De Luca: dicevano Milano non si ferma, poi hanno contato i morti

Continuano sulla gestione lombarda

de-luca-sapri-conta-morti


2' di lettura

Ieri all’ospedale dell’Immacolata di Sapri il Presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca, ha attaccato duramente la gestione lombarda dell’epidemia da Coronavirus. Durissime le parole usate per delegittimare il lavoro degli amministratori del Nord ed esaltare quanto fatto dalla Regione Campania:

Milano non si ferma, Bergamo non si ferma. Poi si sono fermati a contare migliaia di morti. Migliaia non centinaia. […] A Milano discutono ancora se la zona rossa doveva farla il governo o la Regione. Noi, intanto, abbiamo chiuso e salvato la vita di centinaia di persone. Qui in Campania abbiamo ospedali di assoluta eccellenza. Non c’è bisogno di andare a Milano, Bologna, Verona o Pavia.

Le polemiche su Codogno

Il presidente ha poi rimarcato, davanti a medici e amministratori locali, che l’informazione non ha affrontato i temi sull’emergenza in modo equilibrato:

In Italia si aspettavano che qui ci fosse una ecatombe, sono rimasti delusi. Provate a immaginare cosa sarebbe accaduto se Codogno fosse stata in Campania e non in Lombardia. Non avremmo potuto aprire bocca per altri duecento anni.

Non è andata così e oggi camminiamo a testa alta. La Campania è stata la regione che ha retto meglio di tutte. Bergamo ha contato duemila morti tra gli anziani nelle residenze sanitarie assistite. In tutte le Rsa della Campania, 14 decessi.

Il tour nel Cilento

La visita a Sapri ha fatto parte di un lungo viaggio di De Luca nel basso Cilento. In un solo giorno ha fatto tappa a Palinuro, Marina di Camerota, Sapri e Vibonati. In ogni comizio ha usato toni forti da campagna elettorale e ha promesso soldi per un’intervento di messa in sicurezza a Marina di Camerota e ha richiamato tutti quelli che non indossavano la mascherina.

Quando gli è stato chiesto cosa pensasse del caso Marigliano, dove il sindaco è stato arrestato per voto di scambio politico-mafioso, lui ha risposto velocemente che ha fiducia nel lavoro della magistratura.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie