Coronavirus, questi sono i sintomi più comuni della variante

Coronavirus, i sintomi più che si manifestano con più frequenza nella variante inglese differiscono da quelli del ceppo tradizionale del coronavirus. La tosse è quello più comune, mentre è più rara la perdita di olfatto e gusto. I risultati di uno studio effettuato su 6mila pazienti in Inghilterra.

2' di lettura

La variante inglese si sta diffondendo in Italia come nel resto d’Europa. Della mutazione quello che si sa e che è più contagiosa, ma quali sono i sintomi, sono gli stessi o differiscono dal tipo di infezione da coronavirus che abbiamo imparato a conoscere in questi dodici mesi?

La variante del coronavirus ha più o meno gli stessi sintomi del ceppo tradizionale, ma alcuni ricorrono con maggiore frequenza. In particolare tosse, affaticamento, mal di gola e dolore muscolare. Sono questi i principali segnali che caratterizzano l’infezione causata dalla variante inglese del coronavirus.

Sintomi tipici del ceppo tradizionale del coronavirus, come la perdita di gusto e olfatto, sono infatti meno comuni nella mutazione. Sono invece comuni a entrambi il mal di testa, mancanza di respiro, diarrea e vomito.

Lo studio inglese

Lo conferma uno studio realizzato in Inghilterra su un campione casuale di 6mila persone che hanno eseguito il test tra metà novembre e metà gennaio. Il team ha analizzato i sintomi segnalati fino a una settimana prima di un test positivo per la nuova variante o il ceppo tradizionale del coronavirus.

I sintomi più comuni nella variante inglese

Tra le 3.500 persone infettata dalla nuova variante questi erano i sintomi più comuni:

Il 35% ha riportato una tosse

Il 32% ha avuto affaticamento

Il 25% aveva dolori muscolari e dolori

Il 22% aveva mal di gola

Il 16% ha perso il gusto

Il 15% ha avuto una perdita dell’olfatto

I sintomi più comuni nel ceppo originale

Tra 2.500 persone con il ceppo originale:

Il 28% ha riportato una tosse

Il 29% era affaticato

Il 21% aveva dolori muscolari e dolori

Il 19% aveva mal di gola

Il 18% ha perso il gusto

Il 18% ha avuto una perdita dell’olfatto

«Le mutazioni nella nuova variante hanno reso il ceppo più contagioso – ha dichiarato al Science Media Center Lawrence Young, un virologo dell’Università di Warwick -. I pazienti che contraggono la variante britannica sembrano produrre cariche virali più elevate il che potrebbe portare a un’infezione più diffusa nel corpo e potrebbe spiegare le percentuali più elevate di tosse, dolori muscolari e affaticamento».

«Alcuni di questi cambiamenti in diverse parti del coronavirus – ha concluso – potrebbero influenzare la risposta immunitaria del corpo e anche influenzare la gamma di sintomi associati all’infezione».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie