Home / Gestione del Debito » Servizi Finanziari / Debiti, quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo?

Debiti, quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo?

Scopri quanto costa un'opposizione al decreto ingiuntivo e come poterlo effettuare: ecco una rapida guida per capirne di più.

La redazione di thewam.net è composta da giornalisti e copywriter esperti in welfare, fisco, lavoro e disabilità.
Conoscici meglio

5' di lettura

Oggi vi spieghiamo quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo per debiti non pagati (Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo: cos’è?

Quando ci sono debiti non pagati, un creditore cercherà vie bonarie per riavere i soldi. Solleciti, diffide, chiamate e tutto ciò che è consentito dalla legge per cercare una conciliazione con il debitore.

Se queste strade non funzionano si passa per vie legali. Il decreto ingiuntivo è il primo passaggio. Quest’azione scatta con il creditore che si rivolge al suo legale il quale, a sua volta, farà emettere dal Tribunale il provvedimento rivolto al debitore.

Questa azione impone al debitore di effettuare il pagamento o la restituzione dei beni entro 40 giorni. Se anche questa azione rimane senza risposta, si procederà all’esecuzione forzata.

Naturalmente il debitore che riceve un decreto ingiuntivo ha il diritto di opporsi, sempre nel limite dei 40 giorni dalla ricezione del decreto. Ma opporsi al decreto ingiuntivo ha dei costi. Vediamo insieme quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo: quali sono le spese?

Per sapere quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo bisogna tenere presente che ci sono dei costi dovuti allo Stato e altri che, invece, vanno al legale. Ecco come sono divisi.

Il contributo unificato

È un contributo dovuto a seconda dei valori ordinari. Bisogna tenere presente la somma totale dei soldi o dei beni richiesti nel decreto ingiuntivo.

Del valore ordinario, però, si pagherà una quota sulla metà perché l’altra parte è stata pagata dal creditore quando ha avviato la procedura per notificare il decreto.

Ecco la tabella dei valori del contributo unificato:

  • Per valori fino a 1.100,00 euro si dovranno pagare 21,50 euro di contributo unificato;
  • Per valori superiori a 1.100,00 euro e fino a 5.200,00 euro si dovranno pagare 49 euro di contributo unificato;
  • Per valori superiori a 5.200,00 euro e fino a 26.000,00 euro si dovranno pagare 118,50 euro di contributo unificato;
  • Per valori superiori a 26.000,00 euro e fino a 52.000,00 euro si dovranno pagare 259 euro di contributo unificato;
  • Per valori superiori a 52.000,00 euro e fino a 260.000,00 euro si dovranno pagare 379,50 euro di contributo unificato;
  • Per valori superiori a 260.000,00 euro e fino a 520.000,00 euro si dovranno pagare 607 euro di contributo unificato;
  • Per valori superiori ai 520.000,00 euro si dovranno pagare 843 euro di contributo unificato.

Bolli e notifiche

L’opposizione è un atto ufficiale e per questo va notificata al creditore.

Occorrerà, quindi, pagare l’ufficio notifiche. Il costo varia dagli 8 ai 20 euro, a seconda che si scelga la notifica via posta o a mano.

In cancelleria, poi, andrà depositata una marca da bollo da 27 euro, insieme all’opposizione e al fascicolo di parte.

I costi di mediazione

Esistono controversie dove, subito dopo l’opposizione, si dovrà tentare una conciliazione presso un organismo privato.

Questi casi riguardano:

  • successione ereditaria,
  • comodato,
  • affitto aziendale,
  • contratti con assicurazioni o banche o finanziarie,
  • debiti di condominio,
  • divisione di beni in regime di comunione,
  • debiti per locazione e affitto,
  • patti di famiglia,
  • risarcimento danni per diffamazione,
  • risarcimento danni da responsabilità medico-sanitaria,
  • recupero crediti di importi inferiori a 50mila euro,
  • risarcimento danni da incidenti stradali,
  • contratti di autotrasporti.

Il primo incontro di mediazione viene pagato a metà tra le due parti. Il costo per ciascuno è di 40 euro. Se non si trova un’intesa si procederà in tribunale.

Viceversa, se si raggiunge un accordo, si dovrà provvedere al pagamento della parcella del mediatore, il cui costo sarà dato da una percentuale sul valore della lite.

I costi della causa

Nel capire quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo, il capitolo dedicato alla causa è forse il più oneroso.

Prima di tutto c’è da chiedersi se servirà un tecnico oppure no. Infatti la consulenza di un esperto sarà una spesa in più da calcolare.

C’è poi la nota dolente della parcella dell’avvocato. Su questo punto è meglio farsi preparare un preventivo prima di iniziare l’opposizione, così da avere chiaro quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo. È bene sapere che ci sono delle tabelle ministeriali sui compensi che possono richiedere gli avvocati, puoi consultarle qui.

C’è anche un’altra cosa da sapere: la maggior parte delle spese dovrà anticiparle chi si oppone.

È pur vero che se la causa sarà vinta, nella maggior parte dei casi, il giudice imporrà a chi ha perso di risarcire le spese sostenute.

Debiti, quanto costa un'opposizione al decreto ingiuntivo?
Quanto costa un’opposizione al decreto ingiuntivo?

Ma ricorda: se il “creditore” non pagherà quanto dovuto, sarà il vincitore della causa a dover presentare, a sua volta, un decreto ingiuntivo per riavere il denaro, invertendo i ruoli e tutte le spese legali connesse.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie