Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Gestione del Debito / Crif cancellazione modulo

Crif cancellazione modulo

Mettiamo a disposizione il modulo per la cancellazione dal Crif, spieghiamo come compilarlo e a cosa serve.

di Romina Cardia

Settembre 2023

Come si compila il modulo per la cancellazione dal Crif? A chi devo inviarlo e a cosa serve? (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Modulo per la cancellazione dal Crif

Qui puoi scaricare il modulo per la cancellazione dal Crif (Centrale Rischi Finanziari).  È un file in PDF che dovrai compilare. Quindi puoi:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come si compila

Per prima cosa, devi inserire i tuoi dati anagrafici:

così come vedi nello screen sotto:

Screen della parte del modulo per la cancellazione dal Crif inerente all’inserimento dei dati anagrafici

Successivamente, Crif ti chiede di specificare qual è la tua richiesta. Hai 5 possibilità di scelta:

chiedi la modifica dei dati relativi a uno o più rapporti di credito che hai verificato essere presenti nel SIC di Crif (dovrai indicare il tipo di credito, il nome della banca o della società finanziaria, la data di richiesta o di erogazione del credito e poi le informazioni da rettificare e le motivazioni);

Questa parte si presenta così:

Parte del modulo per la cancellazione dal Crif in cui scegliere per quale motivo chiedi la cancellazione

Alla fine, ti viene chiesto di scegliere la modalità con la quale vuoi ricevere una risposta, ovvero:

Prestiti ai pensionati INPS fino a 90 anni: è possibile sottoscriverne uno? Ecco le banche convenzionate e come funziona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=H0L73VLsG3k?si=bK4vBLTg26l7vBxH&w=560&h=315]

Quali documenti allegare

Se fai la richiesta a titolo personale (persona fisica) allega al modulo firmato:

Se vuoi conoscere i dati dell’azienda di cui sei legale rappresentante allega al modulo firmato:

Prestito per chi è segnalato al CRIF. Scopri se si possono ottenere prestiti anche se si è segnalati al CRIF.

Dove inviarlo

Una volta che hai compilato il modulo, puoi inviarlo:

Cosa risulta nella visura Crif. La visura Crif è un report che contiene informazioni sulla situazione creditizia di una persona. Scopri nell’approfondimento, quali elementi sono inclusi in questo documento e a cosa serve.

Modulo per la cancellazione dal Crif
Modulo per la cancellazione dal Crif. Nella foto: un uomo sta compilando un modulo

Cosa succede dopo l’invio del modulo per la cancellazione dal Crif

Dopo l’invio del modulo per la cancellazione dal Crif, la Centrale ti fornirà il riscontro entro 30 giorni dalla ricezione della tua documentazione completa.

Vediamo se esistono delle soluzioni per ottenere prestiti a persone invalide che sono cattivi pagatori e come fare eventualmente a ottenerli.

Quanto costa il servizio

In caso di esercizio del diritto di accesso, nella lettera di riscontro ti verrà indicato l’importo del contributo spese da versare a Crif, che è gratuito per le persone fisiche (nel rispetto dell’art. 12 del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati UE 2016/679), mentre per le aziende è pari a:

Il pagamento dovrà essere effettuato al ricevimento del riscontro e non oltre 15 giorni, secondo una delle seguenti modalità:

Segnalazione CRIF senza preavviso: è legale? Quali sono le conseguenze del mancato preavviso dell’iscrizione al CRIF?

Cosa si ottiene

Come abbiamo detto, il modulo per la cancellazione dal Crif serve ad una molteplicità di scopi, ovvero ricevere informazioni creditizie, oppure la modifica, la cancellazione o l’aggiornamento dei dati relativi a un rapporto creditizio.

È opportuno precisare però, che i dati presenti nel SIC di Crif vengono cancellati automaticamente dal sistema, senza bisogno di richieste specifiche. I tempi di cancellazione variano in base al tipo di dato.

Così le informazioni creditizie di tipo negativo relative a ritardi nei pagamenti, successivamente regolarizzati, sono conservate nel SIC fino a:

I dati relativi ai finanziamenti non rimborsati, invece, possono essere conservati nel SIC non oltre 36 mesi dalla data di scadenza contrattuale del rapporto oppure, in caso di altre vicende rilevanti in relazione al pagamento, dalla data in cui è risultato necessario il loro ultimo aggiornamento, e comunque al massimo fino a 60 mesi dalla data di scadenza del rapporto.

Tutto questo per dire che non puoi chiedere a Crif la cancellazione dei dati che ti riguardano prima del termine, anche se nel frattempo hai provveduto a regolarizzare il pagamento.

FAQ (domande e risposte)

Che cos’è la Crif?

Crif – Centrale Rischi Finanziari S.p.A. – è una società privata che gestisce Eurisc, un Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) che raccoglie i dati sui finanziamenti richiesti ed erogati a soggetti privati e imprese: rimborsi non effettuati, ritardi nei pagamenti, rifiuti nella richiesta di finanziamenti, ma anche informazioni non necessariamente negative come lo stato dei prestiti (anche di quelli già estinti), la regolarità nei pagamenti, ecc. Tali dati vengono trasmessi a Crif dalle stesse banche e finanziarie che aderiscono al SIC Eurisc (ce ne sono altri sul mercato). A consultarli sono poi quelle stesse banche che hanno la necessità di valutare l’affidabilità creditizia del cliente che ha presentato una richiesta di un prestito o mutuo.

Quando è possibile chiedere la cancellazione anticipata dal Crif?

Di fronte a dati positivi, come la puntuale restituzione delle somme di denaro ottenute in prestito, sarà possibile richiedere la cancellazione anticipata delle informazioni personali registrate nelle banche dati del Crif. Ovviamente però i casi in cui tali richieste vengano fatte, di fronte a una reputazione di buon pagatore, sono rare. Infatti di solito si prova a richiedere la cancellazione delle informazioni, quando reputate negative e lesive ai fini di un possibile prestito futuro potenzialmente pregiudicato da una fama di cattivo pagatore.

Qual è l’importanza del punteggio Crif?

Il punteggio Crif è importante perché viene utilizzato da banche e istituti finanziari per valutare il tuo affidamento finanziario. Un punteggio elevato indica una buona gestione del credito e aumenta le tue probabilità di ottenere prestiti a condizioni favorevoli. Al contrario, un punteggio basso potrebbe rendere difficile l’accesso al credito.

Come posso migliorare il mio punteggio Crif?

Per migliorare il tuo punteggio Crif, è fondamentale gestire in modo responsabile il tuo credito. Assicurati di pagare puntualmente le tue rate di prestiti e carte di credito, evita di accumulare troppo debito e mantieni un buon rapporto tra debito e reddito. Inoltre, verifica periodicamente il tuo rapporto Crif per individuare eventuali errori o segnalazioni negative e richiedi la correzione.

Cosa succede se ho un punteggio Crif basso?

Se hai un punteggio Crif basso, potresti riscontrare difficoltà nell’ottenere prestiti o carte di credito. Tuttavia, ci sono alcune opzioni disponibili, come i prestiti personali garantiti o le carte di credito prepagate, che potrebbero essere accessibili anche con un punteggio basso. È importante lavorare per migliorare il tuo punteggio nel tempo seguendo le pratiche finanziarie corrette.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp