L’Europa si prepara a una nuova ondata di Covid: torna il lockdown

Casi in vertiginoso aumento in Spagna, Belgio, Francia e Germania, mentre le infezioni decollano nei Balcani. Grande apprensione per i turisti in giro per l'Europa. La Catalogna se non inverte la tendenza in dieci giorni sarà lockdown.

L'Europa si prepara a una nuova ondata di Covid e al ritorno del lockdown
L'Europa si sta preparando a una nuova intensa ondata di infezioni da coronavirus: i casi sono in aumento esponenziale in molte nazioni del continente e si va verso nuovi blocchi totali


5' di lettura

L’Europa si prepara per una seconda ondata di coronavirus mentre i focolai avvicinano la prospettiva di nuove restrizioni e in un momento in cui milioni di persone viaggiano attraverso il continente per le vacanze estive.

Il governo belga ha avvertito che il paese potrebbe essere sottoposto a un secondo “blocco completo” dopo un nuovo picco di infezioni. Proprio come la regione spagnola della Catalogna se i focolai non venissero messi sotto controllo entro 10 giorni.

In Francia, il ministro della sanità ha chiesto maggiore vigilanza dopo un brusco aumento dei casi di Covid-19 nei giovani e l’organismo consultivo tedesco per la salute pubblica ha dichiarato di essere “profondamente preoccupato” per l’aumento dei casi nelle ultime settimane .

Belgio, sarà un fallimento collettivo

Lunedì, il primo ministro belga, Sophie Wilmès, ha annunciato una serie di ulteriori misure restrittive, ma ha dichiarato che un secondo blocco potrebbe essere inevitabile. “Se non riusciamo a ridurre il coronavirus, si tratterà di un fallimento collettivo“.

Casi aumentati del 71 per cento

Tra il 17 luglio e il 23 luglio in Belgio si è registrato un aumento del 71% del numero medio di infezioni in sette giorni. Al culmine della pandemia di aprile, il Belgio ha avuto più di 1.000 casi al giorno. Il primo ministro ha affermato che l’inizio dell’anno scolastico potrebbe essere compromesso senza un intervento drastico e ha detto che “raccomanda vivamente” il ritorno del lavoro a domicilio per coloro che sono in grado di farlo.

Catalogna, se non si inverte il trend sarà blocco totale

Lunedì, il presidente regionale della Catalogna – una delle zone della Spagna più colpite dalla rinascita del virus – ha affermato che la situazione era simile a quella che si viveva prima dell’introduzione del blocco nazionale a marzo. “Siamo nei 10 giorni più importanti dell’estate e durante quel periodo vedremo se siamo in grado di risolvere la situazione attraverso la solidarietà, la cooperazione e uno sforzo collettivo”, ha affermato Quim Torra.

“Ma la situazione è critica e se non riusciamo a farlo, allora dovremo tornare indietro.”

In Catalogna 8mila nuovi contagi in due settimane

Quasi 8.000 casi sono stati diagnosticati in Catalogna negli ultimi 14 giorni, rappresentando quasi la metà dei 16.410 rilevati in tutta la Spagna. Nella vicina regione dell’Aragona, dove si è registrato anche un aumento delle infezioni, venerdì e sabato sono stati registrati 738 nuovi casi. Molti focolai sono nati in bar e club, ma altri cluster sono stati fatti risalire a raccoglitori di frutta e verdura stagionali, le cui condizioni di vita e di lavoro scarse spesso rendono difficile l’allontanamento sociale.

La scorsa settimana, le autorità sanitarie spagnole hanno riconosciuto che il paese potrebbe già sperimentare una seconda ondata di infezioni a seguito della revoca del rigoroso blocco di tre mesi alla fine di giugno.

Grande preoccupazione in Germania

La paura sta crescendo in Germania per una seconda ondata di coronavirus. I focolai nelle aree urbane e tra i vacanzieri e i macelli e gli agricoltori hanno dimostrato la rapidità con cui il virus può esplodere, mettendo a rischio blocco intere regioni. L’ente consultivo per la salute pubblica del paese, il Robert Koch Institute, ha affermato di essere “profondamente preoccupato” per l’aumento dei casi nelle ultime settimane. Il numero di nuovi casi è salito oltre le 800 venerdì dopo diverse settimane trascorse tra le 300 e le 400. All’apice della pandemia, la Germania ha visto oltre 6.000 casi al giorno.

L’appello dell’Oms

La pandemia di coronavirus è la peggiore emergenza sanitaria globale che l’Organizzazione mondiale della sanità ha affrontato, secondo il direttore generale, Tedros Adhanom Ghebreyesus. Solo con una stretta aderenza alle misure sanitarie, dall’indossare maschere all’evitare la folla, si potrà sconfiggere il virus.

L’ente commerciale che rappresenta l’industria alberghiera spagnola si è offerto di pagare i test di coronavirus per i visitatori stranieri, nel tentativo di attirare i turisti scoraggiati da una nuova ondata di casi.

Il governo britannico: quarantena per chi torna dalla Spagna

Sabato il governo britannico ha disorientato gli albergatori e i vacanzieri imponendo un’inaspettata quarantena di 14 giorni per le persone che tornano dalla Spagna. Lunedì il Regno Unito ha diffuso un avviso di viaggio alle Isole Baleari e Canarie.

Regno Unito, ripresa economica entro il 2024

La ripresa economica del Regno Unito dalla crisi di Covid-19 potrebbe richiedere 18 mesi in più del previsto. Non si prevede che la produzione economica britannica tornerà al livello del 2019 fino alla fine del 2024.

Il Covid arriva ai vertici del governo Usa

Il coronavirus ha raggiunto i massimi livelli del governo degli Stati Uniti. Robert O’Brien, consigliere per la sicurezza nazionale di Donald Trump, si è rivelato positivo . La Casa Bianca ha confermato che O’Brien ha sintomi lievi e ha affermato che “si è auto-isolato e lavoro in un luogo sicuro fuori dal sito”.

Pronta la sperimentazione del vaccino su 30mila volontari

Una società statunitense di biotecnologia ha annunciato di aver avviato una sperimentazione in fase avanzata per valutare il suo candidato al vaccino Covid-19. Il vaccino a base di RNA di Moderna sarà somministrato a circa 30.000 adulti. Il governo americano sostiene il progetto di vaccinazione di Moderna con quasi un miliardo di dollari.

L’Indonesia tocca quota 100mila

L’Indonesia ha confermato il suo 100milesimo caso di coronavirus. La Croce Rossa ha avvertito che la pandemia nel vasto arcipelago rischia di diventare incontrollata. Il paese, che ospita oltre un 250 milioni di persone, ha registrato oltre 1.000 nuove infezioni al giorno dopo aver rilassato le restrizioni. A partire da lunedì, ha riportato un totale di 100.303 casi di coronavirus e 4.838 morti.

Il Vietnam evacua 80mila persone

Il Vietnam sta evacuando 80.000 persone dalla città di Danang e ha reintrodotto misure di prevenzione delle malattie, dopo che sono stati rilevati 11 casi di coronavirus locali, i primi ad essere registrati nel paese dopo più di tre mesi. La fonte dei nuovi casi non è chiara.

In Cina tamponi su sei milioni di persone

Le autorità sanitarie cinesi hanno annunciato l’intenzione di testare tutti e sei i milioni di residenti in una città del nord-est dove un crescente cluster di infezioni si è diffuso in altre sette città. Dalian, nella provincia di Liaoning, sabato ha riferito di 12 nuovi casi trasmessi localmente di Covid-19 e 14 casi asintomatici. Il primo dei 24 casi confermati finora è stato riportato mercoledì, in un uomo di 58 anni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie