Coronavirus. La mutazione dei visoni trovata in 7 nazioni

Coronavirus. La mutazione riscontrata nel visone in Danimarca è stato ora individuata in altre sei nazioni: Danimarca, Belgio, Sudafrica, Svizzera, Isole Faroe, Russia e Stati Uniti. La mutazione preoccupa perché potrebbe rendere inefficaci i vaccini che sono quasi pronti per essere distribuit9i alla popolazione.

Coronavirus. La mutazione dei visone trovata in 7 nazioni
Coronavirus: la mutazione riscontrata nel visone in Danimarca è stata accertata in altre sei nazioni e preoccupa perché potrebbe rendere inefficaci i vaccini.
4' di lettura

In sette Paesi sono state segnalate mutazioini del coronavirus legate al visone. Sono Danimarca , Paesi Bassi, Sudafrica, Svizzera, Isole Faroe, Russia e Stati Uniti. I risultati sono stati resi noti in una recente ricerca scientifica. Le varianti sono state trovate ripetutamente nel visone e ora anche nell’uomo.

Qualche settimana fa la Danimarca, che è il più grande produttore al mondo di pellicce di visone, ha avviato iniziato l’abbattimento di tutti gli animali. In Danimarca, per essere precisi, i visoni sono il triplo degli esseri umani.

Una minaccia gravissima per i vaccini

Ci sono state molte polemiche, ma l’ente della sanità pubblica danese (lo Statens Serum Institut SSI), ha dimostrato che una variante del coronavirus trovata sul visone, e chiamata C5, era più difficile da neutralizzare per gli anticorpi. Il che significa, una minaccia gravissima per l’efficacia di tutti quei vaccini che si apprestano a essere approvati e distribuiti alla popolazione.

Fino a qualche giorno fa non c’erano segnalazioni di varianti del coronavirus “di visone” diffuse negli essere umani fuori dalla Danimarca. Poi gli scienziati hanno caricato il sequenziamento del coronavirus e le informazioni su Gisaid, un database globale, e verificato che ci sono segni evidenti di varianti “visone” in tutto il mondo.

Perché è così contagioso nel visone?

Non è chiaro perché il virus sia così contagioso in questi animali. Ciò che è chiaro è che quando i virus infettano il visone d’allevamento – ospitato ad alta densità e in gran numero – ciò può provocare un’enorme amplificazione del coronavirus, con un alto rischio di infezione sia per gli esseri umani che per gli animali.

«Sapevamo – ha dichiarato Francois Balloux, direttore dell’Istituto di Genetica dell’Università di Londra al Guardian – che c’erano queste varianti di visone in sette paesi, ma avevamo solo 20 genomi di ciascuno, ossia molto pochi. Poi la scorsa settimana i danesi hanno caricato 6.000 sequenze genomiche e con quelle siamo stati in grado di identificare più di 300 delle varianti di visone Y453F nei coronavirus che hanno infettato gli esseri umani in Danimarca».

Necessario distruggere gli allevamenti

Dopo questa scoperta è stata ritenuta necessaria la decisione di abbattere i visoni.

«Un serbatoio ospite più grande – ha dichiarato Balloux – significa più infezioni negli esseri umani. Il punto principale qui, penso, è che sebbene la mutazione potrebbe non essere spaventosa, ci sono comunque ottime ragioni per sbarazzarsi del serbatoio di visone. Semplicemente non ne abbiamo bisogno».

La prevalenza delle mutazioni del coronavirus collegate al visone sono evidenti nel database Gisaid.

«La Danimarca – ha dichiarato il professor Seshadri Vasan che ha analizzato il database con tutte le mutazioni del virus nel visone – ha 329 sequenze di varianti F, che corrispondono approssimativamente ad altrettanti individui, anche se potrebbero esserci alcuni duplicati. I Paesi Bassi ne hanno sei. Il Sudafrica e la Svizzera ne hanno due ciascuno, mentre le Isole Faroe, la Russia e gli Stati Uniti ne hanno uno ciascuno».

La diffusione di queste varianti, tutte provenienti dalla Danimarca, è stata possibile, presumibilmente, per il movimento di persone, animali o merci. E’ così che la variante F dalla Danimarca è arrivata in altri Paesi.

Quello che è impossibile stabilire, al momento, è quando sua avvenuta la diffusione.

Non sempre le mutazioni sono un problema

E’ giusto dire che i virus mutano e le varianti non sempre sono un problema. Nel caso riscontrato nel visone non è ancora stato possibile stabilire se la mutazione sia avvenuta prima nel visone o nell’uomo.

C’è comunque la possibilità, non certo remota, che la variante del coronavirus riscontrata sui visoni possa essere pericolosa.

Lo spiega bene proprio Joanne Santini: «Più varianti aggiuntive nella proteina spike potrebbero avere implicazioni sulla virulenza del coronavirus per gli esseri umani e anche per gli animali. Tutto questo potrebbe rappresentare una minaccia per l’efficacia dei vaccini candidati».

E le prime osservazioni degli scienziati del Csiro dimostrano la possibilità di un’ampia diffusione del coronavirus tra esseri umani e animali.

Al momento la Danimarca è stato l’unico Paese a ordinare l’abbattimento degli animali in tutto il territorio nazionale. In Belgio, Spagna e Grecia si stanno uccidendo tutti i visoni infettati dal coronavirus. Test obbligatori sui visoni sono iniziati anche in Polonia.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie