Coronavirus, cosa devi sapere sui sintomi lievi e moderati

Coronavirus: tutto quello che c'è da sapere sui sintomi lievi e moderati della malattia, quanto durano e fino a quando si è contagiosi per gli altri. L'infezione a lungo raggio, quando i sintomi durano mesi. E a che età si è più contagiosi. Quando preoccuparsi per l'evoluzione dell'infezione.

5' di lettura

Come sapete l’infezione da coronavirus può causare una discreta varietà di sintomi, dalla febbre, alla tosse, alla perdita di olfatto e gusto.

Molti sviluppano una infezione lieve e con pochi sintomi, altri possono ammalarsi in modo più serio. I sintomi più gravi li conoscono tutti, soffermiamoci su quelli che vengono ritenuti lievi o moderati.

I sintomi tipici dell’infezione da coronavirus

I tre sintomi più comuni della infezione da coronavirus sono:

  • febbre
  • tosse
  • affaticamento

Gli altri includono:

  • fiato corto
  • perdita dell’olfatto o del gusto
  • dolori muscolari e dolori
  • mal di testa
  • gola infiammata
  • naso che cola o chiuso
  • sintomi digestivi, inclusi nausea, vomito o diarrea

C’è un ordine per la comparsa dei sintomi?

La comparsa dei sintomi varia da persona a persona. Ma i primi, secondo una casistica ormai consolidata, sono:

  • febbre
  • tosse
  • nausea o vomito
  • diarrea

Sintomi lievi e gravi

La gravità dei sintomi da infezione di coronavirus è stata suddivisa in tre categorie: lieve, moderata e grave.

Malattia lieve. Una persona ha uno qualsiasi dei sintomi da infezione da coronavirus ma non avverte mancanza di respiro.

Malattia moderata. Una persona può avere una malattia che colpisce le vie respiratorie inferiori, come la polmonite, ma i livelli di ossigeno restano al di sopra del 94%.

Malattia grave. Una persona ha livelli di ossigeno nel sangue inferiori al 94%, una frequenza respiratoria molto alta e segni di grave malattia polmonare.

L’81% delle persone con infezione da coronavirus sviluppa una malattia lieve o moderata. E quasi tutti i pazienti che presentano una sintomatologia di questo tipo possono essere curati a casa.

La cosa importante, comunque, è continuare a monitorare i sintomi. Anche se sono lievi possono peggiorare.

Asintomatici

C’è un 20% delle persone che sono contagiate dal coronavirus che potrebbero non avere nessun tipo di sintomo. Molti asintomatici, per ovvie ragioni, non sanno di aver contratto il virus. Ma possono comunque diffondere il virus. Anche per questo è importante indossare le mascherine e mantenere la distanza di sicurezza.

Olfatto e gusto

Un altro sintomo dell’infezione da coronavirus è la perdita dell’olfatto o del gusto. È abbastanza comune, colpisce circa il 40% delle persone contagiate. Questi sintomi sono frequenti in chi ha sviluppato una infezione di tipo lieve o moderata, spariscono entro sei mesi dalla fine della malattia. Il sintomo potrebbe comparire prima di altri quando si è colpiti dal coronavirus.

Senza tosse

La tosse è il sintomo più comune per le persone che hanno contratto il coronavirus, ma c’è anche la possibilità che questo sintomo non si manifesti.

Cosa sapere sulla progressione della malattia

Lo sviluppo della malattia può passare da lieve a moderata o grave. In genere accade sette giorni dopo la comparsa dei primi sintomi. L’intervallo di tempo tra l’insorgenza dei primi problemi e le difficoltà respiratorie varia tra i 5 e gli 8 giorni.

Nelle persone che si ammalano in modo grave, il periodo tra i primi sintomi e il ricovero in una terapia intensiva è compreso tra i 9 e i 12 giorni.

I tempi di recupero da una infezione da coronavirus variano da persona a persona, e dipendono da molti fattori: età e presenza di altre patologie.

Durata covid lieve o moderato

Le ricerche sugli effetti del coronavirus sono state indirizzate in particolare sulla malattia grave. Non ci sono molte informazioni e studi sulla durata dell’infezione da coronavirus per le persone che hanno sviluppato una sintomatologie lieve o moderata.

Una piccola ricerca ha comunque dimostrato che la durata media dall’insorgere del primo sintomo è di circa 9 giorni.

Sintomi a lungo raggio

Ci sono state comunque persone che, a prescindere dalla gravità della malattia, hanno avuto sintomi persistenti per settimane o mesi. Questi casi sono noti come covid a lungo raggio.

Alcuni esempi di sintomi del covid a lungo raggio includono:

  • fatica
  • fiato corto
  • dolori articolari
  • dolore al petto o palpitazioni
  • confusione o cervello annebbiato

Si sa ancora ancora molto poco su come e perché compaiono i sintomi da coronavirus a lungo raggio.

Per quanto tempo si è contagiosi?

L’esatta quantità di tempo in cui una persona è contagiosa non è ancora del tutto chiara.

Diversi studi hanno accertato queste variabili:

La quantità di virus trovata nel tratto respiratorio superiore (naso e gola) ha raggiunto il picco nei primi 3-5 giorni di malattia.

In altre ricerche, il virus vivo è stato facilmente isolato dai campioni respiratori nelle prime fasi, dopo 8, 9 giorni non è stato più possibile.

Le persone con malattie più gravi sembrano diffondere il virus per un periodo più lungo.

Le persone che hanno più di 60 anni sembrano diffondere il virus più a lungo rispetto a quelle più giovani.

Dopo quanto tempo si può stare vicino ad altre persone?

Per essere di nuovo tra gli altri senza aver timore di contagiare le persone dovrebbero essere soddisfatti questi tre criteri (tutti e tre):

Devono essere trascorsi almeno 10 giorni dalla comparsa dei primi sintomi.

Il paziente deve aver trascorso 24 ore senza febbre e senza usare farmaci che riducono la febbre.

Gli altri sintomi devono essere tutti in netto miglioramento. L’unica eccezione è la perdita dell’olfatto e del gusto, che può durare per settimane o mesi dopo il recupero.

Chi è risultato positivo senza avere sintomi, puoi restare vicino ad altri se sono passati 10 giorni dal test positivo.

Quando è necessario il ricovero

Come abbiamo visto l’infezione da coronavirus può progredire in una grave malattia. Alcuni dei segni premonitori di una malattia grave a cui prestare attenzione includono:

  • respirazione difficoltosa
  • dolore o pressione al petto che non va via
  • colore blu sul viso o sulle labbra
  • confusione
  • problemi a restare sveglio
  • essere insensibile o incapace di svegliarsi

Se si presenta uno di questo sintomi è necessario chiamare il soccorso di emergenza.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie