Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Disoccupazione / Naspi a marzo 2023: ecco quando e per chi

Naspi a marzo 2023: ecco quando e per chi

Quali solo le date di pagamento della Naspi a marzo 2023? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2023

Vediamo il calendario dei pagamenti della Naspi a marzo 2023 (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Sarà più ricco l’importo della Naspi a marzo 2023 per alcuni beneficiari, che vedranno una doppia mensilità. A partire dal 2 marzo 2023 l’INPS sta infatti liquidando gli arretrati relativi alla mensilità di gennaio, per chi ancora l’aspettava.

La Naspi viene pagata in giorni diversi ai beneficiari, ma coloro che sono in attesa degli arretrati a marzo riceveranno un doppio accredito: prima quello per la mensilità di gennaio e poi la regolare ricarica di febbraio 2023.

Andiamo perciò a vedere il calendario completo dei pagamenti di marzo per i percettori di Naspi e anche come si fa a verificare la data della propria disposizione di pagamento.

Indice

Naspi a marzo 2023: arretrati di gennaio in pagamento

A marzo 2023 chi percepisce la Naspi, l’indennità di disoccupazione per i lavoratori dipendenti, potrebbe vedere un doppio accredito.

Alcuni titolari di Naspi, infatti, vedono sul fascicolo previdenziale una disposizione di pagamento in data 2 marzo o 3 marzo 2023. Queste date non riguardano la regolare mensilità di febbraio, che sarà pagata dopo, ma sono gli arretrati per la mensilità di gennaio 2023.

Quindi nei fatti chi aspetta gli arretrati della Naspi a febbraio avrà una doppia mensilità.

In dettaglio, le date del 2 e 3 marzo riguardano quanti hanno presentato il modello Naspi-com, che serve ad attestare il reddito presunto, dopo il 31 gennaio 2023 e quindi attendono ancora l’arretrato di questa mensilità.

Ricordiamo che la Naspi non segue un calendario preciso e gli accrediti arrivano in giorni diversi ai beneficiari. Tuttavia, chi aspetta gli arretrati di gennaio farebbe bene a monitorare il fascicolo previdenziale del cittadino perché sono in pagamento.

Per quanto riguarda la regolare mensilità di febbraio, questa non viene pagata insieme agli arretrati, ma arriverà in un versamento separato tra il 9 e il 16 del mese.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Naspi a marzo 2023: nuovi accrediti del Bonus 150 euro

Quello degli arretrati non è l’unico accredito, oltre la mensilità ordinaria, che riguarda i disoccupati. Quanti infatti erano titolari di Naspi e DIS-COLL a novembre 2022 hanno diritto al Bonus 150 euro, cioè l’Indennità una tantum.

La gran parte degli accrediti per il Bonus 150 euro è già arrivata ai disoccupati a febbraio, tuttavia si sono registrate altre disposizioni di pagamento in data 2 marzo e 3 marzo 2023.

Quanti attendono i 150 euro del bonus, perché nel 2022 percepivano l’indennità di disoccupazione, e ancora non li hanno avuti potrebbero vedere l’accredito nei prossimi giorni.

Anche in questo caso, l’accredito del Bonus 150 euro avviene in giorni diversi a seconda dei beneficiari e ognuno può verificare la data della propria disposizione di pagamento accedendo al fascicolo previdenziale del cittadino.

Al Bonus 150 euro hanno diritto tutti quelli che a novembre 2022 erano titolari di Naspi e DIS-COLL, anche se ora non percepiscono più l’indennità di disoccupazione. L’importo sarà in ogni caso versato dall’INPS sul conto corrente su cui si percepisce o si percepiva la Naspi o la DIS-COLL.

Naspi a marzo 2023: il calendario completo dei pagamenti

Riepiloghiamo quali sono le date di accredito che riguardano i titolari di Naspi a marzo 2023, almeno le disposizioni di pagamento che si conoscono fino adesso:

La regolare mensilità della Naspi dovrebbe arrivare ai beneficiari entro il 16 marzo 2023. Ricordiamo che questa ricarica si riferisce all’indennità di disoccupazione relativa al mese di febbraio 2023, poiché l’INPS paga la Naspi un mese dopo.

Per concludere, è possibile che si ricevano due accrediti lo stesso giorno, ad esempio gli arretrati e la mensilità di febbraio, ma questi arriveranno comunque come due versamenti separati e nel fascicolo saranno presenti due diverse disposizioni di pagamento.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=xJjLHcCHg8A&w=560&h=315]

Naspi a marzo 2023: come verificare la data delle disposizioni di pagamento

Come abbiamo anticipato, la Naspi non segue un calendario preciso dei pagamenti come fanno ad esempio le pensioni. Tutti i percettori però possono sapere la data in cui l’INPS dispone il pagamento per loro, accedendo al fascicolo previdenziale del cittadino online.

Per farlo, basta entrare nell’area personale del sito dell’INPS, usando le credenziali SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica), CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Poi è necessario fare una ricerca all’interno del sito, usando la barra in alto e digitando le parole fascicolo previdenziale, infine cliccare su Approfondisci alla destra del primo risultato.

Naspi-a-marzo-2023-fascicolo-previdenziale
In foto il sito dell’INPS.

Nel fascicolo previdenziale c’è un menu a sinistra dove è necessario cliccare prima sulla voce Prestazioni e poi su Pagamenti. Quindi basta selezionare mese, anno e la prestazione, in questo caso Naspi, ed è possibile verificare se c’è una disposizione di pagamento e in che giorno è prevista.

All’interno del fascicolo previdenziale è possibile verificare anche lo storico dei pagamenti della Naspi e di qualsiasi altra prestazione erogata dall’INPS.

In ogni caso, dalla data della disposizione di pagamento possono volerci un paio di giorni prima che i soldi arrivino materialmente sul conto corrente dei beneficiari.

Scopri la pagina dedicata alla disoccupazione e al reinserimento lavorativo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp