Covid, a Caldoro non piacciono le multe: puniscono i commercianti

Il candidato del centrodestra alla Regione attacca De Luca sulle super multe per le mascherine. “Così scarica tutto sui cittadini”, ha dichiarato l'esponente di Forza Italia. Polemizza con il governatore anche Cirielli che non ha apprezzato il richiamo di De Luca alle forze dell'ordine che avrebbero smesso di fare controlli

2' di lettura

Sarà per la campagna elettorale o per intima convinzione, ma a Stefano Caldoro, candidato per il centrodestra alle prossime regionali, e quindi sfidante ufficiale insieme a Valeria Ciarambino di Vincenzo De Luca, le multe per chi non indossa o non fa indossare le mascherine nei locali proprio non piacciono.

Una vessazione a carico di commercianti

Le ritiene una vessazione a carico dei commercianti, già colpiti duramente dalla pandemia.

“Dopo il delivery, ecco la supe rmulta – ha dichiarato Caldoro -: la gestione del Coronavirus secondo De Luca si riduce alla punizione sistematica di negozianti e commercianti, le due categorie più colpite dalla crisi”.

De Luca insulta e vessa

“Usare la mascherina – continua Caldoro – è un dovere morale e civile, ma De Luca è ultimo in Italia per tamponi e per nascondere questa realtà si concentra solo sulle mascherine, scaricando tutto su cittadini e imprese. La Regione Campania deve offrire assistenza e servizi ai cittadini. E invece De Luca insulta, multa e vessa. Unico in Italia. Così si colpisce duramente l’economia della nostra Regione”. “Sindaci e Presidenti di Provincia usino tutti i mezzi per limitare gli effetti di questa ordinanza consigliando dialogo e buon senso, la prevenzione è cosa seria e non è uno spot continuo”.

Inaudito attacco alle forze dell’ordine

A polemizzare con il governatore anche il deputato campano di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli.

“De Luca la smetta con lo scaricabarile. Se la situazione dei contagi in Campania sta peggiorando è solo colpa delle politiche scellerate sue e del Governo nazionale di cui fa parte anche il suo partito, il Pd».

«Attaccare le Forze dell’ordine – ha continuato Cirielli – , come ha fatto De Luca, è una scorrettezza inaudita, una mancanza di rispetto senza precedenti, che soltanto un esponente del Pd poteva fare. I nostri uomini e le nostre donne in divisa vanno ringraziati per ciò che hanno fatto durante il lockdown e per quello che stanno continuano a svolgere, quotidianamente, con abnegazione e sacrificio, per tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini campani. De Luca si scusi, dunque, con le Forze dell’ordine. Pensi, piuttosto, alle migliaia di stranieri (molti dei quali risultano contagiati dal Covid) che il suo Governo nazionale Pd-M5S fa entrare ogni giorno nella nostra Nazionale e di conseguenza anche nella nostra regione».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie