Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Ristori 5, bonus e scadenze fiscali: cosa ha in mente Draghi

Ristori 5, bonus e scadenze fiscali: cosa ha in mente Draghi

Ultime notizie sul Decreto Ristori 5, sui sussidi e sulla proroga delle scadenze fiscali. Il punto su bonus 1000 euro, reddito di emergenza e Naspi.

di Guglielmo Sano

Febbraio 2021

Alla fine, sembra che il Governo Draghi confermerà buona parte del Decreto Ristori 5, l’ultimo provvedimento del Conte bis per famiglie, lavoratori e imprese. Vediamo cosa cambierà per bonus, scadenze fiscali, ammortizzatori sociali come la Naspi e per misure di sostegno come il reddito di emergenza.

(Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Indice:


(Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Decreto Ristori 5: aiuti non vincolati ai Codici Ateco

Col Governo Draghi il cuore del Decreto Ristori 5 restano i contributi a fondo perduto per le imprese più colpite dalle misure anti-contagio.

Rispetto al Conte bis, d’altra parte, il nuovo esecutivo vorrebbe introdurre qualche paletto in più per maturare il diritto a ricevere le risorse. Costi fissi da affrontare come riferimento per i soldi da ricevere.

Sembra poi che Draghi voglia far cadere il blocco dei licenziamenti solo per alcune categorie. I datori di lavoro potranno accedere alla cassa integrazione.

(Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi).

Bonus 1000 euro, proroga del reddito di emergenza e della Naspi

Il Decreto Ristori 5 vedrà la luce, quindi, con qualche modifica:


(Entra nei gruppi facebook: tutti i bonusofferte di lavoropensioni).

Nuova proroga delle scadenze fiscali in arrivo

Altro snodo fondamentale del Decreto Ristori 5: la proroga delle scadenze fiscali o comunque lo scaglionamento della ripresa della riscossione.

Il principale obiettivo del Governo Draghi è quello di evitare l’invio “a valanga” di milioni e milioni di cartelle esattoriali e avvisi dell’Agenzia delle Entrate a partire dall’1 marzo.

D’altra parte, anche su questo fronte potrebbe essere scelto un approccio selettivo: in pratica, dilazione dei versamenti solo per le aziende dei settori più colpiti dalle misure anti-contagio.

(Scopri tutti i bonus disponibili e come averli).

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp