Coronavirus Italia. Altri 529 morti. Le varianti dominano

Coronavirus Italia: cala la curva del contagio in Italia con il tasso di positività che scende al 5.3%, ma è altissimo il numero delle vittime: altre 529, in aumento rispetto a ieri. La variante inglese è arrivata all'86%, quella brasiliana al 4%. In crescita anche le “altre”.

2' di lettura

Sono 16.017 i nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 12.916 di ieri ma, come sempre il martedì rispetto al lunedì, con molti più tamponi: 301.451, 145mila più di ieri. Tanto che il tasso di positività è in netto calo, dall’8,2 al 5,3%.

In forte incremento invece i decessi, 529 (ieri 417), per un totale di 108.879 vittime da inizio pandemia.

Piccolo segnale positivo per le terapie intensive, dopo settimane di aumento (raggiunto ormai il 41% dei posti letto occupati, ben oltre la soglia di rischio del 30%): 5 unità in meno (ieri +42), con 269 ingressi del giorno, e sono ora 3.716. Ancora in crescita invece, anche se limitata, i ricoveri ordinari: +68 (ieri +462), per un totale di 29.231. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Le regioni più colpite

La regione con più contagi da coronavirus giornalieri è la Lombardia (+3.271), seguita da Piemonte (+1.861), Lazio (+1.593), Campania (1573), Puglia (+1.527), Emilia Romagna (+1.187) e Veneto (+1.130). I casi totali salgono a 3.561.012. In leggero calo il numero dei guariti, 18.687 (ieri 19.725), per un totale di 2.889.301.

Per il secondo giorno di fila, essendo la somma di guariti dal coronavirus e deceduti è superiore ai nuovi casi, cala il numero delle persone attualmente positive: 3.161 in meno (ieri -7.242), che scende a 562.832. Di questi, 529.885 pazienti sono in isolamento domiciliare.

La variante inglese domina (e non è la sola)

In Italia al 18 marzo scorso la prevalenza della cosiddetta ‘variante inglese’ del coronavirus era del 86,7%, con valori oscillanti tra le singole regioni tra il 63,3% e il 100%. Per quella ‘brasiliana’ la prevalenza era del 4,0% (0%-32,0%), mentre le altre monitorate sono sotto lo 0,5%.

La stima viene dalla nuova indagine rapida condotta dall’Iss e dal Ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler, che fa seguito a quelle diffuse nelle scorse settimane da cui era emersa una maggior trasmissibilità per la variante ‘inglese’ del 37%.

La rilevazione della variante lineage B.1.1.7 (la cosiddetta ‘inglese’) nella totalità delle Regioni/PPAA partecipanti, rileva l’Iss, e’ “indicativa di una sua ampia diffusione sul territorio nazionale”.

Un aumento esponenziale

La prevalenza nazionale della variante lineage B.1.1.7 stimata nella indagine rapida precedente del 18 febbraio pari a 54% è ora pari infatti a 86.7%. Per l’indagine è stato chiesto ai laboratori delle Regioni e Province autonome di selezionare dei sottocampioni di casi positivi e di sequenziare il genoma del virus, secondo le modalità descritte nella circolare del Ministero della Salute dello scorso 17 marzo.

Il campione richiesto è stato scelto dalle Regioni/PPAA in maniera casuale fra i campioni positivi garantendo una certa rappresentatività geografica e se possibile per fasce di età diverse. In totale, hanno partecipato all’indagine le 21 Regioni/PPAA e complessivamente 126 laboratori.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie