Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità » Salute / Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile

Cosa fare se mi tolgono l'invalidità civile: quali sono le procedure da attivare se dopo la visita di revisione si perde il beneficio.

di The Wam

Marzo 2022

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile? Può accadere e in diversi casi. Anche durante la visita di revisione, la commissione infatti potrebbe revocare l’invalidità o abbassare la percentuale. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

In questo articolo ci chiediamo proprio se il ricorso è possibile dopo una visita di revisione. E, nel caso, quali sono i passi da muovere e come comportarsi.

Partiamo da una certezza: è possibile fare ricorso anche per contestare l’esito di una visita di revisione.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Le ultime notizie su invalidità civile, legge 104, bonus e agevolazioni

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile: accertamento preventivo

La procedura da seguire è la stessa che si adotta contro i verbali degli accertamenti sanitari ritenuti ordinari. Il che significa che prima ancora di muovere causa davanti al tribunale, il cittadino deve sottoporsi a un accertamento tecnico preventivo.

Serva a verificare nel dettaglio le condizioni sanitarie di chi presenta ricorso. E può già dare una indicazione sulle possibilità o meno di successo della causa.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile: due tutele

Nel processo che deve accertare l’invalidità civile sono previste due forme di tutela per i cittadini:

Tutte le tabelle per l’invalidità civile suddivise per patologie con le relative percentuali

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile: giudizio sanitario

Vediamo prima come funziona il ricorso contro il giudizio sanitario espresso dalla commissione medica che deve accertare l’invalidità.

La prima cosa sono i termini: è possibile presentare ricorso entro i sei mesi dalla decisione della commissione. Non è possibile andare oltre. Dopo i 6 mesi decade il diritto e a quel punto è possibile solo presentare una nuova domanda amministrativa.

L’accertamento tecnico preventivo, di cui parlavamo prima, è stato introdotto il primo gennaio del 2012. Serve a ridurre il contenzioso. Ovvero: può aprire le porte a un accordo di conciliazione senza arrivare al giudizio (e quindi al procedimento in aula).

L’accertamento serve a stabilire le condizioni sanitarie del paziente e verificare se il suo ricorso è legittimo. Vale per tutti i giudizi che riguardano l’invalidità civile, la cecità, la sordità, l’handicap e la disabilità.

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile: il Ctu

Come detto la richiesta di accertamento tecnico preventivo deve essere effettuata dai cittadini che hanno intenzione di impugnare il verbale sanitario. Ovviamente, e ci ripetiamo, prima di iniziare il contenzioso giudiziale.

A questo punto è il giudice che affida il compito al Consulente tecnico d’ufficio (Ctu). Il professionista scelto dal magistrato viene affiancato da un medico legale dell’Inps.

Al termine dell’accertamento il giudice fissa un termine non superiore ai 30 giorni: entro quell’arco temporale le parti devono dichiarare se hanno intenzione di contestare o meno le conclusioni del Ctu.

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile: omologazione

Se non ci sono contestazioni, il giudice può disporre l’omologazione dell’accertamento. A questo punto non è più possibile impugnare o modificare la decisione.

Se invece una delle parti (il cittadino o l’Inps) ritiene che le conclusioni del Ctu non siano rispondenti al vero, si deve necessariamente aprire il giudizio. E viene depositato il ricorso introduttivo che deve contenere i motivi della contestazione. Se i motivi non sono specificati il ricorso introduttivo viene dichiarato illegittimo.

Cosa fare se mi tolgono l’invalidità civile: benefici economici

È diverso invece il ricorso amministrativo. Viene ammesso solo contro i provvedimenti di rigetto o di revoca dei benefici economici. Non si discute quindi dei requisiti sanitari.

I benefici economici sono spesso legati alla residenza, al reddito o alla cittadinanza della persona interessata.

I ricorsi amministrativi devono essere effettuati solo per via telematica (in questo caso non si può ricorrere a un giudice):

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1