Coronavirus Italia oggi: 7.970 contagi, 307 morti

Coronavirus Italia oggi, lunedì 8 febbraio: il bollettino aggiornato in tempo reale sulla diffusione del coronavirus in Italia con news dall'Italia e dall'estero. I casi regione per regione, la campagna vaccinale, le varianti del coronavirus e flash dal mondo.

Coronavirus Italia oggi, lunedì 8 febbraio LIVE
Coronavirus Italia oggi, lunedì 8 febbraio: il bollettino aggiornato in tempo reale sulla diffusione del coronavirus in Italia con news dall'Italia e dall'estero.
17' di lettura

Sono 7.970 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, a fronte però di un forte calo dei test processati, come avviene sempre nel fine settimana. I contagi complessivi nel nostro Paese sono stati 2.644.707 dall’inizio della pandemia.

144.270 i test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore in Italia (ieri erano stati 206.789, c’è quindi il consueto forte calo della domenica), con un tasso di positività del 5,5% (ieri era stato del 5,6%).

Tornano a salire i decessi legati al coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore: sono 307, contro i 270 di ieri.

Le persone ricoverate in terapia intensiva in Italia per il coronavirus sono 2.143, in aumento di 36 unità rispetto a ieri, nel saldo tra entrate ed uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 139. I ricoverati con sintomi sono invece 19.527, in aumento di 261 rispetto a ieri.

La regione con più casi giornalieri e’ l’Emilia Romagna (+1.273, da giorni in crescita), seguita da Campania (+1.189, altra regione sotto osservazione), Lombardia (+895), Lazio (+782) e Toscana (+523). I guariti sono 15.082 (ieri 11.380), per un totale di 2.133.523.

Ancora in diminuzione il numero delle persone attualmente positive, 7.420 in meno (ieri -10), che scende a 419.604. Di questi, sono in isolamento domiciliare 397.934 pazienti, 7.717 meno di ieri.

Trentino, 114 positivi

Sono cinque i nuovi decessi da Covid-19 in Trentino (1.225 in totale). Si tratta di 3 donne e 2 uomini di età compresa fra i 78 ed i 91 anni. Sul fronte dei nuovi contagi si rilevano invece 39 nuovi positivi al molecolare su 638 test, tra questi anche le conferme di 57 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Sono invece 27 i positivi intercettati con l’antigenico, su 240 test rapidi notificati all’Azienda sanitaria di Trento. La situazione negli ospedali vede attualmente 169 pazienti Covid, dei quali 28 sono in rianimazione. Ieri si sono registrati 14 nuovi ricoveri, mentre le dimissioni si sono fermate a 5, come avviene sempre in corrispondenza con il fine settimana. Prosegue infine il programma delle vaccinazioni che fa registrare 25.842 dosi somministrate (di cui 10.056 seconde dosi), un numero in cui rientrano anche le 6.275 dosi riservate ad ospiti di residenze per anziani.

Friuli Venezia Giulia, 106 contagi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.850 tamponi molecolari sono stati rilevati 106 nuovi contagi con una percentuale di positivita’ del 5,72%. Sono inoltre 392 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 26 casi (6,63%). I decessi registrati sono 15, a cui se ne aggiungono altri 11 avvenuti a gennaio e 8 nel periodo compreso tra il primo e il 5 febbraio; restano stabili i ricoveri nelle terapie intensive (63) mentre quelli in altri reparti sono 527.

Liguria, 220 nuovi contagi

Sono 220 i nuovi positivi al Coronavirus oggi in Liguria, a fronte di 2.304 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. I decessi sono 12 mentre gli ospedalizzati crescono di 3 unità.

Sardegna, altri 56 contagi

Calano i nuovi contagi in Sardegna, 56 nelle ultime 24 ore, ma a fronte di soli 1.850 tamponi eseguiti, quindi con un tasso di positività del 5,1%. Si registrano anche quattro decessi (1.023 in tutto). Salgono dunque a 39.583 i casi di positività al coronavirus complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 602.824 tamponi. Sono 380, invece, i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-2 rispetto al dato di ieri), mentre sono 35 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.112. I guariti sono complessivamente 23.803 (+213), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 230.

In Sicilia 478 positivi e 22 morti

Sono 478 i nuovi positivi al coronavirus in Sicilia su 22.446 tamponi processati, con una incidenza di poco sopra il 2,1%: il tasso continua la discesa che si era gia’ registrata ieri. La regione è sesta nel numero di nuovi contagi. Le vittime sono 22 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.704. Il numero degli attualmente positivi e’ 38.932, con un decremento di 77 casi rispetto a ieri. I guariti sono 533. Negli ospedali continuano a scendere i ricoveri che adesso sono 1.373, 3 in meno rispetto a ieri; ma aumentano quelli in terapia intensiva che sono 181, tre in piu’ rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo con 137 casi, Catania 107, Messina 117, Trapani 21, Siracusa 55, Ragusa 13, Caltanissetta 18, Agrigento 6, Enna 4.

Campania, 1.189 contagi, tasso al 12.44%

Sale al 12,44% (contro l’8,89 di ieri) l’incidenza positivi-test in Campania, ma il dato coincide con la riduzione domenicale dei tamponi processati. I nuovi contagi sono 1.189, di cui 55 sintomatici, su 9.555 test eseguiti. Il bollettino dell’Unita’ di crisi segnala 13 vittime, di cui nove decedute nelle ultime 48 ore e quattro risalenti ai giorni precedenti, e 940 guariti. Piu’ cinque le occupazioni di posti in terapia intensiva (da 105 a 110), aumentano anche i ricoveri covid in degenza (1.542 contro i 1.500 del giorno prima).

In Calabria 142 positivi

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 509.214 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 538.810 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 34.333 (+142 rispetto a ieri), quelle negative 474.881. Sono questi i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare, inoltre, -1 terapie intensive, +380 guariti/dimessi e 1 decessi. Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia.

Piemonte, 483 contagiati

In Piemonte sono 483 i nuovi casi di persone risultate positive al coronavirus (di cui 44 dopo test antigenico), pari al 4,8% dei 10.008 tamponi eseguiti, di cui 5529 antigenici. Dei 483 nuovi casi, gli asintomatici sono 209 (43,3%). Sono 12 i decessi, di cui 1 verificatosi oggi. I casi sono così ripartiti: 95 screening, 281 contatti di caso, 107 con indagine in corso; per ambito: 32 Rsa/Strutture socio-assistenziali, 59 scolastico, 392 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 232.790 così suddivisi su base provinciale: 20.739 Alessandria, 12.098 Asti, 8.010 Biella, 31.839 Cuneo, 18.233 Novara, 121.862 Torino, 8.627 Vercelli, 8.379 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1166 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.837 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 148 (+8 rispetto a ieri), quelli in regime ordinario ammontano a 2.036 (19 in più nelle ultime 24 ore). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.090 I tamponi diagnostici finora processati sono 2.621.424 (+10.008 rispetto a ieri), di cui 1.057.584 risultati negativi.

Emilia Romagna, 1.273 contagi e 32 morti

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 228.198 casi di positività, 1.273 in più rispetto a ieri, su un totale di 10.990 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’11,6%, dato che come ieri risente del minor numero di tamponi fatti nei fine settimana, e in gran parte su casi per i quali la positività è attesa. Si registrano 32 nuovi decessi portando il totale a 9.869 vittime. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni.

Da domani, oltre alle nuove forniture di dosi di Moderna e Pfizer-Biontech, si aggiungeranno anche quelle di AstraZeneca. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento. Alle 15 sono state somministrate complessivamente 261.802 dosi, di cui 3.080 oggi; sul totale, 118.972 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 613 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 355 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 494 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40 anni. Sui 613 asintomatici, 382 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 28 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 10 tramite i test pre-ricovero. Per 172 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna, con 290 nuovi casi, e Modena (265); poi Rimini (129), Reggio Emilia (105), Ferrara (101); quindi Cesena (85), Parma (82), Imola (78). Seguono le province di Ravenna (55), Forlì (54), e Piacenza (29)

Coronavirus, a Pescara gli stessi contagi di marzo

«I numeri sono in aumento ormai da giorni e sono alti, simili a quelli di marzo. Rispetto ad allora, però, siamo più preparati. Stiamo gestendo una quantità importante di interventi anche grazie ai mezzi messi a disposizione dall’azienda». Lo dicono al 118 di Pescara a proposito dell’attuale situazione deel contagio da coronavirus.

Il capoluogo adriatico e l’area metropolitana sono le zone più colpite in questa fase della pandemia, con numeri in rapido aumento. Nella provincia di Pescara, negli ultimi sette giorni, sono emersi 1.036 casi di coronavirus, con una media di 148 contagi al giorno, circa 60 dei quali relativi al solo capoluogo adriatico. Sabato, tra l’altro, il Pescarese ha registrato il record di casi accertati in 24 ore, ben 303. Grande lavoro, quindi, per il 118, che si sta occupando non solo di trasportare in ospedale i pazienti che necessitano di ricovero, ma anche di gestire i tanti trasferimenti effettuati negli ultimi giorni, in cui il Covid Hospital di Pescara è al completo. Decine, infatti, i malati trasferiti, in particolare all’ospedale dell’Aquila.

Puglia, 377 positivi, sale il tasso di contagio

In Puglia, su 3.583 test per l’infezione da coronavirus sono stati registrati 377 casi positivi: 142 in provincia di Bari, 31 in provincia di Brindisi, 6 nella provincia BAT, 115 in provincia di Foggia, 61 in provincia di Lecce, 29 in provincia di Taranto, 7 casi di residenti fuori regione sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati registrati 23 decessi: 7 in provincia di Bari, 1 in provincia BAT, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.378.491 test; 75.760 sono i pazienti guariti; 50.285 sono i casi attualmente positivi.

Abruzzo, i contagiati sono stati 184

Sono complessivamente 45592 i casi positivi al coronavirus registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 184 nuovi contagi (di età compresa tra 2 e 94 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 40, di cui 2 in provincia dell’Aquila, 11 in provincia di Pescara, 26 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 5 nuovi casi e sale a 1518 (di età compresa tra 67 e 89 anni, 2 in provincia dell’Aquila, 1 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo). Del totale odierno 3 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 33120 dimessi/guariti (+201 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10954 (-22 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 651966 tamponi molecolari (+1822 rispetto a ieri) e 118183 test antigenici (+17789 rispetto a ieri).

Valle d’Aosta, 3 positivi

Sono 3 i nuovi casi di contagio registrati in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore. Sono 9 i guariti e nessun decesso. Il totale dei positivi, al momento, è di 165 persone di cui: 25 ricoverati (21 all’ospedale Parini e 4 all’Ospedale da campo); 3 in terapia intensiva; 137 in isolamento domiciliare.È quanto emerge dal bollettino diffuso dalla Regione Valle d’Aosta.

Gelo all’aeroporto, rinviato l’arrivo dei vaccini in Campania

Non è arrivata questa mattina la consegna attesa a Napoli delle dosi di vaccino contro il coronavirus per la Campania. La spedizione si è fermata a causa delle piste di atterraggio ghiacciate all’aeroporto di Lipsia, in Germania, si apprende dall’Unità di Crisi della Campania. L’intera spedizione di circa 49.000 vaccini Pfizer, calcolato su sei dosi per flacone, è attesa quindi per domani quando arriverà anche una spedizione di vaccini Moderna. Da mercoledì arriveranno le prime dosi di Astrazeneca. Nella prossima settimana ci sarà un taglio nella consegna perchè i vaccini saranno parametrati in base alla popolazione sopra gli 80 anni di ogni Regione e la Campania ha una popolazione che è tra le più giovani d’Italia. Le dosi saranno comunque garantite per coprire i circa 320.000 ultra 80enni campani

Umbria, 118 positivi e aumentano i ricoveri

Ancora in crescita i ricoverati Covid in Umbria, a oggi 500, 16 in più di ieri, 77 dei quali (+4) in terapia intensiva. Emerge dai dati sul sito della Regione. I nuovi positivi registrati sono stati 190, i guariti 66 e i morti sei (840 in totale). Con gli attualmente positivi a quota 6.902, più 118. I tamponi analizzati sono stati 754 e i test antigenici 1.390. Con un tasso di positivita’ del 25,1 per cento sui molecolari e dell’8,86 totale

San Marino, oggi zero contagi

Sono 233 i casi attivi di Covid nella Repubblica di San Marino. Lo comunica l’Istituto di sicurezza sociale sammarinese. Nelle ultime 24 ore si sono registrate due guarigioni e nessun nuovo contagiato. All’ospedale di Stato sono ricoverate 22 persone delle quali otto si trovano nel reparto di terapia intensiva.

Alto Adige, altri 255 positivi e 5 morti

Cinque morti, 255 nuovi casi di coronavirus su 2.717 tamponi effettuati. Sono 445 i pazienti in ospedalde e 15.547 le persone in quarantena. I laboratori dell’Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.270 tamponi pcr e registrati 177 nuovi casi positivi. Inoltre si rilevano 78 test antigenici positivi su 1.447 effettuati. Negli reparti ospedalieri covid si trovano 250 pazienti, nelle cliniche private 160 e in terapia intensiva 35. Sono 907 le vittime dall’inizio della pandemia in Alto Adige.

In provincia di Siena scoperta variante brasiliana del coronavirus

Sono state identificate alcune mutazioni nel gene Spike del coronavirus specifiche della variante brasiliana in alcuni campioni provenienti dal comune di Chiusi (Siena), analizzati nel laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria senese. Lo rende noto il policlinico di Siena. I risultati, già condivisi con la Regione Toscana e l’Azienda Usl Toscana Sud Est, dovranno essere verificati e validati dall’Istituto Superiore di Sanità dove sono stati inviati i campioni.

«La regione della Spike analizzata – spiega la professoressa Maria Grazia Cusi, direttore di Microbiologia e Virologia Aou Senese – corrisponde a quella riconosciuta dagli anticorpi neutralizzanti, per questo è necessario individuare le varianti. La variante brasiliana sembra più contagiosa del virus normalmente circolante, ma non abbiamo ancora dati specifici sulla sua pericolosità. Il nostro laboratorio è punto di riferimento per tutta l’area vasta sudest anche per le procedure di sequenziamento che sono piuttosto complesse e richiedono alcuni giorni».

Napoli, da febbraio a novembre 5.900 bambini positivi

Su 330.000 bambini a Napoli e provincia, da febbraio a novembre scorsi, 29.600 sono stati analizzati come casi sospetti di Covid-19, mentre 5.900 sono risultati positivi (il 19,9%) al tampone molecolare. È quanto emerge dal primo studio sull’infezione da coronavirus in età pediatrica su Napoli e provincia con una casistica così ampia, condotto dai circa 340 pediatri napoletani della Fimp (Federazione italiana medici pediatri), che hanno effettuato in 10 mesi 6.200 visite nei propri studi (2 al mese) solo per gestire l’ansia e l’angoscia di bambini costretti a casa per le misure anti-Covid.

In Veneto, 442 contagi e 18 morti

Sono 442 i nuovi positivi (ieri 496) e 18 vittime (ieri 28) in 24 ore, questi il bilancio dei contagi di coronavirus in Veneto. I contagiati da marzo salgono a 317.278 e le vittime totali sono 9.299. Oggi stabile sia il dato ricoverati in area non critica (1110), sia in terapia intensiva (153).

Dall’inizio della pandemia morti 312 medici

Salgono a 312 i medici morti in Italia durante la pandemia di coronavirus. Bruno De Luca, medico radiologo, e Roberto Puleo, medico anestesista in pensione che continuava a esercitare, sono gli ultimi due ‘caduti’ aggiunti all’elenco aggiornato dalla Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo).

Speranza: «Con vaccinazione over 80 proteggeremo i più colpiti»

«Con la vaccinazione delle persone con più di 80 anni prosegue l’impegno per proteggere i nostri anziani che sono stati i più colpiti da questa pandemia. Grazie alle donne e agli uomini del Servizio Sanitario Nazionale al lavoro senza sosta per combattere il Covid-19». Lo scrive su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Vaccino Pfizer efficace contro le varianti

Il vaccino Pfizer-BioNTech contro Covid-19 è in grado di resistere almeno a due diverse varianti del coronavirus. Lo dimostra uno studio, condotto su un gruppo di 20 pazienti vaccinati, i cui risultati sono stati pubblicati su Nature Medicine.

Il lavoro, realizzato da un team di ricercatori della University of Texas Medical Branch, Galveston, guidati da Pei-Yong Shi e da Philip Dormitzer, ha permesso di chiarire che il vaccino può stimolare una risposta immunitaria capace di neutralizzare il virus anche nel caso si tratti della variante inglese o di quella sudafricana. Gli autori hanno trovato prove di neutralizzazione dei virus mutanti con lievi differenze. In particolare, la neutralizzazione contro la mutazione E484K (la variante sudafricana) era leggermente inferiore a quella contro la mutazione N501Y

Basilicata, 16 contagi con 204 tamponi

Sono 16 i nuovi casi positivi al Sars Cov2, di cui 15 riguardanti residenti in Basilicata, su un totale di 204 tamponi molecolari registrati ieri in Basilicata. Nelle ultime 24 ore sono decedute tre persone, residenti a Potenza, Lavello e Castelmezzano. I lucani guariti sono 31 a cui si aggiungono altre 5 guarigioni di un periodo precedente.

Puglia, il 30% dei medici non vuole vaccinarsi

«Il rifiuto della vaccinazione tra il personale sanitario ha percentuali preoccupanti, in alcune province si stima circa il 30%, e in tanti stanno addirittura rifiutando il richiamo». Lo ha dichiarato il presidente della commissione Bilancio della Regione Puglia, Fabiano Amati (Pd), parlando di «situazione gravissima» che suggerisce la decisione di portare subito in aula la legge sull’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario.

«Non si può scegliere di contagiare gli altri – prosegue Amati – . Gli operatori sanitari dovrebbero essere i primi a volere l’ampia diffusione della pratica vaccinale, proprio perché sanno meglio degli altri cosa significhi ammalarsi di coronavirus. Per questo – conclude – un rifiuto non può essere interpretato come un atto di libertà individuale, ma come disprezzo della salute altrui. A questo punto l’obbligo mi sembra ancor più indispensabile». La proposta di legge, di cui Amati è promotore, ha già ottenuto il via libera dalla commissione Sanità, ora approderà in Consiglio.

Toscana, 523 positivi: cresce il tasso di contagio

I nuovi casi di contagi da coronavirus registrati in Toscana sono 523 su 7.909 test di cui 5.782 tamponi molecolari e 2.127 test rapidi, con un tasso dei nuovi positivi del 6,61% (12,1% sulle prime diagnosi). Lo ha reso noto Eugenio Giani, presidente della Regione, sulla sua pagina Facebook.

Il dato dei nuovi casi è più basso di ieri (erano 668), ma così anche quello dei test (erano 12.628), con un aumento del tasso di positivi (era del 5,29%).

Leggi anche – Contagio Italia (ieri): meno ingressi in terapia intensiva

Marche, 171 contagi. Tasso al 26.8%

Marche, 171 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Il 26,8% rispetto ai soli 637 tamponi processati all’interno del percorso per le nuove diagnosi. Il giorno precedente, i positivi erano stati 394, il 23% dei 1.715 test effettuati.

Il totale dei positivi dall’inizio della crisi pandemica è salito a 58.312. I nuovi positivi sono stati individuati 58 in provincia di Macerata, 78 in provincia di Ancona, 11 in quella di Pesaro-Urbino, 22 nel Fermano, 1 nel Piceno e 1 fuori regione. Questi casi comprendono 26 soggetti sintomatici, 33 contatti rilevati in ambiente domestico, 48 contatti stretti con positivi, 16 contatti rilevati in ambienti di lavoro, 5 in ambienti di socialità, 3 in ambiente assistenziale, 11 contatti con il coinvolgimento di studenti e 2 contatti rilevati attraverso lo screening nel percorso sanitario; per altri 27 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sempre ieri, sono stati effettuati 119 test antigenici e riscontrati 12 casi di positività (10,1%), che saranno sottoposti al tampone molecolare, e 637 nel percorso guariti, numero che per il secondo giorno consecutivo fa salire il rapporto complessivo positivi/testati al 25,%,rispetto all’13,7%

A Torre Annunziata, 114 contagi in due giorni

Centoquattordici casi in due giorni e attuali positivi che schizzano oltre quota 800. Non si arresta la crescita dei contagi da coronavirus a Torre Annunziata (Napoli). Stando a quanto comunicato dal sindaco Vincenzo Ascione, nelle ultime 48 ore sono stati registrate anche 58 guarigioni. Sulla scorta di questi dati, sale a quota 836 il numero degli attuali contagiati tra i cittadini di Torre Annunziata, 14 dei quali ricoverati. Crescita meno marcata nella vicina Torre del Greco, nella quale nelle ultime 24 ore sono stati segnalati al Centro operativo comunale da Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi regionale cinque nuovi casi di contagio al Covid-19, mentre non e’ stata registrata alcuna guarigione. Si attesta a 605 il numero degli attuali positivi, 29 dei quali sono ospedalizzati.

Vaccino, alle 12 somministrate 2.555.524

Sono 2.555.524 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate in Italia, l’88.4% del totale di quelle consegnate (2.890.575, di cui 2.777.775 Pfizer/BioNTech e 112.800 Moderna). La somministrazione ha riguardato 1.608.339 donne e 947.185 uomini. E’ quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l’emergenza sanitaria aggiornato alle 8.30 di oggi. Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate nei 293 punti di somministrazione regionale a 1.771.857 operatori sanitari, 502.056 unita’ di personale non sanitario, 261.823 ospiti di strutture residenziali e 19.788 over 80.

Ancona, nella metà dei tamponi c’è la variante inglese

«La variante inglese del coronavirus è sicuramente più contagiosa, ma non più patogena». Lo ha dichiarato Stefano Menzo, direttore del Laboratorio di Virologia dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, dopo la scoperta di alcuni casi nelle scuole di Tolentino, Pollenza e Castelfidardo.

«Che sia più contagiosa lo abbiamo già visto – spiega – dal primo caso (a Loreto, poco prima di Natale, ndr), si è diffusa rapidamente in provincia di Ancona e in città: è presente in circa metà dei tamponi processati nell’Anconetano». Che non abbia una maggiore carica patogena, «lo hanno detto anche i colleghi inglesi, che studiano questa variante da prima di noi». Nelle Marche invece, al momento, «non risultato presenti altre varianti, come quella brasiliana o la sudafricana».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie