Coronavirus mondo. USA, vaccini in viaggio verso l’Europa

Il vaccino Pfizer contro il coronavirus non è stato ancora definitivamente approvato dalle agenzie, ma intanto già è in viaggio da ieri verso l'Europa. La Spagna ha presentato il piano economico per il rilancio del paese mentre nel Regno Unito è stato eletto un Sottosegretario ai Vaccini.

coronavirus-mondo-28-novembre-2020
Le ultime notizie sulla diffusione del contagio in Europa e nel mondo. I vaccini Pfizer sono in viaggio verso l'Europa in attesa dell'autorizzazione delle agenzie.
4' di lettura

Ieri sono iniziate le operazioni di trasporto del vaccino contro il coronavirus della Pfizer dagli Stati Uniti d’America all’Europa. Non ci sono ancora le approvazioni né della FDA (Food and Drug Administration) americana né dell’EMA (European Medicines Agency) europea, ma le parti hanno deciso di anticipare i tempi.

A occuparsi del traporto dei vaccini dagli USA al Belgio è la compagnia aerea United Airlines. A bordo dei velivoli i vaccini saranno caricati in valigette frigo che, una volta sulla terraferma, saranno caricate su camion diretti in tutta Europa.

È stato ieri che la United Airlines ha cominciato a fare la spola tra i due continenti. La compagnia ha anche ricevuto un particolare permesso che le consente di portare a bordo il doppio del ghiaccio secco solitamente consentito, questo aumenterà la capacità di trasporto dei vaccini.

Molto probabilmente la catena di distribuzione, essendo di carattere globale, avrà come vettore fondamentale gli aerei e solo in un secondo momento il traporto su gomma ultimerà le consegne. Ecco perché anche le altre compagnie aeree già stanno cominciando ad attrezzarsi.

coronavirus-mondo-united-airlines
La United Airlines porterà i vaccini Pfizer dagli Stati Uniti all’Europa.

Regno Unito

Esplosiva la situazione politica del Regno Unito, dove martedì si voterà in parlamento per decidere se confermare il sistema di restrizioni su tre livelli che andrà a sostituire l’attuale lock-down totale del paese.

L’opposizione di Johnson crede che questa non sia una strada percorribile perché i danni economici supererebbero i benefici per la salute. Ed ecco che anche alcuni membri del partito conservatore (Tory) hanno già annunciato che voteranno contro le risoluzioni governative.

Misure che secondo l’esecutivo sono necessarie per permettere al sistema sanitario di rifiatare. Ci sono infatti 16mila persone ricoverate per coronavirus in ospedale, numero non molto inferiore al picco di 20mila registrato nel mese di aprile.

Intanto è stato eletto un Sottosegretario ai Vaccini, per meglio gestire il nuovo piano vaccinale che, secondo indiscrezioni, dovrebbe partire per medici e infermieri fra non più di dieci giorni.

Spagna

Questa mattina il premier spagnolo, Pedro Sanchez, ha presentato il piano economico per rilanciare il paese dopo la crisi derivata dall’epidemia di coronavirus: «La Spagna che ci meritiamo 2021-2026».

Gran parte di questo piano riguarda i 72 miliardi di fondi europei che arriveranno in tre anni a sostegno della transizione ecologica, della digitalizzazione, della parità di genere e della coesione sociale. Dodici miliardi saranno invece investiti in politiche verdi e aumenti del 150% al commercio, al turismo e al settore sanitario.

Alla fine della conferenza stampa Sanchez ha invitato i concittadini a «regalare sicurezza contro il Covid a Natale», esortando gli spagnoli a essere prudenti durante le feste per contribuire al tentativo di limitare il più possibile il contagio del virus.

Germania

La Germania ha deciso di prorogare il «lockdown leggero» fino a prima della settimana di Natale. Una scelta che è piaciuta alla comunità scientifica. È piaciuta meno quella di porre un tetto di massimo dieci persone per le riunioni famigliari.

Secondo i medici, ma anche secondo il governo del vicino Belgio, è una scelta azzardata, dato che è dimostrato che il virus tende a propagarsi proprio in contesti famigliari quando ci sono più persone al chiuso e in stretto contatto tra loro.

Nonostante questi timori, la strada sembra ormai segnata anche perché, prima di trovare la quadra, ci sono state settimane di mediazione tra la cancelliera Angela Merkel e i vari governatori dei Laender.

La linea di rigore tornerà dopo le feste natalizie e a confermarlo è il ministro dell’economia Peter Altmeier, che ha preannunciato la possibilità che questo tipo di lockdown si protragga fino alla primavera, a prescindere dalle vaccinazioni.

Argentina

Sembra che l’Argentina sia sulla buona strada per uscire dall’emergenza sanitaria. Il lockdown di due settimane è finito, visto che i casi sono finalmente scesi di oltre il 30%.

La situazione è rientrata in gran parte del paese, anche nella periferia di Buenos Aires, una delle zone più colpite dal coronavirus nei giorni scorsi. Ci sono solo due zone ancora in regime restrittivo: San Carlos de Bariloche e Puerto Deseado.

A renderlo noto è il presidente, Alberto Fernandez, che ha però sottolineato che rimarrà l’obbligo del distanziamento sociale preventivo. Inoltre, tra gennaio e marzo, il piano vaccinale prevede la somministrazione a 13 milioni di persone, circa un quarto di tutta la popolazione nazionale.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie