Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza 15 maggio: lavorazioni si parte!

Reddito di cittadinanza 15 maggio: lavorazioni si parte!

Scopri quando inizieranno le lavorazioni che precedono il pagamento del Reddito di cittadinanza di metà maggio 2023.

di The Wam

Maggio 2023

Sono iniziate le lavorazioni del Reddito di cittadinanza di maggio 2023 per chi ha diritto alla ricarica del Rdc di metà mese. In questo approfondimento vedremo di chi si tratta e capiremo quanti sono le tempistiche di pagamento del sussidio. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Pagamento Reddito di cittadinanza di maggio 2023: lavorazioni in arrivo

Il pagamento del Reddito di cittadinanza arriverà dal 15 maggio 2023 per chi lo riceve la prima volta o deve essere pagato dopo averlo rinnovato il contributo. Nel secondo caso, si tratta di nuclei familiari che hanno terminato il sussidio a marzo 2023 e poi hanno chiesto il rinnovo.

Le lavorazioni del Rdc, per alcuni beneficiari, sono state elaborate l’11 aprile 2023 e per altri arriveranno entro il 13 aprile 2023. Le lavorazioni sono quel momento che precede le disposizioni di pagamento.

A elaborare le pratiche è l’INPS, mentre Poste Italiane si occupa dei pagamenti. Gli accrediti possono richiedere anche qualche giorno per essere eseguiti tutti. Per questa ragione, ci sono persone che ricevono prima il contributo economico e altre solo in un secondo momento.

Tutti gli altri beneficiari saranno pagati dal 26 maggio 2023.

La Pensione di cittadinanza, destinata ai beneficiari dell’Rdc che hanno compiuto 67 anni, segue le stesse tempistiche di pagamento.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Chi non riceverà il reddito di cittadinanza di maggio 2023?

Il pagamento del Reddito di cittadinanza di maggio 2023 non sarà erogato a chi ha terminato la diciottesima rata del sussidio ad aprile 2023, a chi ha subito una revoca o una sospensione.

La sospensione dell’Rdc scatta per chi non ha rinnovato l’ISEE. Gli accrediti riprenderanno quando si rinnoverà il documento. La revoca del reddito di cittadinanza si applica quando il cittadino:

date-lavorazioni-reddito-di-cittadinanza-15-maggio-2023
Ragazza che guarda l’orologio in attesa delle lavorazioni del Reddito di cittadinanza del 15 maggio 2023.

Come controllare il saldo del reddito di cittadinanza di maggio 2023?

Il saldo e la lista dei movimenti della carta Rdc possono essere controllati online o con altri tipi di servizio. La verifica, infatti, può avvenire dal numero verde dedicato, da un ufficio postale, mediante un ATM Postamat oppure attraverso i servizi online dedicati.

Nello specifico, il controllo del saldo avviene così:

Le informazioni sull’Rdc si possono chiedere contattando telefonicamente l’INPS, dal numero 803 164, gratuito da telefono fisso dal numero 06 164 164 da cellulare, a pagamento in base alla tariffa applicata dai diversi gestori.

Reddito di cittadinanza maggio 2023: spese vietate

L’Rdc garantisce una cifra mensile che può essere utilizzato per pagare beni e servizi che non rientrano nella lista delle spese vietate:

Quanto durerà ancora il reddito di cittadinanza?

Il Reddito di cittadinanza durerà fino al 2024. Per sostituire il Rdc è previsto l’Assegno di inclusione, strumento economico destinato alle persone ritenute inoccupabili, ossia quelle che:

Il sito invaliditaediritti.it ha spiegato come funzionerà l’assegno di inclusione per persone con disabilità o che hanno già di 60 anni.

Quante volte si può rinnovare il reddito di cittadinanza?

Dal 2024, come detto, non é più possibile rinnovare il Rdc perché è attesa l’abrogazione del sussidio.

Fino al 2022 era possibile rinnovare il contributo economico dopo la scadenza delle diciotto rate, se si soddisfavano ancora i requisiti per ricevere l’Rdc.

Come richiedere il reddito di cittadinanza?

La domanda per il Reddito di cittadinanza va presentata:

Di seguito mettiamo a disposizione un modello in formato pdf da scaricare e compilare per facilitare la richiesta del sussidio presso un Caf o gli uffici postali:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Rdc:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp