Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: vediamo quanto

Cresce l'inflazione e aumentano i mutui: i prezzi salgono del 2,1%, un incremento che non si registrava da 8 anni, le conseguenze possono essere pesanti. C'è il rischio di una risalita dei tassi di interesse, che sono bassi in modo anomalo. Ma conseguenze per le famiglie arrivano anche dall'aumento dei prezzi di energetici e alimentari.

4' di lettura

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui. Una corsa parallela che avrà conseguenze pesanti per le tasche degli italiani: fino a più di 600 euro in un anno. Una stangata.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Ma del resto l’inflazione vola nel nostro Paese, a livelli che non si registravano da 8 anni, era il 2013. Su base mensile ad agosto l’incremento dell’inflazione è stato dello 0,5%, su base annua siamo al 2,1% (a luglio era dell’1,9). Dopo anni di deflazione (o quasi), l’aumento ha tutto l’aspetto di un boom. Con conseguenze che rischiano di essere consistenti.

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: quattro fattori

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui, dunque. Ma cosa sta guidando l’aumento dei prezzi.

Questi quattro fattori su tutti:

  • incremento dei prezzi energetici;
  • l’aumento del costo del petrolio;
  • l’aumento dei generi alimentari;
  • la ripresa delle attività.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: il paradosso della ripresa

L’aumento dell’inflazione (come conferma l’Istat) non è dunque un segnale negativo: insieme al salto del Pil (nel secondo trimestre), racconta un Paese sta uscendo dalla crisi. Sono indicatori fondamentali per la ripresa.

Ma le conseguenze, sembra un paradosso, sono però del tutto negative per famiglie e consumatori.

Non solo, come detto, per l’aumento dei prezzi (comprese bollette e alimenti), ma anche per la risalita notevole dei tassi di interesse. Il che significa tanti soldi in più per le rate del mutuo.

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: perché?

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui, ma l’incremento dei prezzi è generalizzato o circoscritto a determinati settori?

Vediamolo insieme.

In realtà se si escludono gli energetici e gli alimenti freschi, l’inflazione resta allo 0,6%.

L’aumento dei prezzi è dovuto anche a fattori stagionali (trasporti, 2,8%, servizi alla persona, 0,7%). Oltre ai costi lievitati per abitazione, acqua ed elettricità.

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: quattro fattori

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui, ma fino a dove si spingerà questa risalita degli interessi.

Al momento non è facile azzardare previsioni. Le varianti sono diverse e soprattutto il costo dipende da quattro fattori:

  • l’Eurirs: che è il costo del denaro scambiato tra le banche europee in un determinato periodo di tempo;
  • l’Euribor: il tasso medio delle transazioni in euro tra le più importanti banche europee;
  • il tasso di interesse: dipende molto se è fisso o variabile;
  • lo spread deciso dalle banche.

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: situazione banche

Non ci dovrebbero essere comunque delle novità immediate. O meglio, la tendenza per le banche è quella di tornare a tassi di interessi decisamente più alti di quelli degli ultimi anni (che rappresentano una anomalia). Non solo per la risalita dell’inflazione, ma anche per la ripresa dell’economia.

Una tendenza al rialzo del costo del denaro che sembrava esclusa dopo un inizio anno caratterizzato da una certa oscillazione al rialzo dei tassi fissi e variabili. Era intervenuta la Bce a calmare il mercato.

Ma, per le ragioni che abbiamo descritto, potrebbero essere proprio le banche ad aumentare (e già lo stanno facendo), lo spread.

Cresce l’inflazione e aumentano i mutui: l’allarme

Federconsumatori ha lanciato l’allarme per la ripresa forte dell’inflazione. La ricaduta sulle famiglie può avere effetti assai negativi.

«L’aumento – spiega l’associazione – può incidere in modo significativo sulle condizioni delle famiglie, in particolare quelle meno abbienti. Ma non solo. Il continuo incremento dei costi dell’energia potrà avere altre conseguenze negative sul fronte della povertà energetica, un fenomeno che è già in forte crescita nel nostro Paese».

Per questi motivi l’associazione ha chiesto al governo di intervenire per calmierare l’ascesa dei prezzi.

Per la Confcommercio l’aumento degli energetici potrebbe portare a un aumento dell’inflazione al 3% entro la fine dell’anno. Con conseguenze anche peggiori rispetto a quelle prospettate fino a oggi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie