Covid a scuola: isolati solo i sintomatici

Covid a scuola: isolati solo i sintomatici in classe e via il sistema delle fasce è la proposta delle Regioni al governo e non la sola, vediamo. I presidenti chiedono della normalizzazione anche per la nuova situazione epidemiologica con Omicron.

4' di lettura

Covid a scuola: isolati solo i ragazzi sintomatici e via il sistema delle fasce. La proposta arriva dalle Regioni, che hanno anche chiesto al governo di escludere dal bollettino dei ricoveri i pazienti che entrano in ospedale affetti da altre patologie.(entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

L’obiettivo dei governatori, che stanno dando una spinta forte all’esecutivo, è quello di tutelare i ragazzi e le loro famiglie, ma anche quello di normalizzare la situazione.

In tutto il documento che i presidenti delle Regioni contiene sette punti. Sarà trasmesso nelle prossime ore al ministro della Salute, Roberto Speranza, e a tutti gli altri ministri competenti, a cominciare da quello dell’Istruzione.

Covid a scuola: normalizzazione

«Dobbiamo guadare al futuro», è la sintesi dei governatori. E par farlo «bisogna procedere velocemente verso una normalizzazione che consenta una ripresa più ordinata e il rilancio del nostro Paese».

La posizione dei presidenti di Regione è unanime. Dalla Val d’Aosta alla Sicilia.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Covid a scuola: non contare gli asintomatici

Il discorso è piuttosto semplice: si chiede di rivedere le misure che riguardano la sorveglianza sanitaria. In pratica: dividere i positivi asintomatici da quelli con sintomatologia correlata. Per avere, evidentemente, un quadro più fedele sugli effetti reali della pandemia sulla salute delle persone.

Covid a scuola: fine tracciamento

I governatori ritengono a questo punto del tutto inutile, vista la grande diffusione della variante Omicron, il tracciamento dei positivi. Converrebbe – sostengono – impiegare energie e risorse per cercare di contrastare in modo più efficace il virus.

Covid a scuola: stop sistema a colori

La conseguenza di questa rimodulazione è anche la fine definitiva del sistema a colori per evidenziale le zone a rischio nel Paese. La sorveglianza sanitaria, ritengono, deve essere prevista solo per le persone che manifestano dei sintomi.

Covid a scuola: studenti contagiati

Questo ragionamento ha portato poi i presidenti delle Regioni a discutere della scuola. I contagi sono molti e molte le classi costrette alla didattica a distanza. Ma il nuovo quadro epidemiologico, con la mutazione Omicron che è sì altamente contagiosa, ma anche meno aggressiva di Delta, soprattutto se incrocia persone che sono vaccinate, impone una nuova regolamentazione in caso di studenti contagiati.

L’analisi dei governatori è semplice, così come la conclusione: inutile sostituire le attività scolastiche in presenza con la dad quando bambini e ragazzi sono vaccinati e non ci sono sintomi».

Su questo punto, hanno aggiunto i governatori, «c’è bisogno di un intervento chiaro da parte del governo a tutela delle famiglie e della scuola. Il Covid si può combattere e semplificare allo stesso tempo la vita delle persone con regole chiare».

Covid a scuola: tre interventi

Per farlo tre sono le soluzioni per evitare interruzioni continue delle lezioni in presenza:

  • in isolamento solo gli studenti positivi e sintomatici:
  • sospensione del tracciamento dei contatti;
  • mantenimento dell‘autosorveglianza.

Covid a scuola: cambiare il bollettino

L’altra questione, come accennato, riguarda il bollettino quotidiano. I governatori ritengono necessario rivedere la classificazione dei ricoveri. Propongono, e non sono i soli, di escludere dal conteggio dei ricoveri i pazienti che sono entrati in ospedale per altre patologie e solo dopo risultati positivi.

Questi pazienti non dovrebbero essere conteggiati tra i “casi di covid con ricovero ospedaliero”.

Covid a scuola: lavoratori essenziali

I governatori hanno anche chiesto di aggiornare le misure di isolamento che sono previste per i lavoratori dei servizi essenziali. Ovvero: ridurre a 3 i giorni di isolamento dall’inizio dei sintomi più altri 3 giorni con l’obbligo di mascherina per favorire l’autosorveglianza.

Covid a scuola: turismo

Ma non solo. L’ultimo punto proposto dai governatori riguarda il turismo, che viene troppo penalizzato dalle attuali regole.

Chiedono di riconoscere la Certificazione verde in corso di validità che viene rilasciata da un Paese dell’Unione Europa, lasciando l’obbligo del tampone solo per quei visitatori che hanno un green pass con una scadenza più lunga rispetto a quella prevista in Italia.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie