Covid. Per l’Oms la pandemia durerà due anni, anche col vaccino

L'Organizzazione mondiale della Sanità non ha dubbi. E traccia un parallelo con l'influenza spagnola del 1918. Anche quella durò due anni, rispetto a oggi c'era una tecnologia molto meno avanzata, ma oggi c'è un problema in più: una connessione totale che facilita la circolazione del virus. Grande preoccupazione per i numeri in aumento in Europa.

Covid. Per l'Oms la pandemia durerà due anni, anche col vaccino
Per l'Oms non ci sono molti dubbi: la pandemia durerà almeno altri due anni e anche un vaccino potrebbe non bastare nell'immediato.
2' di lettura

L’augurio dell’Organizzazione mondiale della Sanità sembra più una condanna che un auspicio: «Ci auguriamo che il coronavirus possa essere sconfitto in meno di due anni». E ha precisato: con o senza vaccino. La frase è stata pronunciata dal direttore generale dell’Oms, Adhanom Ghebreyesus, durante una conferenza stampa a Ginevra.

L’esempio dell’influenza spagnola

Il dirigente ha anche spiegato il perché di questa convinzione, ed è partito dall’ultima grande pandemia che ha sconvolto il pianeta, l’influenza spagnola del 1919. Durò appunto due anni. Rispetto a cento anni fa fa abbiamo una tecnologia estremamente più avanzata. Ma anche uno svantaggio evidente: siamo così connessi che la circolazione del virus è molto più rapida, capillare e diffusa.

Non basterà il vaccino

Per Ghenreyesus inutile farsi illusioni: «Nessun paese potrà uscirne fino a quando non sarà disponibile un vaccino per il Covid-19». Ma anche in questo caso, il vaccino potrebbe non essere sufficiente.

«Un vaccino – ha spiegato il direttore dell’Oms – sarà uno strumento vitale e speriamo di averlo al più presto. Ma non c’è garanzia che lo avremo e anche se ci sarà, non basterà a far cessare la pandemia».

Il mondo cambierà davvero

Come dire: prepariamoci a una attesa lunga. Due anni, più il tempo che è già trascorso: in un mondo che corre è una infinità. Se le previsioni dell’Oms dovessero rivelarsi esatte, allora sì, il mondo che abbiamo conosciuto, quello per pandemia, sarà solo un ricordo.

Ma basta fare una ricognizione nelle altre nazioni per capire cosa sta accadendo e uscire dalle semplificazioni localistiche, sugli italiani in vacanza, o dalle parole in libertà di esponenti politici che ritengono questa infezione molto meno seria di quello che si racconta.

Le cifre, purtroppo, raccontano un’altra storia. Il numero di contagiati in tutto il mondo è prossimo alla soglia dei 23 milioni.

I numeri nel mondo

Solo negli Stati Uniti si contano 5.589.013 infetti e 174.504 morti. Subito dopo il Brasile (3 milioni e mezzo di casi), l’India (3 milioni) e la Russia (944mila).

Come saprete l’Europa sta vivendo una seconda ondata di contagi, dopo una prima parte dell’estate vissuta con un numero di positivi in costante diminuzione.

In Francia, Spagna e Germania

In Francia siamo tornati ai livelli della prima fase, da giorni si registrano più di 4mila casi al giorno. In Spagna il numero è solo leggermente inferiore (più di 3mila).

La Germania viaggia nella stessa traiettoria: ieri 2.034 casi. E il timore è che l’Italia segua lo stesso percorso.

I tedeschi sono molto preoccupati, anche per la questione scuola. A Berlino gli istituti sono stati riaperti, ma in 41 scuole si sono registrati contagi tra gli alunni.

Nei prossimi giorni la cancelliera Angela Merkel si incontrerà con i presidenti dei Laender per decidere nuove strategie e forse nuove restrizioni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Leggi qui l'ultima rassegna stampa inviata.

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie