Covid, 78 contagi nel Salernitano. De Luca: causati dalla stupidità

Cresce il contagio nel capoluogo salernitano e in provincia, continua a preoccupare il focolaio cilentano, altri quattro positivi a Pisciotta, due a Centola, persone in isolamento a Castellabate, chiusa una piazza a Eboli. E De Luca denuncia due episodi sconcertanti

Covid, 78 contagi nel Salernitano. De Luca: causati dalla stupidità
Cresce il contagio da Covid nel Salernitano: 4 positivi a Pisciotta e 2 a Centola mentre a Eboli chiusa una piazza e De Luca denuncia gli stupidi.


4' di lettura

Il Covid è in aumento continuo a Salerno e in provincia. I nuovi positivi sono 78. Un numero che detto così potrebbe non suscitare allarme, ma se rapportato al 7 registrato a giugno qualche inquietudine la provoca. Al punto che De Luca invoca maggiore responsabilità, dopo aver elencato una serie di atteggiamenti a dir poco scorretti che hanno causato decine di nuovi contagi negli ultimi giorni.

L’ultimo caso di ieri a Scafati

L’ultimo contagio di ieri è stato rilevato a Scafati, e come sempre è iniziata l’instancabile ricerca dei contatti con relativi tamponi e isolamenti domiciliari. Fino a quando i nuovi positivi sono contenuti è un lavoro possibile e questo aiuta a contenere eventuali focolai, ma se dovessero aumentare – e questo è il timore degli esperti – sarebbe assai più complicato individuare gli eventuali contagiati.

A Pisciotta altri quattro contagi

In provincia di Salerno – ormai lo sapete – c’è un focolaio che più di altri sta alimentando contagi e preoccupazioni, è quello di Pisciotta. Ieri altre quattro persone sono risultate positive, portando il dato complessivo a 21. Infettato un intero nucleo familiare, mamma, padre e due figli. C’è anche una bambina di appena due anni. Sono parenti di uno dei partecipanti all’ormai famigerata cena di via Salvatore Calenda, a Salerno, dove si è innescato il cluster che si è diffuso nel comune cilentano. Come dire: basta poco, anche una normale cena fra amici.

Pisciotta, l’attesa per i 130 tamponi

A Pisciotta, dove il sindaco ha introdotto l’uso delle mascherine, e la stagione estiva sta andando avanti con strade senza folla e locali semivuoti – un po’ come si temeva fino a qualche mese fa, quando la pandemia mordeva forte un po’ ovunque -, c’è ansia per i risultato di 130 tamponi effettuati lunedì. L’esito dovrebbe essere reso noto nelle prossime ore.

A Castellabate isolamento per 23 persone

Il caso Pisciotta sta suscitando allarme in tutte i comuni della costa Cilentana. E se a Marina di Camerota il sindaco ha ordinato misure di prevenzione monto stringenti, nonostante la località sia covid free, a Castellabate 23 persone sono ora in isolamento fiduciario. Hanno avuto contatti diretti con una persona venuta da Roma e poi risultata positiva al Covid. Questa persona era arrivata nel fine settimana in Cilento per prendere parte a una cerimonia, la cosa peggiore: ha avuto contatti prolungati e inevitabili con un bel gruppo di residenti nel comune salernitano.

Il sindaco Spinelli in diretta Facebook ha annunciato: nessun allarmismo, vi terrò informati. Ha ragione lui, ma è difficile non allarmarsi.

Covid, due positivi anche a Centola

Restiamo in Cilento, la zona calda di questa estate al Covid: altri due casi a Centola. Lo ha annunciato – come da prassi in questi giorni – lo stesso sindaco, Carmelo Stanziola, sulla sua pagina social: “Carissimi cittadini, devo purtroppo comunicarvi che sono stati appena riscontrati nel nostro Comune due contagi Covid 19. Si tratta di un’anziana residente a Napoli ma attualmente domiciliata a Centola capoluogo (fuori dal centro abitato) e della sua badante di nazionalità ucraina. Sono state immediatamente adottate tutte le misure di sicurezza ed entrambi sono state poste in isolamento. L’Asl sta effettuando la mappatura dei contatti. La situazione è sotto controllo ma invito tutti alla prudenza e al rispetto del distanziamento sociale e delle regole anti-covid”.

Covid Eboli, il sindaco chiude la piazza

Ritornano le restrizioni anche nella Piana del Sele. Il sindaco di Eboli, Massimo Cariello ha emesso una ordinanza che dispone la chiusura di piazza Ambrosoli, in particolare nella parte alle spalle della chiesa di San Bartolomeo, dove ci sono le panchine. Il provvedimento resterà in vigore fino alla fine dell’emergenza sanitaria. Il motivo della decisione del primo cittadino è semplice: tenta di evitare assembramenti che in quel luogo e soprattutto la sera sono frequenti. Le sanzioni, per chi non rispetta l’ordinanza, vanno da 200 a 500 euro.

De Luca: dati falsi al ristorante, che studipidità, sei contagi

Nel mirino sono finiti gli atteggiamenti sbagliati. Sono quelli che fanno infuriare anche il presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca. In particolare, ma non solo, per quello che è accaduto a Vico Equense.

““Ieri – ha dichiarato il governatore – abbiamo avuto 29 contagi: di questi, 6 sono stati accertati a Vico Equense tra i camerieri di un ristorante dove erano andati alcuni ragazzi di Roma che erano venuti in ferie a Capri. Lì abbiamo verificato una cosa strana e incredibile: quando stanotte abbiamo cercato di individuare alcuni dei clienti che avevano frequentato quel ristorante, abbiamo scoperto che avevano dato dei dati falsi. Siamo veramente alla stupidità assoluta“.

Se andiamo in un ristorante – ha aggiunto De Luca – e chiediamo le generalità ci servono perché, in caso di pericolo, l’autorità sanitaria può telefonarti a casa e dirti che sei andato a fare una cena in un momento in cui c’erano tre positivi“.

Torna dalla Serbia contagia nove persone

“Nove – ha continuato il presidente della Regione – sono legati a un nostro concittadino, tossicodipendente, andato in Serbia una settimana fa. E’ tornato dalla Serbia, ha avuto la febbre, gli amici sono andati a trovarlo a casa, c’erano i familiari: una sola persona, nove contagi“.

“Dobbiamo essere responsabili e seri ha concluso De Luca – se facciamo un po’ di sacrificio possiamo controllare questa fase di pochi mesi che abbiamo davanti, ha concluso il Governatore, cerchiamo di convincerci che finché non abbiamo il vaccino dobbiamo convivere con il virus, e per convivere dobbiamo essere responsabili“.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie