Covid, gli stessi contagi di febbraio ma è una fase diversa

L'Istituto Superiore di Sanità ha analizzato questa fase epidemiologica: nonostante i casi siano numericamente gli stessi questa è una fase completamente diversa. A febbraio i tamponi venivano effettuati solo sulle persone che presentavano dei sintomi, ed è stato importante il lavoro dei servizi territoriali sul territorio. Ma se i casi dovessero aumentare la capacità di risposta potrebbe essere messa a dura prova.

Covid, gli stessi contagi di febbraio ma è una fase diversa
L'Istituto Superiore di sanità ha analizzato i dati sulla diffusione del virus a partire da Luglio: stessi contagi di febbraio ma questa è una fase completamente diversa.


2' di lettura

«I casi riportati ogni giorno sono simili a quelli di febbraio, ma siamo in una fase epidemiologica completamente diversa». E’ stato scritto dall’Iss sul sito dell’istituto commentando l’indice di trasmissibilità che è stato registrato nel nostro Paese.

A fronte di quest’aumento dell’incidenza la trasmissibilità – spiegano gli esperti dell’Istituto Superiore della Sanità – non è infatti cresciuta molto. Il dato testimonierebbe il lavoro dei servizi territoriali che sono riusciti a contenere la diffusione del virus.

A febbraio tamponi sono su sintomatici

Rispetto a febbraio c’è una differenza sostanziale: in quel momento tutti i casi diagnosticati erano sintomatici (i tamponi venivano effettuati solo su chi aveva sintomi), e l’Rt era oltre 2.

Solo un lieve aumento della trasmissibilità

«Rt ci dice che, nonostante si sia osservato un aumento continuo dei casi totali da metà luglio, al netto dei casi asintomatici identificati attraverso attività di screening/tracciamento dei contatti e dei casi importati da stato estero (categorie non mutuamente esclusive), vi è stata una stabilizzazione e solo recentemente un lieve aumento della trasmissibilità», hanno dichiarato gli esperti dell’Iss.

«Questo ci permette di affermare – continua la nota dell’Iss – assieme ad altri dati che, sebbene il numero di casi riportato giornalmente sia numericamente simile a quanto riportato alla fine di febbraio 2020, la fase epidemiologica è completamente diversa con casi diagnosticati quasi esclusivamente in sintomatici ed un Rt stimato ad oltre 2».

Importanti gli screening sulla popolazione

«La maggior parte dei casi è identificato attraverso screening di popolazione e ricerca dei contatti con identificazione dei focolai e rapida realizzazione di misure di isolamento e quarantena. Il fatto che non vi sia sovraccarico dei servizi assistenziali è una conferma di questo».

C’è comunque una elevata circolazione del virus

«Allo stesso tempo però – conclude il documento – l’aumento dei casi diagnosticati conferma che ci sia una elevata circolazione del virus (sia autoctono che re-introdotto da altri Paesi), che dà conto dell’aumento del lavoro richiesto agli stessi servizi territoriali le cui capacità di risposta rischiano di essere messe a dura prova».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie