Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli: nuova data a novembre

Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli: nuova data a novembre

Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli, ecco l'ultima data di accredito apparsa sul fascicolo previdenziale di molti cittadini.

di Sara Fannino

Novembre 2022

Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli, nuove date di accredito sui fascicoli previdenziali: ecco quando (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli, quando deve arrivare

Partiamo subito facendo un piccolo riassunto. Il bonus 200 euro ai lavoratori agricoli è stato inserito nel Decreto Aiuti dello scorso 17 maggio 2022. I lavoratori agricoli, nello specifico coloro che hanno ottenuto la disoccupazione agricola nell’anno corrente, sono stati affiancati dai percettori di Naspi e di Dis-Coll tra i beneficiari del sostegno una tantum.

Leggi anche: Bonus 200 euro su Rdc, nessuna traccia a ottobre?

Nello specifico, il bonus 200 euro ai lavoratori agricoli doveva arrivare proprio nel mese di ottobre, con l’inizio della seconda fase degli accrediti. Sì, perché la prima fase, partita a luglio, è terminata nel mese di settembre e ha coinvolto le seguenti categorie di percettori:

Leggi anche: Quando arriva il bonus 200 euro? Nuova data a novembre

La seconda fase, invece, riguarda i percettori mancanti del Decreto Aiuti, ossia i lavoratori autonomi e i liberi professionisti, le ex indennità covid una tantum dei decreti Sostegni e Sostegni bis del 2022, i percettori di Naspi, Dis-Coll e disoccupazione agricola, oltre che tutta la platea di beneficiari coinvolta nel Decreto Aiuti bis.  

Andiamo subito a scoprire qual è la nuova data di accredito che uscita sui fascicoli previdenziali.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli, ecco la nuova data di pagamento

Come abbiamo visto nei giorni scorsi, il bonus 200 euro ai lavoratori agricoli, arriverà ai beneficiari in data:

Ma qual è la nuova data di accredito della prestazione? Ve lo svelo subito:

Leggi anche: Bonus 200 euro da oggi 28 ottobre e prossime date

Ricordiamo che anche quella di lunedì 7 novembre non sarà una data universale. L’accredito del bonus 200 ai lavoratori agricoli, infatti, segue la logica di tutte le altre prestazioni Inps: per flussi di pagamento. In poche parole, chiunque ha diritto a ricevere il sostegno lo riceverà, ma non si sa in quale data. Per aver la certezza matematica dell’accredito l’unica cosa da fare è monitorare il proprio fascicolo online del cittadino, eseguendo l’accesso con una delle tre identità digitali fra:

Una volta entrati nel fascicolo previdenziale potrete procedere nella pagina prestazioni e pagamenti per prendere visione delle vostre prossime disposizioni.

Leggi anche: Bonus 200 euro in arrivo dal 27 ottobre: ecco per chi

Ricordiamo che insieme al bonus 200 euro ai lavoratori agricoli, nella prima settimana di novembre arriverà anche il bonus 200 euro per i percettori di Naspi e Dis-Coll, più precisamente nelle date del 3 e del 4 novembre 2022.

Attenzione, però, perché non riceveranno il bonus 200 euro ai lavoratori agricoli del 7 novembre:

 Andiamo, ora, a scoprire qual è la nuova prestazione INPS in arrivo a novembre.

Leggi anche: Bonus 200 euro ai lavoratori agricoli: 2 nuove date

bonus 200 euro ai lavoratori agricoli
bonus 200 euro ai lavoratori agricoli

Non solo bonus 150 euro ai lavoratori agricoli, ma anche bonus 150 euro

Concludiamo la nostra breve guida ricordando che a novembre inizierà ad arrivare, a partire dai pensionati, il bonus 150 euro una tantum introdotto con il Decreto Aiuti ter dello scorso 23 settembre 2022.

Si tratta di un’altra indennità che il Governo ha inserito tra i sostegni per aiutare le famiglie a far fronte al caro bollette e al caro vita. Questa volta, però, la soglia del reddito è stata abbassata: il limite non è più a 35 mila euro, ma è a sceso a 20 mila euro, mentre i lavoratori dipendenti dovranno avere una busta paga con una retribuzione imponibile di 1.538 euro nel mese di novembre.

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Insomma, si tratta di una misura rivolta a chi è in situazioni di disagio economico. I lavoratori agricoli rientrano tra i beneficiari della misura, con i percettori di Naspi e Dis-Coll. Ricordiamo che i beneficiari di tale indennità sono tutti coloro che sono stati percettori di bonus 200 euro uno e bis, ma che hanno redditi più bassi.

Anche in questo caso, però, gli accrediti rispetteranno due fasi distinte e chi apparteneva alla seconda fase del bonus 200 euro riceverà il bonus 150 euro, in un secondo momento, si pensa tra la fine del mese di dicembre e l’inizio del mese di gennaio, ma sarà INPS a decidere le tempistiche.

Leggi anche: Bonus 150 euro con pensione e Rdc: dove lo pagano?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp