Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Date pagamenti bonus terzo figlio (Anf) dal 12 al 18 luglio

Date pagamenti bonus terzo figlio (Anf) dal 12 al 18 luglio

Nuove date di pagamento per il bonus terzo figlio. Andiamo subito a scoprire il calendario dei pagamenti dell'istituto nazionale per la previdenza sociale e gli ultimi aggiornamenti.

di Sara Fannino

Luglio 2022

Nuove date di pagamento per il bonus terzo figlio. Andiamo subito a scoprire il calendario dei pagamenti dell’istituto nazionale per la previdenza sociale e gli ultimi aggiornamenti. (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Bonus terzo figlio a luglio 2022: ecco le date di pagamento dell’INPS

Abbiamo già visto in questo articolo numerose date di accredito per quel che concerne il bonus terzo figlio, ovvero l’assegno al nucleo familiare dei comuni. L’Istituto nazionale per la previdenza sociale sta continuando i suoi pagamenti e, dopo gli accrediti effettuati la scorsa settimana, in particolare mercoledì 6 luglio, le prossime date di accredito sono

Date bonus terzo figlio

L’ultimo pagamento del bonus terzo figlio è stato versato nel mese di gennaio. Questo riguardava il periodo compreso da luglio a dicembre 2021. Quello del mese di luglio 2022 sarà l’ultimo pagamento in assoluto, poiché dallo scorso marzo, tale prestazione è stata inglobata ufficialmente nel nuovissimo assegno unico e universale.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus terzo figlio ecco di cosa si tratta e chi lo può ricevere

Quando parliamo del bonus terzo figlio ci riferiamo all’Anf dei comuni, in particolare all’articolo 65 della legge 448/1998. Fino allo scorso anno questo bonus veniva corrisposto alle famiglie ciclicamente, ogni sei mensilità. Si tratta di una prestazione che viene erogata a determinati nuclei familiari per 13 mensilità per un totale di 1.886,82 € (145,14 € al mese).

Ormai non è più possibile inoltrare la richiesta, poiché come abbiamo detto poco fa, questa prestazione pagata dall’INPS è stata ufficialmente risucchiata dall’assegno unico universale per figli da zero a 21 anni. Fino al 2021 il bonus terzo figlio veniva richiesto direttamente al proprio Comune di residenza e in quasi tutte le amministrazioni comunali era stata fissata la scadenza per ottenere la prestazione, al 31 gennaio 2022.

Ricordiamo che le ricariche vengono effettuate dall’Istituto nazionale per la previdenza sociale per flussi di pagamento, dunque, variano da percettore a percettore, per questo motivo vi consigliamo di tenere monitorato il vostro fascicolo previdenziale online dell’istituto, effettuando l’accesso con una delle tre identità digitali fra:

Potrete visualizzare gli aggiornamenti della misura direttamente nella sezione online denominata prestazioni/pagamenti.

Come abbiamo detto pocanzi, il bonus terzo figlio fino al 2021 è stato pagato ogni sei mesi con due versamenti da 943,41 €. Il beneficio economico veniva corrisposto a tutti i nuclei familiari composti da cittadini italiani, oltre che dai cittadini comunitari ed extracomunitari che hanno un permesso di soggiorno UE di lungo periodo, residenti con tre o più figli a carico. È importante sottolineare che i figli a carico dovevano essere minorenni.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

I requisiti delle famiglie dovevano essere i seguenti:

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=-kK0dpLX-1c&w=560&h=315]

Il nuovo assegno unico e universale: addio bonus terzo figlio

Con la ricarica di luglio dobbiamo dire ufficialmente addio al bonus terzo figlio. Al suo posto ora c’è l’assegno unico e universale che verrà erogato tutte le famiglie italiane con figli a carico tra zero e 21 anni. Se il figlio è disabile il limite dell’età decade.

L‘assegno è unico perché ha inglobato al suo interno tutte quelle misure che venivano corrisposte fino a marzo 2022 dall’Istituto nazionale per la previdenza sociale, come:

L’assegno è altresì universale poiché verrà corrisposto a tutte le famiglie italiane, indipendentemente dal loro reddito: gli importi, infatti, vengono erogati tanto a chi ha redditi ISEE sotto i 15.000 €, quanto a chi ha ISEE sopra i 40.000 €.

Per chi ha richiesto l’assegno unico e universale all’INPS entro il 30 giugno 2022 verranno corrisposti anche tutti gli arretrati a partire dal mese di marzo, mentre per chi farà richiesta della prestazione a partire dal mese di luglio riceverà il sostegno per figli a carico a partire dal mese di competenza. Ricordiamo che i percettori di reddito di cittadinanza riceveranno gli accrediti in maniera del tutto automatica, previa la presentazione all’INPS del Modello RdC com AU.

L’assegno unico e universale per figli a carico fino a 21 anni ha sostituito il bonus terzo figlio, ma è compatibile con il bonus asilo nido.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp