Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Cuneo fiscale 2024 tabella: chi guadagna col nuovo IRPEF

Cuneo fiscale 2024 tabella: chi guadagna col nuovo IRPEF

Cuneo fiscale 2024: come cambia la busta paga con la nuova Irpef? scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Gennaio 2024

In questo articolo parleremo di cuneo fiscale 2024, per vedere quali saranno i cambiamenti in busta paga dopo le modifiche all’Irpef (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Come cambia l’Irpef nel 2024?

La Legge di Bilancio 2024 ha modificato il panorama fiscale italiano, con la riduzione del cuneo fiscale e l’eliminazione della quota dei contributi previdenziali per le madri lavoratrici dipendenti a tempo indeterminato con almeno due figli.

Inoltre, il Decreto Legislativo 216/2023, che segna un passo fondamentale nella riforma, ha cambiato temporaneamente per il solo 2024, le aliquote Irpef e il numero degli scaglioni. Vediamo tutte le modifiche.

Cuneo-fiscale-2024-decreto
L’articolo 1 del Decreto Legislativo 216/2023.

Tabella delle aliquote Irpef 2024

La tabella che segue presenta un confronto tra le aliquote Irpef del 2023 e quelle del 2024, dopo l’applicazione della riforma fiscale.

ScaglioneSoglia di redditoAliquote ordinarieAliquote per il 2024
IFino a 15.000 euro23%23%
IIDa 15.001 a 28.000 euro25%23%
IIIDa 28.001 a 50.000 euro35%35%
IVOltre 50.000 euro43%45%
Irpef 2023 e 2024 a confronto.

Esempio di calcolo delle imposte con l’Irpef 2023

Facciamo un esempio pratico per comprendere come cambia l’Irpef quest’anno. Partiamo illustrando il funzionamento del sistema di tassazione nel 2023, prendendo in considerazione un lavoratore con un reddito imponibile di 25.000 euro.

Nel 2023 questo lavoratore pagava un’aliquota Irpef del 23% sui primi 15.000 euro di reddito e del 25% sui successivi 10.000 euro. Procedendo con il calcolo:

  1. Per i primi 15.000 euro, il lavoratore pagava il 23%, che equivale a 3.450 euro (23% di 15.000 euro).
  2. Per i restanti 10.000 euro, pagava il 25%, che corrisponde a 2.500 euro (25% di 10.000 euro).

Sommando queste due cifre, otteniamo l’ammontare totale dell’Irpef che il lavoratore era tenuto a pagare sul suo reddito imponibile di 25.000 euro l’anno scorso. Quindi, l’Irpef totale per il 2023 era di 5.950 euro (3.450 euro + 2.500 euro).

Esempio di calcolo delle imposte con l’Irpef 2024

Adesso, consideriamo lo stesso lavoratore con un reddito imponibile di 25.000 euro e vediamo quanto paga di Irpef nel 2024.

Quest’anno, dopo le modifiche introdotte dalla riforma fiscale, un lavoratore con un reddito imponibile di 25.000 euro viene tassato interamente con un’aliquota del 23%. Ecco il calcolo:

Confrontando questo risultato con il sistema di tassazione del 2023, possiamo notare che con l’entrata in vigore della riforma fiscale, il lavoratore ha un risparmio di circa 200 euro all’anno sull’Irpef. In particolare, paga di imposta lorda 5.750 euro invece dei 5.950 euro dell’anno scorso.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Cuneo fiscale 2024: come cambia la busta paga?

La Legge di bilancio 2024, al fine di ridurre il cuneo fiscale, introduce una misura eccezionale di esonero contributivo parziale per i lavoratori dipendenti, escludendo i rapporti di lavoro domestico, valida dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024.

Questa disposizione si basa sul modello già in atto dal 1° luglio al 31 dicembre 2023, ma con specifiche modifiche riguardanti la tredicesima mensilità. Nello specifico, infatti, nel 2024 l’esonero contributivo, che va in percentuale allo stipendio percepito, non si applica alla tredicesima.

Tabella delle riduzioni contributive

La tabella qui sotto illustra la percentuale dell’esonero contributivo, a cui hanno diritto i lavoratori dipendenti nel 2024, in base allo stipendio percepito.

Soglia di retribuzione mensileRiduzione percentuale dei contributi
Fino a 1.923 euro7%
Fino a 2.692 euro6%
Oltre 2.692 euro0
Tabella degli esoneri contributivi 2024

Come funziona l’esonero contributivo per le lavoratrici madri

La Legge di bilancio 2024, tra i suoi articoli, presenta una misura significativa per le lavoratrici madri. Dai commi 180 a 182 dell’art 1 emerge l’introduzione di un esonero totale dalla quota dei contributi previdenziali per le madri lavoratrici a tempo indeterminato, con almeno due figli.

In dettaglio, per le madri di tre o più figli, questa legge prevede un esonero totale (100%) dei contributi previdenziali fino al diciottesimo anno di età del figlio più giovane, valido dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026.

Per le madri con due soli figli, invece, l’esonero del 100% viene applicato in modo sperimentale dal 1° gennaio al 31 dicembre 2024 e si estende fino al decimo anno di età del figlio più giovane.

In entrambi i casi, l’esonero non influisce sull’aliquota di calcolo delle prestazioni pensionistiche. È inoltre stabilito un limite massimo annuo di 3.000 euro, equivalenti a un massimo di 250 euro al mese, da adeguare in caso di impiego part-time.

FAQ: Domande frequenti sull’Irpef

Che cos’è l’Irpef?

L’Irpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) è un’imposta diretta applicata sui redditi delle persone fisiche. In pratica una tassa che si paga in percentuale in base ai redditi da lavoro dipendente, lavoro autonomo, pensione, affitto o altre fonti.

Cosa sono le deduzioni e le detrazioni che riducono l’Irpef?

Le deduzioni e le detrazioni consentono di ridurre l’importo del reddito imponibile e quindi dell’Irpef da pagare. Possono riguardare spese sanitarie, spese educative, contributi previdenziali, detrazioni per figli a carico, e altre spese specifiche.

Quali tipi di redditi sono esenti dall’Irpef?

Alcuni tipi di reddito possono essere esenti dall’Irpef, come ad esempio le pensioni sociali, l’assegno di maternità, ecc. Tuttavia, le esenzioni possono variare a seconda delle specifiche circostanze del contribuente.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp