Covid e divieti: cosa si potrà fare fino al 15 gennaio

Covid e divieti: cosa si potrà fare da oggi al 15 gennaio quando entrerà in vigore il nuovo decreto del governo che dovrebbe contenere misure ancora più restrittive? Oggi l'Italia è in zona arancione, domani molte passeranno in zona gialla, ma con le restrizioni già previste nelle festedi fine anno, a partire dal divieto di spostamento tra le regioni.

3' di lettura

Covid e divieti: cosa si potrà fare fino al 15 gennaio ovvero fino a quando non entrerà in vigore il nuovo decreto Conte (dpcm), che si annuncia più restrittivo? Una domanda lecita, vista la fase molto caotica di colori, divieti, restrizioni e ordinanze in tutto il Paese. Un profluvio di norme che rischia di confondere tutti. Anche i più attenti alle disposizioni incrociate di governo, Regioni e Comuni. Come è accaduto per la ripresa dell’attività scolastica.

Oggi siamo tutti in arancione

Facciamo il punto. E partiamo da oggi. Tutta Italia è in zona arancione. Quindi, negozi chiusi, divieto di spostamento tra regioni, negozi, bar e ristoranti chiusi (con asporto e consegna a domicilio).

Cosa cambia domani

Da domani cambia qualcosa, almeno nelle zone gialle, dove bar e ristoranti resteranno aperti fino alle 18 e chiusi nei fine settimana. Da domani cinque regioni saranno in zona arancione, ma molte altre rischiano di cambiare colore (e per il 16 gennaio qualcuna sarà anche in zona rossa).

(per sapere in ogni momento le restrizioni nella tua regione)

Coprifuoco e spostamenti tra regioni

Ecco cosa si potrà fare fino al 15 gennaio. Resterà in vigore il coprifuoco (dalle 22 alle 5) e l’obbligo di indossare la mascherina. Stop ad assembramenti e feste. Nelle regioni in zona arancione, fino al 15 gennaio, non sarà possibile spostarsi fuori dal proprio comune di residenza e limiti per le visite a familiari e amici (non più di due persone, con deroghe per i figli con meno di 14 anni e le persone disabili).

Nel decreto c’è il divieto di mobilità tra le regioni (anche in fascia gialla), fino al 15 gennaio (ma si andrà a una proroga della misura).

Le soglie per le zone colorate

Il governo ha anche abbassato le soglie per far scattare il passaggio in zona rossa o arancione. Per la prrima l’Rt deve essere superiore a 1.25, per la seconda superiore a 1.

Queste misure si applicano, dice il decreto, a una o più regioni «nel cui territorio si manifesta un’incidenza dei contagi superiore a 50 casi ogni 100mila abitanti». Un parametro che diventerà fondamentale nel prossimo decreto.

Le regioni a rischio alto

Il nuovo sistema delle fasce scatterà da domani e le aperture o chiusure saranno condizionate dal colore. Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto saranno già in fascia arancione.

Il monitoraggio indica 12 regioni e province autonome a rischio alto e 8 a rischio moderato, con 13 regioni che hanno un tasso di occupazione dei posti in terapia intensiva e nelle aree mediche sopra la soglia critica.

La settimana prossima se i dati peggioreranno altri territori passeranno in zona arancione o rossa.

Scuola, si ritorna a febbraio?

Per la scuola e con la situazione epidemiologica in deterioramento, il governo potrebbe decidere – come hanno già fatto molte regioni e per evitare di riportare gli studenti in classe e dover richiudere qualche giorno dopo – di posticipare almeno al primo febbraio la ripresa delle lezioni in presenza per le scuole superiori.

Decisione che sarebbe adottata anche per evitare rientri in ordine sparso nel Paese.

I negozi che resteranno aperti

I supermercati resteranno sempre aperti, così come farmacie, edicole e tabaccai ma anche i negozi al dettaglio. Si potrà andare dal parrucchiere. All’interno dei comuni (nelle ore che precedono o seguono il coprifuoco), sarà possibile spostarsi senza autocertificazione.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie