Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Pagamento bonus 200 euro 10 giorni dopo la domanda accolta

Pagamento bonus 200 euro 10 giorni dopo la domanda accolta

Bonus 200 euro con domanda: scopri quanto tempo si devi aspettare per ricevere l’indennità se hai presentato la domanda e chi tra i beneficiari deve farlo.

di Chiara Del Monaco

Luglio 2022

Ecco le ultime novità sul bonus 200 euro con domanda, in particolare chi deve richiedere il sussidio dal sito INPS, come fare domanda e quanto bisogna aspettare una volta che la domanda è stata accolta (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Scopri le ultime notizie sul pagamento dell‘assegno unico su Rdc e i dettagli della ricarica di luglio del Reddito di Cittadinanza.

INDICE:

Bonus 200 euro con domanda: quando lo pagano?

Con il suo ultimo messaggio pubblicato il 30 giugno 2022, l’INPS ha fornito ulteriori dettagli su chi deve richiedere il bonus 200 euro con domanda, chi deve riceverlo in automatico, nonché un calendario dei pagamenti tra luglio e ottobre.

Da quel momento, molti beneficiari si sono attivati per presentare l’apposita domanda in modo da ricevere il sussidio quanto prima.

Inoltre, proprio alcuni giorni fa un utente ha chiesto informazioni all’Istituto di previdenza sociale per sapere più o meno quanto tempo bisogna aspettare una volta che la domanda è stata accolta.

Nell’immagine qui sotto riportiamo la risposta dell’INPS.

Bonus 200 euro con domanda: la risposta dell’INPS

Come puoi notare, l’Ente ci ha tenuto ha specificare che, pur non potendo dare tempi specifici per le singole pratiche, di solito ci vogliono circa 10 giorni dopo che la domanda è stata accolta e il sussidio è in fase di erogazione.

Di conseguenza, in attesa di avere novità dai primi destinatari che vedono il pagamento erogato sul conto corrente indicato in fase di domanda, ripassiamo insieme chi deve fare domanda e qual è la procedura per presentarla.

Continua a leggere per saperne di più.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro con domanda: per chi?

Ora che sappiamo quali dovrebbero essere le tempistiche per vedere il pagamento del bonus 200 euro con domanda, ricordiamo brevemente quali sono le categorie di beneficiari interessate.

Come indicato dall’INPS nella circolare n.73/2022, dovranno fare domanda:

Per le categorie appena descritte è necessario presentare la domanda entro il 31 ottobre 2022.

L’unica eccezione a questa scadenza è rappresentata dai lavoratori domestici, i quali devono compilare la domanda per il bonus 200 euro entro il 30 settembre 2022.

Per quanto riguarda i titolari di Partita Iva, in questo articolo potrai scoprire le novità più recenti in merito al Bonus 200 euro.

Bonus 200 euro con domanda: come richiederlo

A questo punto, visto che abbiamo chiarito chi potrà ottenere il bonus 200 euro con domanda, è doveroso fare un riepilogo sulla procedura, soprattutto per chi ci legge da poco.

Dalla circolare menzionata prima, emerge che per presentare la domanda bisogna andare sulla sezione dedicata al bonus 200 euro. Per trovare questa sezione dovrai andare sul sito dell’INPS e scrivere nella barra di ricerca “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche“.

A quel punto ti apparirà in automatico, in alto a sinistra, una sezione di colore rosa con scritto “Servizio“. Sarà necessario cliccarci sopra e fare l’accesso attraverso le tue credenziali SPID, CIE o CNS.

All’interno della sezione, in basso a destra, dovrebbe apparire il link dedicato alla richiesta del bonus 200 euro.

Infine, non ti resta altro che compilare i campi richiesti e seguire le istruzioni.

Ma attenzione, come abbiamo anticipato anche in questo articolo, alcuni beneficiari non sono riusciti a visualizzare la sezione dedicata al bonus 200 euro. Quindi, su questo dettaglio bisogna attendere ulteriori chiarimenti.

Leggi anche questo approfondimento sulle regole del bonus 200 euro in caso di licenziamenti e assunzioni tra giugno e luglio 2022.

Bonus 200 euro con domanda: chi lo riceve in automatico?

Se durante la lettura hai notato che non rientri tra le categorie menzionate finora, allora è probabile che tu faccia parte di quella fetta di beneficiari del bonus che non deve presentare alcuna domanda per ottenerlo.

Ecco perché potrebbe essere utile riassumere i destinatari che hanno ricevuto o riceveranno l’indennità una tantum in automatico.

Si tratta in particolare di queste categorie:

Per sapere come controllare i pagamenti bonus 200 euro ai dipendenti, leggi questo approfondimento.

Bonus 200 euro con domanda: quando lo pagano?

Bonus 200 euro con domanda: calendario pagamenti

In attesa di vedere i primi pagamenti del bonus 200 euro con domanda, facciamo un riepilogo del calendario dell’INPS per l’erogazione del bonus in base alla categorie.

Innanzitutto, in riferimento allo scorso mese, ossia giugno 2022, il contributo economico spetta a chi lavora con part-time ciclico e per chi ha sottoscritto contratti che prevedono il pagamento dello stipendio il mese successivo, in genere entro il giorno 5.

A luglio, invece, sono previsti gli accrediti per pensionati (inclusi i titolari di pensione o assegno per persone invalide, cieche o sorde e titolari di assegno o pensione sociale, così come ai titolari di trattamenti di accompagnamento alla pensione), lavoratori dipendenti privati e pubblici, percettori di Rdc e lavoratori domestici.

Infine, a ottobre sono attesi i pagamenti per le altre categorie, tra cui rientrano i titolari di Naspi, Dis-Coll e disoccupazione agricola 2022, i beneficiari delle ex indennità Covid-19 e per tutti coloro che dovranno presentare apposita domanda, menzionati all’inizio dell’articolo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp