De Magistris “usa” Troisi contro il terrorismo da Covid: ricordati che devi morire

Il primo cittadino ribadisce l'importanza di procedere spediti con le riaperture

2' di lettura

“Basta fare terrorismo sul virus”. Il pensiero di Luigi De Magistris è chiaro. Il sindaco di Napoli, ormai da qualche settimana, è arrivato ai ferri corti col la Regione. Lo scontro si è consumato sulle ordinanze “anti-movida” varate dal presidente, Vincenzo De Luca.

De Magistris: “Non ci resta che piangere”

Per De Magistris, che aveva fatto anche una “contro-ordinanza” poi sospesa dal Tar, sono inaccettabili obblighi come quello di poter vendere bibite di asporto non oltre le 22. Per il primo cittadino un modo per promuovere gli assembramenti nei locali, luoghi chiusi dove il Covid-19 ha più possibilità di diffondersi.

De Magistris, nel suo post di lunedì, ha pubblicato un video tratto da “Non ci resta che piangere“, film cult di Massimo Troisi e Roberto Benigni, quando viene citato il famoso ammonimento: “Ricordati che devi morire”.

Un riferimento, per nulla velato, a una gestione sbagliata per la fase di ripartenza post-lockdown.

“Napoli merita di più”

De Magistris dice: La ripartenza a Napoli si vede ed è anche significativa. Ma la luce forte è ancora lontana. Troppa paura, depressione, lentezza, per non parlare degli ostacoli divenuti mine sulla strada della rinascita. Apriamo parchi, spazi, luoghi, pedonalizziamo, facciamo piste ciclabili, proviamo a riqualificare il territorio… e provano a fermarti. Non ci arrivano. Continuano a parlare di movida che non c’entra nulla. A noi sta a cuore la città che deve ripartire, il dramma del lavoro e della disoccupazione, l’assenza di liquidità in tante famiglie”.

“A Napoli per primi – conclude De Magistris – abbiamo chiuso tutto e per questo soprattutto ci siamo salvati. Solo mille infetti documentati su un milione di abitanti, infatti abbiamo meno morti dell’anno scorso. Ora, però, insieme dobbiamo ripartire, non possiamo contare 100 morti con il coronavirus e migliaia di morti per altre patologie o per ragioni sociali, economiche e lavorative. La vita non riparte da sola, ha bisogno di anima, cuore e corpo. Mai da soli, ma sempre insieme. Stiamo sempre attenti, alla salute ci teniamo, ma rimettiamo in moto la comunità per la salute individuale e collettiva di tutti. Napoli è un faro ed i suoi abitanti siano l’energia solare di un nuovo cammino, duro, ma di vita”.



Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie