Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Pagamenti Assegno Unico giugno 2023: quarta data

Pagamenti Assegno Unico giugno 2023: quarta data

Scopri la nuova data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023 disposta dall’INPS.

di Chiara Del Monaco

Giugno 2023

Dopo giorni di tensione a causa dei ritardi dell’Assegno Unico, finalmente l’INPS ha annunciato i primi pagamenti di giugno. In questo approfondimento vediamo a chi spetta la quarta data prevista (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

I primi giorni di giugno sono stati interessati da alcuni pagamenti dell’Assegno Unico riferiti agli arretrati. In particolare, alcuni cittadini hanno ricevuto l’importo relativo a maggio direttamente a giugno a causa dei conguagli dell’INPS.

Per fortuna, i pagamenti di giugno hanno preso una piega più positiva, in quanto l’Istituto ha annunciato le prime tre date di accredito riferite al mese in corso.

Data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023: quando arriva

Solo di recente l’INPS ha annunciato ben tre date di pagamento dell’Assegno Unico destinate a chi ha fatto domanda e non riceve il Reddito di cittadinanza.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Nella sorpresa generale, l’Istituto ha da poco comunicato anche una quarta data di accredito riferita alla stessa categoria di beneficiari. Il motivo della reazione di sorpresa si deve al fatto che fino alla settimana scorsa i cittadini si lamentavano a causa dei ritardi dell’Assegno Unico riferiti a giugno 2023.

Visto che il ricalcolo degli importi ha fatto slittare alcuni pagamenti di maggio all’inizio del giugno, molti temevano la stessa situazione anche questo mese. Per fortuna, l’INPS ha dimostrato che non sarà così.

Nello specifico, la quarta data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023 corrisponde al prossimo giovedì 22 giugno.

data-di-pagamento-dellassegno-unico-a-giugno-2023
Data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023: in foto, la disposizione di accredito sul sito INPS.

Lo screen qui sopra mostra la disposizione di pagamento dell’Assegno Unico sull’area riservata del sito INPS. In particolare, per visualizzare la data di accredito bisogna entrare nell’Area Disoccupati.

Il pagamento del 22 giugno è stato segnalato sul gruppo Facebook Reddito di cittadinanza e tanto altro e riguarda anche in questo caso i nuclei familiari che hanno richiesto l’Assegno Universale con un’apposita domanda e non ricevono il Reddito di cittadinanza.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023: a chi spetta

Come abbiamo visto dal paragrafo precedente, l’INPS ha tranquillizzato tutte le famiglie in pensiero a causa dei ritardi dell’Assegno Unico a giugno 2023. Dopo le prime tre date di pagamento dell’Assegno Unico, infatti, è stata segnalata anche una nuova disposizione di accredito.

Ma a chi spetta questa data?

Ciò che possiamo dire con certezza è che il 22 giugno saranno pagati i nuclei familiari che hanno fatto domanda (e la cui domanda è stata accolta regolarmente) tramite il portale dell’INPS. Quindi non sono interessati dal pagamento i percettori di Reddito di cittadinanza.

Tuttavia, sorge un dubbio sulla categoria specifica di destinatari. Ricordiamo, a questo proposito, che in una circolare dell’INPS dello scorso aprile l’Istituto ha introdotto due nuove finestre di pagamento dell’Assegno Unico.

Per accelerare l’erogazione degli importi ed evitare ritardi, a partire da maggio sarebbero in vigore queste tempistiche:

Sulla base di questo nuovo calendario, il pagamento del 22 giugno sarebbe quindi rivolto ai nuclei familiari che hanno fatto domanda dell’Assegno Unico a maggio oppure a coloro che hanno subito delle variazioni nell’ISEE o nel nucleo familiare e quindi devono ricevere un importo diverso rispetto a maggio 2023.

Tuttavia, è anche possibile che questa data faccia ancora riferimento a chi non ha subito variazioni, ma sia legata semplicemente a un ritardo rispetto alla tabella di marcia. Per scoprirlo bisogna solo aspettare il momento del pagamento e le segnalazioni dei cittadini interessati.

Nel frattempo, scopri chi deve presentare la domanda dell’Assegno Unico nel 2023 e di quanto aumentano gli importi con le maggiorazioni. Leggi anche quanto costa non rinnovare l’ISEE per l’Assegno Unico 2023 e l’elenco delle novità dell’Assegno Unico 2023 in breve.

Data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023: in foto, una famiglia felice.

Data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023: come controllare il pagamento

Anche se l’INPS ha stabilito delle tempistiche di pagamento dell’Assegno Unico, le famiglie interessate non possono comunque sapere quale sarà la data di accredito precisa. Ricordiamo, infatti, che l’Assegno Universale viene pagato a flussi e i giorni di pagamento cambiano da persona a persona.

Per questo motivo, quando si avvicina la finestra di accredito prevista (per esempio dal 10 al 20 giugno oppure dal 20 al 30 giugno), si consiglia di controllare il fascicolo previdenziale del cittadino.

Per chi non lo sapesse, si tratta di uno strumento molto utile per conoscere tutte le disposizioni di pagamento dell’INPS delle varie prestazioni economiche, tra cui l’Assegno Unico. Per accedere, bisogna andare sul sito ufficiale dell’INPS e scrivere “fascicolo previdenziale del cittadino” nella barra di ricerca.

Dopo aver cliccato sul risultato corrispondente, bisogna autenticarsi all’area riservata con le credenziali SPID, CIE o CNS. Da qui, si deve cliccare sul menu a sinistra e selezionare prima la voce Prestazioni e poi Pagamenti.

Infine, basta cliccare sull’anno di riferimento e sulla prestazione economica: apparirà una tabella con i dettagli utili del prossimo accredito, per esempio la data prevista, l’importo in arrivo e il mese di riferimento.

Chi invece non ha familiarità con il computer può anche rivolgersi al servizio gratuito di un CAF o patronato, oppure può chiamare il Contact Center Multicanale dell’INPS al numero 803 164 da rete fissa gratuitamente oppure al numero 06 164 164 da cellulare a pagamento (secondo la propria tariffa).

Ecco una guida utile per controllare i pagamenti dell’Assegno Unico a giugno 2023.

Data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023: pagamenti annunciati

Ora che abbiamo visto tutte le novità sulla prossima data di pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023 e su come controllare lo stato del pagamento, potrebbe essere utile un riepilogo delle date annunciate finora dall’INPS.

Dunque, i giorni di pagamento comunicati a giugno 2023 per l’Assegno Unico sono i seguenti:

Fino al 9 giugno, sono stati erogati solo gli arretrati riferiti a maggio o ai mesi ancora precedenti. Dal 15 giugno, invece, sono previsti gli accrediti della mensilità in corso. Tutte queste date, in ogni caso, riguardano solo le persone che non ricevono il Reddito di cittadinanza.

Invece, le famiglie con figli a carico che percepiscono il Rdc ricevono l’Assegno Unico secondo tempistiche differenti, e cioè seguendo le ricariche mensili del Reddito di cittadinanza. Di conseguenza, dal 15 giugno (dopo la ricarica di metà mese) dovrebbero arrivare i pagamenti riferiti agli arretrati. Invece, dopo il 27 giugno (cioè dopo la ricarica di fine mese) sono previsti gli accrediti riferiti a maggio.

A questo proposito, si ricorda che l’Assegno Unico sul Reddito di cittadinanza fa sempre riferimento al mese precedente e viene erogato automaticamente dall’INPS sulla Carta Rdc. Quindi non c’è bisogno di fare alcuna domanda.

FAQ sul pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023

Quando arriva l’Assegno Unico di giugno 2023?

Dopo alcune tensioni per ritardi nell’erogazione dell’Assegno Unico, l’INPS ha annunciato le date di pagamento per il mese di giugno. Tra queste, la quarta data prevista è giovedì 22 giugno.

A chi spetta il pagamento dell’Assegno Unico il 22 giugno 2023?

Il pagamento del 22 giugno è destinato ai nuclei familiari che hanno fatto domanda per l’Assegno Unico e la cui domanda è stata accolta regolarmente. Non saranno interessati dal pagamento i percettori di Reddito di cittadinanza.

Come posso controllare il pagamento dell’Assegno Unico a giugno 2023?

Puoi controllare i pagamenti dell’Assegno Unico attraverso il tuo “Fascicolo previdenziale del cittadino” sul sito ufficiale dell’INPS. In alternativa, puoi rivolgerti al servizio gratuito di un CAF o patronato, o chiamare il Contact Center Multicanale dell’INPS.

Quali sono le date di pagamento annunciate per l’Assegno Unico a giugno 2023?

Le date di pagamento comunicate dall’INPS per l’Assegno Unico a giugno 2023 sono: 1° giugno, 5 giugno, 6 giugno, 9 giugno, 15 giugno, 19 giugno, 20 giugno e 22 giugno. Queste date riguardano solo le persone che non ricevono il Reddito di cittadinanza.

Quando arriva l’Assegno Unico sul Reddito di cittadinanza a giugno 2023?

Se fai parte di una famiglia con figli minori e ricevi il Reddito di cittadinanza, l’erogazione dell’Assegno Unico si allinea con le ricariche mensili del Reddito di cittadinanza: a partire da metà mese, ovvero il 15 giugno, si prevedono i pagamenti arretrati. Invece, al termine del mese, cioè dopo il 27 giugno, arriveranno i pagamenti per il mese di maggio.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp