Covid Italia, altri 20mila positivi: è l’effetto feste

Covid Italia. Dati in chiaro scuro ma confermano un dato: il contagio in Italia sta tornando a crescere e sono di nuovo in aumento i ricoveri in terapia intensiva. Veneto, Sicilia, Lombardia ed Emilia Romagna sono le ragioni con il maggior numero di casi. Contagi elevati anche nel Lazio. Procede non senza qualche polemica la campagna di vaccinazione.

3' di lettura

Ci sono altri 20.000 positivi al covid in Italia, o meglio: 19.978. Quasi 2.000 in più rispetto a ieri ma con oltre 172mila tamponi (32mila più del giorno precedente). Il tasso di positività è infatti sceso all’11.9% (-0.9%),

I morti sono stati 483, in calo rispetto ai 620 del giorno precedente. Dati contrastanti nelle strutture ospedaliere: scendono di 43 i pazienti ricoverati nei reparti covid, ma salgono di 6 quelli che sono nelle terapie intensive.

L’effetto feste sui contagi

Dati con ombre e luci, ma il numero degli attualmente positivi (573mila italiani), alimenta un sospetto che pian piano si sta trasformando in certezza: l’arrivo di un «effetto feste» dopo le giornate di shopping e le visite a parenti e amici.

Ma c’è anche altro, cresce la consapevolezza che – come sostiene la Fondazione Gimbe – il sistema delle Regioni a colori si sia rivelato efficiente, ma fino a un certo punto. Ora mostra la corda, ha raggiunto il massimo della sua efficacia e infatti non si riesce a limitare la crescita di contagi da covid e ricoveri. Non è cosa da poco, se si pensa che questo stesso sistema ha costi economici e sociali molto elevati.

Un punto che è stato messo in risalto in queste ore soprattutto dai governatori delle cinque regioni che sono passate in zona arancione (Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia, Calabria e Sicilia): hanno scritto al governo per chiedere rassicurazioni su «un’immediata messa in campo di ristori e della loro quantificazione». I famosi ristori.

Tutto questo mentre il governo sta per inasprire – con l’inserimento di altre variabili – i parametri per passare in zona rossa.

Le regioni con più casi di Covid

Nelle ultime 24 ore resta il Veneto la regione con più nuovi casi di covid registrati, 3.100, seguita da Lombardia (2.506), Sicilia (1.839), Emilia-Romagna (1.790).

Vaccini e polemiche

Intanto, superano abbondantemente il mezzo milione le dosi di vaccino somministrate finora a operatori sanitari e delle strutture assistenziali. Ma non sono mancate le polemiche.

Come in Campania.

«Anche oggi file indegne di un paese civile per vaccinarsi. Regione Campania e Asl hanno avuto settimane per organizzare un servizio che aspettiamo da mesi», ha attaccato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Vaccino iniettato a chi?

A Brindisi, invece, un ripetizione di quanto già accaduto a Modena e in Sicilia. Il presidente dell’ordine dei medici, Arturo Oliva, ha scritto una lettera al direttore generale dell’Asl per segnalare che il 4 gennaio alcune dosi di vaccino sarebbero state inoculate a chi non era nell’elenco degli operatori della sanità, redatto in base alle priorità. L’azienda sanitaria ha annunciato «specifiche verifiche».

I nuovi casi regione per regione

La situazione complessiva, quella giornaliera e il confronto con il giorno precedente in tutte le regioni italiane.

Lombardia 497.491 (+2.506, +0,51%; ieri + 1963 casi)

Piemonte 206.159 (+1.532, +0,75%; ieri +1004 )

Campania 198.518 (+1.263, +0,64%; ieri +984 )

Veneto 283.819 (+3.100, +1,10%; ieri +3.388 )

Emilia-Romagna 188.701 (+ 1.788, +0,96%; ieri +2.024)

Lazio 177.915 (+1.543, +0,87%; ieri +1.613)

Toscana 124.479 (+529, +0,43 %; ieri +452 )

Sicilia 106.322 (+1.839, +1,76 %; ieri +1.842 )

Puglia 100.451 (+1499, +1,51%; ieri +1349)

Liguria 63.400 (+526, +0,84%; ieri +400)

Friuli-Venezia Giulia 55.591 (+1.015, +1,86%; ieri +633)

Marche 46.128 (+688, +1,51%; ieri +564)

Abruzzo 37.438 (+400, +1,08%; ieri +158 )

P. A. Bolzano 31.257 (+380, +1,23%; ieri +163 )

Umbria 30.649 (+295 , +0,97%; ieri +215 )

Sardegna 33.493 (+305, +0,92%; ieri +243 )

Calabria 26.525 (+423, +1,62 %; ieri +355 )

P. A. Trento 23.295 (+142, +0,61%; ieri +80 )

Basilicata 11.771 (+143 , +1,23%; ieri +157 )

Valle d’Aosta 7.486 (+22, +0,29%; ieri +25 )

Molise 6.978 (+38, +0,55%; ieri +76)

I decessi regione per regione

I morti in Italia, regione per regione: il dato complessivo, quello di oggi e del giorno precedente.

Lombardia 25.728, +63 decessi (ieri +133 )

Veneto 7.345, +82 decessi (ieri +106)

Piemonte 8.165, +32 decessi (ieri +27)

Campania 3.115, +36 decessi (ieri +46)

Emilia-Romagna 8.279, +69 decessi (ieri +80)

Lazio 4.114, +54 decessi (ieri +45)

Toscana 3.840, +10 decessi (ieri 23)

Sicilia 2.695, +31 decessi (ieri +35)

Puglia 2.648, +27 decessi (ieri +27)

Liguria 2.999, +19 decessi (ieri +17)

Friuli-Venezia Giulia 1.876, +14 decessi (ieri +28)

Marche 1.685, +9 decessi (ieri +15)

Abruzzo 1.274, +5 decessi (ieri +4)

Sardegna 817, +7 decessi (ieri +15)

P. A. Bolzano 778, +9 decessi (ieri +6)

Umbria 652, +4 decessi (ieri +2)

Calabria 509, +1 decesso (ieri +3)

P. A. Trento 1.006, + 8 decessi (ieri +4)

Basilicata 271, +2 (ieri nessun nuovo decesso)

Valle d’Aosta 388, nessun nuovo decesso (ieri nessun nuovo decesso)

Molise 210, +1 decesso (ieri +4)

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie