Debiti non pagati: quando è reato e quali sono le sanzioni

Scopri quando i debiti non pagati costituiscono reato e quali sono tutte le sanzioni previste.

3' di lettura

I debiti non pagati costituiscono reato? Rischiano di far andare in galera? Cerchiamo di capirlo. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Debiti non pagati: qualche precisazione

I debiti non pagati non costituiscono reato nella maggior parte dei casi.

Non costituisce reato firmare un assegno in banco, non pagare la rata del mutuo, o non saldare i debiti con lo Stato.

La conseguenza più grave è rappresentata dal pignoramento dei beni o del conto corrente.

Nel frattempo scopri la pagina dedicata alla gestione dei debiti e a metodi per evitare il pignoramento.

Se un debitore è nullatenente non avrà nessun tipo di conseguenza se non paga i debiti. C’è però da tener in conto che in una particolare situazione il debitore rischia di andare in galera e cioè se commette il reato di insolvenza fraudolenta. Andiamo a scoprire cos’è.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Debiti non pagati: quando si va in galera?

Come detto nel capitolo precedente, i debiti non pagati non costituiscono reato salvo per l’insolvenza fraudolenta.

Secondo il codice penale, nello specifico l’articolo 641, l’insolvenza fraudolenta si ha quando:

«Chiunque, dissimulando il proprio stato d’insolvenza (2221 – 2540 c.c.), contrae un’obbligazione col proposito di non adempierla è punito, a querela della persona offesa (120; 336 c.p.p.), qualora l’obbligazione non sia adempiuta, con la reclusione sino a due anni o con la multa sino a € 516. L’adempimento della obbligazione avvenuto prima della condanna estingue il reato.»

In pratica questo reato si verifica quando:

  • si contrae un debito nascondendo la propria situazione;
  • si ha l’intenzione di non pagare il debito;
  • non si paga il debito.

Per spiegarlo in parole semplici, se una persona è consapevole di non poter pagare un debito e nasconde la sua situazione al creditore, con la volontà di non pagare quanto dovrebbe e, in seguito, mette in pratica il mancato pagamento, si è condannabili per il reato di insolvenza fraudolenta.

Il rischio per il debitore diventa penale con una potenziale condanna fino 2 anni o una multa fino a 516 euro.

Prima di chiudere, ora che sappiamo quando i debiti non pagati diventano un reato, ricorda che la migliore soluzione è sempre quella di pagare i propri debiti, magari con la rateizzazione o il pagamento con saldo e stralcio.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Debiti non pagati: quando è reato e quali sono le sanzioni
Debiti non pagati: quando è reato e quali sono le sanzioni
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie