Salerno. Il sindaco chiude Lungomare e Villa Comunale

Il primo cittadino ha seguito il consiglio del governatore De Luca. Altri sindaci di capoluoghi campani non si sono mossi nella stessa direzione. «Ognuno si assumerà la responsabilità per quello che ha fatto»

2' di lettura

Il lungomare di Salerno è stato chiuso, anche la Villa Comunale. Se serve potrebbe essere chiuso anche il centro storico. Il sindaco, Vincenzo Napoli, ha dato seguito al suggerimento espresso ieri dal presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca e sbarrato l’accesso a due dei luoghi più frequentati dai salernitani, d’estate come d’inverno. Resteranno off limits per tutti i fine settimana fino al 3 dicembre.

Se serve chiudiamo anche il centro storico

«Sembra bizzarro – spiega il sindaco di Salerno – che non si possa passeggiare sul lungomare soprattutto in una giornata soleggiata come questa, ma è necessario adottare questa misura. Purtroppo il dato dell’epidemia ci consiglia comportamenti severi e categorici. Abbiamo chiuso lungomare e villa comunale ma se serve chiuderemo altri luoghi, magari quelli deputati alla movida».

A Santa Teresa c’è sempre un muro umano

«Verificheremo stasera che succede e dopo, eventualmente, prenderemo altre decisioni. La spiaggia di Santa Teresa è famosa per la sua bellezza ma anche per gli assembramenti. Si verificano assembramenti da muro umano e in questo momento non possiamo permettercelo».

A Salerno aumento esponenziale del contagio

«Si registrano a Salerno dati relativamente rassicuranti – continua Napoli – ma la curva dei contagi si può modificare in maniera catastrofica da un momento all’altro. Dall’1 al 3 novembre avevamo sei contagi, ieri ne registravamo 47. In pochi giorni sono aumentati in maniera esponenziale».

Mi appello al buonsenso di tutti

«Mi appello, ancora una volta, ai miei concittadini affinché adottino atteggiamenti responsabili. Così è stato in passato, per la maggior parte di loro, e così deve essere anche oggi. Senza la collaborazione di tutti non ci sarà esercito che possa tenere sotto controllo tutto».

Gli altri sindaci: ognuno si assume le sue responsabilità

La misura, ovvero la chiusura preventiva dei dei luoghi della movida e delle passeggiate, non sembra sia stata adottata da altri sindaci campani, cioè non hanno seguito il consiglio del governatore De Luca.

«Ognuno – ha concluso Napoli – si prenderà la responsabilità dei propri atti. Noi, intanto, facciamo l’impossibile per tenere sana Salerno».

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie