Fine settimana: spiagge aperte e centri commerciali chiusi

Con il nuovo decreto Draghi pubblicato in Gazzetta resta la chiusura nei fine settimana dei centri commerciali, libero accesso alle spiagge. La protesta dei rappresentanti della grande distribuzione, uno dei settori in difficoltà. Le spiagge non sono mai state chiuse e quindi non è necessario un decreto per riaprirle: accesso libero a tutti, anche nei weekend.

3' di lettura

Le spiagge restano aperte, ma nessuno le aveva mai chiuse, niente da fare per i centri commerciali, che restano chiusi nel fine settimana. Anche in zona gialla e dopo il 15 maggio.

Una decisione a sorpresa quella del governo. Che spiazza la grande distribuzione: l’orientamento appariva diverso, e in un clima di generali riaperture, sembrava probabile la riapertura nei weekend di mall, centri commerciali e strutture dello stesso tipo. Anzi, sulla questione non c’erano dubbi.

Non è andata così. Lo stop dei centri commerciali il sabato e la domenica non si tocca. Così come il coprifuoco alle 22.

C’è chi nel governo tenterà fino al 26 aprile di rimuovere queste residue restrizioni, ma c’è pure chi, come i virologi, ritengono le misure necessarie per impedire una nuova impennata dei casi.

È la storia di questa pandemia.

Nel frattempo, ricordiamo, quasi tutta l’Italia da lunedì sarà in zona gialla.

Il decreto sulla Gazzetta Ufficiale

Il no alle riaperture nei fine settimana dei centri commerciali è scritto nel decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. È saltato nel testo anche un riferimento al 15 maggio, quando – si supponeva – queste attività sarebbero state riaperte anche nei weekend.

La retromarcia del governo ha suscitato le immediate reazioni dei rappresentanti di categoria. «È un fatto inspiegabile e una scelta inaspettata», ha dichiarato il presidente di Federdistribuzione, Alberto Fausin.

Chi resta in zona rossa cosa rischia?

I centri commerciali – si sostiene – hanno preso tutte le misure necessarie per garantire una riapertura in sicurezza. Invece, niente. Si resta chiusi. Almeno nei fine settimana e anche nelle zone gialle, ossia ovunque.

La crisi della grande distribuzione

I responsabili dei centri commerciali sono preoccupati. Gli italiani dopo aver ridotto la spesa per abiti, scarpe e viaggi, ora sta tagliando anche il consumo di cibo. Il settore è in crisi, e aveva salutato le riaperture (anche se dal 15 maggio) del fine settimana come una occasione per la ripresa. Bisognerà aspettare ancora.

Spiagge aperte? Mai chiuse

La storia è del tutto diversa per le spiagge. In quel caso non esisteranno limitazioni per l’accesso in riva al mare. Nè durante la settimana, né durante il weekend.

E dal momento che le spiagge non sono mai state chiuse (con decreto), all’interno del nuovo decreto Draghi non è neppure stata fissata una riapertura (non si può riaprire se sono già aperte).

Questo significa che gli operatori balneari possono già riattivare gli impianti, in attesa che il clima consenta di trascorrere ore in riva al mare.

Certificazione Verde Covid 19 dove richiederla e come

Ma tutto – è bene ricordarlo – resta sospeso all’andamento dei contagi. Se dovessero continuare a scendere le riaperture potrebbero essere “definitive” (meglio virgolettare, la breve storia della pandemia ci insegna a non dare nulla per definitivo).

Battaglia sul coprifuoco

Nel governo continua la discussione sul coprifuoco alle 22. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, tira dritto per la sua strada: va bene allentare delle restrizioni e dare respiro a tante attività commerciali, ma conteniamo i rischi. La Lega spinge per far slittare il “tutti a casa” alle 23.

Se ne parlerà a metà maggio, quando sarà valutata di nuovo la situazione (contagi, morti, terapie intensive, vaccinazioni). Anche in questo caso tutto dipende dai dati: se spingono all’ottimismo si può anche posticipare il coprifuoco.

Nel frattempo spiagge aperte a tutti e centri commerciali chiusi, nei fine settimana.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie