Covid, Salerno zero contagi. Cresce l’allarme nel Cilento

Nel capoluogo salernitano non si registrano nuovi contagi, forse i cluster sono stati arginati. I focolai non sono spenti sulla costa cilentana. A Pisciotta altri tre casi, e altri tre ad Agropoli, collegati al ragazzo contagiato a Capri. Continuano la super multe a commercianti e clienti senza mascherine. Caldoro: a Salerno Covid fuori controllo

Covid, Salerno zero contagiCresce l'allarme nel Cilento
Cresce il contagio nel Cilento mentre a Salerno è stata una domenica senza nuovi casi positivi: aumenta la preoccupazione a Pisciotta e Agropoli dove i sindaci hanno anche disposto la chiusura dei locali notturni.


5' di lettura

Ieri nessun nuovo contagio a Salerno città. E’ una buona notizia dopo giorni di aumento continuo, soprattutto tra il Carmine e la zona orientale (Torrione, Pastena, Mercatello).

Non è andata così nel Cilento, dove il numero degli infetti è salito ancora, alimentando preoccupazioni.

Sullo sfondo le multe, i controlli e le polemiche. E i reparti Covid Hospital che stanno tornando a riempirsi di pazienti.

Salerno: per ora i focolai sono sotto controllo

Partiamo dalle buone notizie. A Salerno nessuno dei tamponi analizzati dai laboratori del Ruggi d’Aragona ha dato esito positivo.

Sono stati effettuati su persone che hanno avuto contatti diretti con chi è risultato contagiato dal Covid nei giorni scorsi.

Bisognerà vedere l’evoluzione dei focolai anche nelle prossime ore. Ma è un primo segnale che indica la possibilità che i cluster siano stati arginati. Non resta che attendere.

In Cilento altri sette casi: siamo a quota 31

Non va altrettanto bene nel Cilento. Sette nuovi contagi. Tre a Pisciotta, che conta ora 17 casi. Tre ad Agropoli, tutti collegati con il ragazzo che è risultato positivo dopo una vacanza a Capri. E un positivo è stato registrato anche a Stio, un comune delle zone interne.

In tutto i contagi nel Cilento, in questa fase post lockdown del Covid, sono ora arrivati a quota 31.

Pisciotta, la comunicazione del sindao

Il sindaco di Pisciotta, Ettore Liguori, vista l’impennata dei casi nel suo comune ha disposto la chiusura di tutte le discoteche e dei luoghi di svago.

Lo ha annunciato con una nota a tutti i suoi concittadini (il sindaco è stato anche il primo a imporre l’uso delle mascherine anche all’aperto).

“Sì informa la cittadinanza e gli ospiti delle strutture turistiche – ha reso noto il primo cittadino – che è stato appena comunicato agli interessati l’esito degli ultimi tamponi eseguiti nei giorni scorsi, esito che sarà reso noto oggii nei bollettini Asl.

Pisciotta i casi sono 17, tutti collegati tra loro

“Purtroppo – ha continuato Liguori – i risultati hanno confermato la positività al Covid 19 di ulteriori 3 persone, pertanto il numero complessivo dei positivi nel comune di Pisciotta è di 17 (di cui almeno 5 non sono più presenti sul territorio comunale perché ricoverati presso strutture ospedaliere), gli ultimi 3 soggetti a risultare positivi sono anch’essi legati alla catena di contatti iniziale: sono infatti familiari, vicini o comunque persone che hanno avuto contatti ripetuti e prolungati con soggetti già risultati positivi ai tamponi effettuati nei giorni scorsi”.

Pisciotta, oggi screening di massa. Chiuse discoteche

“Oggi – ha dichiarato il sindaco – è previsto una screening di massa, con circa 100 tamponi, prevalentemente alla frazione Marina, inclusi gli operatori delle attività commerciali,

al fine di scongiurare il diffondersi del contagio – allo stesso fine, è stata disposta, con Ordinanza Sindacale la sospensione immediata delle attività di discoteche e altri luoghi di divertimento o svago, la frequentazione, per le modalità di ritrovo, comporti assembramento e non consenta il servizio per i soli posti a sedere e con il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro – come abbiamo fatto finora, non appena le notizie saranno verificate, sarà pubblicato un aggiornamento”.

Due nuovi ricoveri nell’ospedale di Vallo della Lucania

Nell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, oltre al 73enne di Stio è stata ricoverata uin’altra persona con sintomi evidenti di Covid, è stato sottoposto a tampoe, i risultati definitivi entri oggi. Nel pomeriggio di ieri il 73enne è stato trasferito a Napoli.

Il sindaco di Agropoli: un appello ai giovani. Chiusi i locali

Il giovane di Agropoli contagiato a Capri è stato trasferito al Covid Hospital di Scafati. Sui 30 tamponi che sono stati effettuati su persone venute a contatto con lui, tre sono risultati positivi.

E’ stato lo stesso primo cittadino, Adamo Coppola a comunicarlo con una dichiarazione video su Facebook.

“Faccio un appello a tutti ha dichiarato Coppola – , specie al mondo giovanile: affrontiamo insieme questa nuova battaglia, solo così potremo uscirne in breve tempo. Il virus circola nel mondo dei giovani di questa città. Rivolgo una raccomandazione: cercate di fare la massima attenzione in questi giorni particolari”. Il sindaco ha chiuso per 48 ore anche undici locali: “E’ stata – ha concluso – un’azione preventiva, ringrazio i titolari per la collaborazione”.

Salerno, sanzionati altri quattro locali: niente mascherine

Intanto continuano i controlli e le maxi multe, soprattutto a Salerno. Ieri la polizia municipale ha sanzionato, per mille euro a testa, i titolari di altri quattro esercizi commerciali per il mancato utilizzo delle mascherine negli spazi chiusi.

In particolare in bar e pizzerie del centro e di Torrione. Nella notte tra sabato e domenica multe sono state comminate anche ai proprietari di locali dove non è stato evitato l’assembramento di clienti.

Controlli movida, bene. Ora controlli a lidi e discoteche

In linea di massima comunque i controlli sulla movida hanno evidenziato un generalizzato rispetto delle regole a Salerno. In molti però hanno chiesto che i controlli vengano estesi anche negli stabilimenti balneari e nelle discoteche.

Niente mascherine, undici multe a Capri

Non solo a Salerno. Controlli e multe anche a Capri. Undici persone, otto turisti italiani e tre stranieri sono stati sanzionati dalla polizia perché non indossavano mascherine.

Per loro – nonostante le proteste – sanzioni da 400 euro. Nei locali sono stati invece gli stessi titolari a fornire di dispositivi di protezione i clienti che ne erano sprovvisti.

Caldoro: a Salerno Covid fuori controllo

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione nelle elezioni del prossimo settembre, Stefano Caldoro, non perde l’occasione di attaccare il governatore De Luca, in particolare sulla situazione contagi nel capoluogo salernitano.

«A Salerno – ha dichiarato – la situazione non è più sotto controllo: sia garantita una prevenzione seria, si aumentino i controlli senza scatenare guerre ai commercianti ed a chi lavora. De Luca non faccia nascondere i dati e non ignori il caso. Ammetta gli errori e avvii una concreta azione di controllo e monitoraggio. Sta sottovalutando il problema».

La salute conta più delle elezioni

«La salute dei salernitani e dei campani – ha concluso Caldoro – si garantisce con la prevenzione e non con le punizioni, le chiusure e le multe a fini elettorali».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie