Covid Campania. Triplicati i contagiati in un mese. Focolai nel Cilento

I numeri sono impietosi e indicano una curva di contagi in grande sviluppo. A Salerno, Pisciotta e Agropoli i casi da seguire con maggiore attenzione. Continuano le super multe mentre il sindaco del capoluogo salernitano replica alle accuse di gestione elettorale dell'emergenza Covid, Ma ci sono anche comuni a contagio zero che si muovono sulla prevenzione.

Covid Campania. Triplicati i contagiati in un mese. Focolai nel Cilento
La crescita dei contagi in Campania è evidente: colpita soprattutto la città di Salerno e la costiera Cilentana dove sono state adottate notevoli misure di prevenzione e fioccano le super multe.
4' di lettura

In soli trenta giorni i contagiati in Campania sono triplicati. Dai 115 di giugno ai 236 registrati a luglio. Con un crescendo che è stato evidente soprattutto nelle ultime due settimane. Le persone attualmente positive sono in tutto 365, tre volte in più rispetto al 20 giugno (125).

La curva dei contagi in evidente ascesa

Numeri che raccontano una evidenza, l’aumento dei contagi, e disegnano una curva in costante crescita. Inutile dire che la nuova diffusione del virus non può che essere legata alla fine delle restrizioni e a un certo rilassamento rispetto al distanziamento sociale e all’uso dei dispositivi di sicurezza (se preferite mascherine). Oltre naturalmente alla stagione estiva che induce a uscire di casa e facilita gli assembramenti.

Come nel resto d’Europa, anzi lì è peggio

E’ quello che sta accadendo in tutta Europa. E altrove la situazione è notevolmente più grave e rischia di sfuggire di mano, come in Spagna e Belgio. Mentre in Germania e Francia c’è grande preoccupazione. Noi stiamo messi meglio, ma dovremmo iniziare subito a rispettare le norme, altrimenti il pericolo di una ripresa delle infezioni, e con numeri più importanti, potrebbe diventare concreto.

I focolai di Covid nel Cilento

In Campania a destare maggiore allarme sono i focolai esplosi nel Cilento, in provincia di Salerno, dove in questo momento ci sono molti villeggianti. I contagi sono arrivati a 32. Solo a Pisciotta 17, dove la situazione è oggettivamente preoccupante e dove c’è attesa, già nelle prossime ore, per l’esito di altri 130 tamponi. Gli altri focolai si registrano ad Agropoli con 5 casi, e il numero è in continuo aggiornamento, a Capaccio Paestum (6 casi, ma il contagio sembra essere stato circoscritto), e Casal Velino, con tre positivi. L’ultimo contagio, per fortuna isolato, è nell’entroterra, a Stio, dove un 73enne è in attesa del secondo tampone.

Il quinto caso ad Agropoli, un altro ragazzo

Il quinto caso ad Agropoli è stato annunciato sulla sua pagina Facebook dal sindaco Adamo Coppola. “Si tratta – ha spiegato Coppola – di un altro giovane della nostra città. I casi diventano così cinque e dovremo effettuare altri tamponi”. Sono tutti collegati al ragazzo che è stato infettato a Capri e ha avuto contatti con i un gruppo di romani, a loro volta positivi. Nel frattempo il primo cittadino ha annunciato che dopo 48 ore di chiusura riaprirà piazza Mercanzia e i locali della movida cittadina.

A Salerno 16enne contagiato dai genitori

A Salerno, dopo il focolaio del Carmine, c’è ora grande attenzione per i contagi che sono stati registrati a Torrione. L’ultimo è quello di un 16enne che è stato infettato dai genitori, già risultati positivi al tampone. Questi contagi sarebbero riconducibili al caso di un commerciante di Mercatello. I 25 contatti diretti che il ragazzo ha avuto negli ultimi giorni sono stati rintracciati, e per due è già stato fatto il tampone.

Salerno, il sindaco accatta l’opposizione: vergognatevi

Ieri intanto in consiglio comunale, sempre a Salerno, il sindaco Vincenzo Napoli, ha replicato con durezza a chi, tra i banchi dell’opposizione, lo ha accusato di “gestione elettorale” dell’emergenza Covid. «Le nostre azioni – ha dichiarato – sono svolte senza demagogia e senza occhio al portafoglio elettorale. Chi dice queste cose mente sapendo di mentire. Se facciamo un’azione di profilassi, informazione e anche di repressione lo facciamo nell’interesse della città. Non sono abituato a questi polemiche condotte in modo scandaloso e in cattiva fede, ci si dovrebbe vergognare».

I bar di Pisciotta vuoti, poca gente in strada

Gli effetti di questi nuovi casi di coronavirus sono evidenti, soprattutto nei comuni più colpiti. Come a Marina di Pisciotta: tutti con le mascherine (come da ordinanza sindacale), poca gente in giro, nonostante l’estate e i turisti, e bar con pochi e sporadici avventori. Cinque dei 17 positivi registrati in paese sono stati ricoverati in diversi ospedali della Campania. Tutto è partito da una cena a casa di un professionista, poi risultato positivo con la moglie, in via Calenda a Salerno. Tre dei contagiati sono della frazione Caprioli. Gli altri sono distribuiti tra Marina e la Stazione Vecchia.

Salerno, sanzioni anche al bar della Stazione Marittima

Non si fermano i controlli nei locali – soprattutto a Salerno – per verificare il corretto uso della mascherina da parte dei titolari e dei clienti. Ieri la maxi sanzione di mille euro è stata comminata a una dipendente del bar della Stazione Marittima. La ragazza è stata trovata dalla polizia municipale senza la mascherina. Il titolare si è giustificato dicendo che non c’è l’aria condizionata e dopo un turno di otto ore si suda, non si respira. E non solo: la ragazza si era tolta il dispositivo solo per parlare al telefono. Giustificazioni che non sono servita a intenerire i vigili urbani.

Marina di Camerota è Covid free, ma scatta la prevenzione

Torniamo in Cilento, in una delle località più visitate dai turisti, Marina di Camerota. Il paese non ha registrato nuovi casi di coronavirus, ma il sindaco, Mario Salvatore Scarpitta, ha disposto più controlli su tutto il litorale: l’obiettivo è tenere alla larga il Covid (Pisciotta non è così lontana).

«A Camerota non c’è alcun caso di Covid-19, nè tantomeno persone sottoposte a tampone – ha dichiarato il primo cittadino -, ma vista la grossa mole di turisti che si riverserà sempre di più sulle nostre spiagge e sul nostro territorio, è bene organizzarsi in tempo. Garantire il regolare svolgimento del lavoro estivo è una necessità per i nostri paesi». Il che significa: maggiori controlli, a partire da subito, per evitare assembramenti e identificazione dei turisti.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie