val d’Aosta e in Basilicata, con appena il 5% dei posti di rianimazione occupati.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie