Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Gestione del Debito » Mutui e Prestiti » Servizi Finanziari / Crif esito immediato: si può fare?

Crif esito immediato: si può fare?

Crif ed esito immediato: è possibile? Quanto tempo ci vuole prima di ricevere le informazioni sulla propria posizione debitoria? Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Gennaio 2024

Crif ed esito immediato: è possibile? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è il Crif e a cosa serve?

Crif è l’acronimo di “Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria”, una società privata che gestisce un sistema di informazioni creditizie riguardanti eventuali posizioni debitorie dei soggetti.

Crif è una delle società che offrono informazioni relative alla situazione economica, finanziaria e patrimoniale di un individuo ed è il gestore EURISC, il principale Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) in Italia.

Parliamo di una imponente banca dati che contiene informazioni provenienti dalle banche e dagli enti finanziatori, al fine di garantire una valutazione oggettiva dell’affidabilità creditizia dei soggetti e delle aziende.

Essere segnalati al Crif significa essere inseriti nell’elenco dei cattivi pagatori, a causa di ritardi nel pagamento di mutui, prestiti o altre forme di credito.

Se un individuo non rispetta gli obblighi di pagamento nei confronti di un istituto di credito o di una banca, può essere segnalato al Crif come cattivo pagatore.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come verificare se si è iscritti al Crif come cattivi pagatori?

Per verificare se si è iscritti nell’elenco dei cattivi pagatori, il Crif permette di richiedere una visura online e di ricevere il documento aggiornato che riepiloga tutte le informazioni sui rapporti creditizi in essere, estinti, rifiutati o rinunciati e quelli in richiesta, che sono stati inviati da banche, finanziarie ed enti partecipanti al Sic EURISC, comprese le segnalazioni dei pagamenti regolari o avvenuti in ritardo o scaduti e non pagati.

Crif ed esito immediato: è possibile?

A questo punto ci chiediamo: è possibile ricevere un esito immediato della nostra posizione debitoria? Purtroppo no.

Per conoscere i propri dati o inviare una richiesta di modifica degli stessi è necessario inviare una richiesta tramite il modulo online per privati o aziende.

Ma l’esito, purtroppo, non è immediato. Come si legge in una delle Faq presenti sul sito del Crif, l’ente spiega che ricevono “moltissime richieste di accesso ai dati” e per questo motivo “i tempi di evasione della risposta non possono essere immediati e automatici”.

Quindi, quanto tempo occorre prima di ricevere una risposta? Il Crif fa sapere che, “prima di rispondere” vanno controllati “i documenti che certificano la tua identità”.

La risposta, dunque, arriverà “entro un massimo di 30 giorni come previsto dal Codice di Condotta dei Sistemi di Informazioni Creditizie”.

Quanto costa una visura Crif?

La visura Crif ha un costo che di 4 euro, se all’interno vengono rilevate informazioni, o di 10 euro, se all’interno non vengono rilevate informazioni.

Per richiedere la visura Crif, basta accedere a questa pagina del sito della Banca d’Italia e cliccare su “richiedi i dati”. Poi, è necessario seguire le informazioni su schermo e riempire i vari campi con le proprie informazioni personali.

Una volta inviata la richiesta, il Crif elaborerà la domanda e metterà la visura a disposizione del richiedente.

Quando avviene la segnalazione al Crif come cattivi pagatori?

Ricordiamo che la segnalazione al Crif non avviene immediatamente al primo ritardo nei pagamenti. Spesso è prevista una certa elasticità: il cliente, prima di essere segnalato al Crif, viene avvertito della possibilità di rientrare nell’elenco dei cattivi pagatori, in quanto debitore nei confronti di una banca o di un istituto di credito.

Se una persona non paga le rate del prestito per due mesi consecutivi, l’istituto di credito invierà un avviso al debitore con un preavviso di 15 giorni prima della segnalazione al Crif.

Al debitore, dunque, viene data l’opportunità di estinguere il debito per evitare la segnalazione. Tuttavia, se il debitore non adempie agli obblighi di pagamento entro il termine stabilito, l’istituto creditizio procederà con la segnalazione al Crif.

Cosa succede quando si viene segnalati al Crif?

Quando si viene segnalati al Crif e si finisce nell’elenco dei cattivi pagatori, sarà più complicato, se non impossibile, ottenere nuovi prestiti, finanziamenti o carte di credito da parte di banche e istituti finanziari.

E quando si riesce a ottenere un prestito nonostante l’iscrizione al Crif, è probabile che si debba affrontare un aumento dei tassi di interesse, e considerati clienti “a rischio più elevato“.

Quanto dura la segnalazione al Crif?

La segnalazione al Crif non dura per sempre. Una volta in regola con i pagamenti, la segnalazione viene cancellata dall’elenco.

La durata della segnalazione può variare dai 12 ai 36 mesi a seconda della gravità del ritardo nei pagamenti e della casistica specifica. Il processo non può essere accelerato, ma è obbligatorio attendere che scada il periodo prestabilito.

Crif ed esito immediato
Crif ed esito immediato: in foto un uomo preoccupato davanti a un computer.

Faq sulla segnalazione Crif

Quanto tempo è necessario per poter essere cancellati dall’elenco dei cattivi pagatori?

Uscire dal Crif, ossia essere cancellati dalla lista dei cattivi pagatori, è possibile, ma richiede tempo e impegno nel risanare la propria situazione finanziaria. Ecco alcuni passi da seguire per cercare di ottenere la cancellazione dalla lista del Crif:

La mia registrazione Crif influisce sul mio punteggio di credito?

Sì, le informazioni contenute nella tua registrazione Crif sono utilizzate per calcolare il tuo punteggio di credito. Un punteggio di credito più alto indica una maggiore affidabilità finanziaria.

Le informazioni presso il Crif possono essere contestate o rimosse?

Se ritieni che ci siano informazioni errate o inesatte nella tua visura Crif hai il diritto di contestarle. Puoi presentare una richiesta di rettifica o cancellazione dei dati errati direttamente il Crif, fornendo la documentazione necessaria a supporto della tua contestazione. Il Crif esaminerà la tua richiesta e, se ritenuta valida, procederà con l’aggiornamento o la rimozione dei dati contestati.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp