Naspi in arrivo: tre nuove date. Per alcuni col bonus

Naspi, ecco tre nuove date di accredito dell'indennità di disoccupazione e per alcuni c'è una bella notizia: arriva il bonus 200 euro.

6' di lettura

Quando arrivano gli accrediti Naspi del mese? Sono già uscite le date e per alcuni c’è una bella notizia: finalmente arriva il bonus 200 euro. Andiamo a scoprire insieme quando arrivano i prossimi pagamenti INPS dell’indennità di disoccupazione (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Naspi, ecco quando arriva e come controllare l’accredito

Quando arriva l’indennità di disoccupazione Naspi? Solitamente l’istituto di previdenza sociale effettua gli accrediti della nuova assicurazione sociale per l’impiego nella prima metà del mese. Si tratta, infatti, del secondo pagamento Inps del mese dopo le pensioni, o terzo se consideriamo anche la carta acquisti, che però viene corrisposta ogni due mesi ai cittadini.

Ma torniamo a noi, ecco quali sono le prossime date da segnare in rosso sul calendario:

  • oggi, martedì 8 novembre 2022
  • mercoledì 9 novembre 2022
  • giovedì 10 novembre 2022

Leggi anche: Bonus 200 euro dall’8 novembre: per chi? Il punto sulle date

Attenzione, però, perché si tratta di accrediti che variano da persona a persona e, pertanto, non si esclude che nelle prossime giornate saltino fuori nuove date di pagamento. L’indennità di disoccupazione Naspi, infatti, inizia ad arrivare intorno al 6-7 di ogni mese e i versamenti continuano anche dopo il 15 del mese. Dunque, come si fa ad essere certi della data di pagamento? Ve lo spieghiamo subito.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Naspi, ecco come verificare la data di pagamento dell’INPS

La Naspi è in arrivo già da oggi, ma come si può verificare la data certa di accredito della prestazione? Semplice, potrete effettuare l’accesso al fascicolo previdenziale online del cittadino di INPS, eseguendo l’accesso con una delle tre identità digitali, quali:

  • SPID – Sistema pubblico di Identità Digitale
  • CIE – Carta di Identità Elettronica
  • CNS – Carta Nazionale dei Servizi

Una volta entrati all’interno della vostra area personale, potrete muovervi e passare nella sezione dedicata alle Prestazioni e ai Pagamenti. Qui vedrete la data di accredito comparire non appena l’istituto avrà effettuato le lavorazioni.

Leggi anche: Rdc di ottobre ritardo, pagamenti solo dal 15 novembre?

Insomma, potrete controllare quotidianamente il vostro fascicolo per vedere quando arriverà la vostra indennità di disoccupazione. Come mai gli accrediti variano da persona a persona? Non c’è una risposta precisa a questa domanda, ma i fattori da tenere in considerazione sono diversi, come il comune di residenza (in alcuni comuni arrivano tutti i pagamenti insieme in una data), oppure la data in cui è stata presentata la domanda all’INPS, se a inizio o fine mese.

Leggi anche: Ecco quando arriva la carta acquisti a novembre: le date

Abbiamo visto insieme quando vengono effettuati gli accrediti della Naspi, scopriamo ora quando arrivano le indennità una tantum di 200 euro.

Naspi, a chi arriva anche il bonus 200 euro

Attenzione, però, perché le sorprese non sono di certo finite, poiché proprio nella data di oggi sarà accreditata ad alcuni percettori della Naspi l’indennità una tantum contro il caro vita di 200 euro. Si tratta di un sostegno che è stato inserito nel Decreto Aiuti dal Governo Draghi e che ha iniziato ad essere corrisposto già nel mese di luglio.

Leggi anche: Si può pagare l’università con il reddito di cittadinanza

Per i beneficiari delle indennità di disoccupazione come Naspi, Dis-Coll e disoccupazione agricola, i pagamenti INPS erano attesi solo dal mese di ottobre 2022. Qualcuno ha già ricevuto l’indennità negli ultimi giorni del mese scorso, altri l’hanno percepita nella data di ieri o il 4 novembre, altri ancora dovranno attendere.

Per controllare il pagamento di questo sostegno basterà seguire il procedimento valido per tutte le prestazioni erogate dall’istituto previdenziale, dunque:

  • entrare sul sito INPS
  • entrare in My INPS con
    • SPID
    • CIE
    • CNS
  • entrare nell’area Prestazioni e Pagamenti

Infine, ricordiamo che il bonus 200 euro non arriverà a:

  • chi l’ha già ricevuto il mese scorso;
  • chi l’ha già percepito ad altro titolo, ad esempio come pensionato o lavoratore dipendente;
  • chi ha redditi che superano i 35 mila euro;
  • chi non era titolare di Naspi e Dis-Coll a giugno o di disoccupazione agricola di competenza 2021.
naspi
naspi 3 nuove date

Bonus 150 euro sulla Naspi, ecco quando arriva

Concludiamo la nostra guida dei pagamenti della nuova assicurazione sociale dell’impiego parlando della nuova indennità una tantum che è stata introdotta con l’ultimo Decreto Aiuti -ter: il bonus 150 euro. Si tratta sempre di un sostegno economico volto ad aiutare le persone contro il caro bollette.

La platea dei beneficiari è la medesima dei due bonus 200 euro e dunque comprende anche i percettori di Naspi. Le modalità e le tempistiche per l’erogazione di questo nuovo bonus una tantum sono le medesime delle altre indennità, in poche parole, i primi pagamenti saranno rivolti a pensionati e lavoratori dipendenti, oltre che percettori di reddito di cittadinanza e lavoratori domestici, mentre tutti gli altri dovranno attendere almeno fino alla fine del mese prossimo.

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

INPS effettua questa distinzione, erogando gli accrediti per fasi, per evitare che vengano corrisposti due bonus alla medesima persona e di procedere in un secondo momento con il recupero del credito. Attendendo la fine del mese di dicembre, l’istituto prenderà visione di tutte le denunce di pagamento effettuate dai datori di lavoro; in questo modo si eviterà un doppio pagamento.

Il bonus 150 euro viene corrisposto solo a chi ha redditi che non superano i 20 mila euro nell’anno 2021 e ai lavoratori con una retribuzione imponibile non superiore a 1.538 euro. Per i percettori di Naspi, si pensa che i pagamenti possano partire solamente da fine dicembre o da inizio gennaio.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie