Decreto sostegno: nuovi bonus e sanatoria per Partite IVA

Decreto Sostegno: ecco le ultime notizie sulla bozza che sta circolando. In arrivo contributi a fondo perduto e sanatoria fiscale per partite Iva.

3' di lettura

Si rincorrono le notizie sul Decreto Sostegno, che è ancora in forma di bozza. Nonostante questo da Roma trapela un indirizzo chiaro: aiuto consistente alle Partite IVA e alle imprese, con una particolare attenzione per chi ha avuto una notevole perdita di fatturato. Intanto dal governo sono arrivate conferme per la proroga del reddito di emergenza nel Decreto Sostegno.

Decreto sostegno, sanatoria fiscale per partite iva

Il governo sta studiando se e come stralciare le cartelle esattoriali dal 2000 al 2015, ma non è ancora stata definita una soglia entro quale agire. Nella bozza non è precisato un tetto dell’importo.

Se infatti l’annullamento fosse totale, l’operazione costerebbe 3,7 miliardi. (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Nella relazione tecnica che accompagna il Decreto Sostegno per adesso si leggono diverse ipotesi di soglia, vedremo quale prevarrà:

3.000 euro – 730 milioni
5.000 euro – 930 milioni
10.000 euro – 1,53 miliardi
30.000 euro – 2 miliardi
50.000 euro – 2,34 miliardi

Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi.

Decreto sostegno: le novità sulla bozza

Decreto sostegno, contributi alle partite Iva: requisiti

Nel Decreto Sostegno ci saranno contributi a fondo perduto alle Partite Iva fino a 150mila euro, con un limite minimo di 1000 euro per le persone fisiche e 2000 euro per quelle giuridiche.

I contributi saranno progressivi e direttamente proporzionali alla perdita: maggiore sarà la flessione del fatturato e maggiori saranno i ristori. (Scopri tutti i bonus disponibili e come averli).

Nella bozza si legge che gli indennizzi spetteranno a chi non ha superato i 5 milioni di euro di ricavo nel 2019 e che nel bimestre gennaio/febbraio 2021 abbia rilevato un calo del fatturato di almeno due terzi rispetto allo stesso periodo nel 2019.

Decreto sostegno: nuovi bonus e sanatoria per Partite IVA
Le ultime notizie sul Decreto Sostegno: contributi alle Partite Iva e possibile maxi-sanatoria.

Decreto sostegno, proroga scadenze al 30 aprile

Nella bozza del Decreto Sostegno c’è scritto che «i termini dei versamenti per le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e da avvisi» saranno sospesi fino al 30 aprile.

Tornerà però il sistema di notifica. L’ente di riscossione quindi potrà notificare le cartelle di pagamento, che dovranno essere pagate una volta trascorsi 60 giorni dal termine del periodo di sospesione.

Inoltre, per il periodo d’imposta 2017/2018 si sta pensando di abbattere le sanzioni per dichiarazioni tardive, ma solo alle partite Iva che abbiano avuto un calo del fatturato di almeno il 33% nel 2020 rispetto al 2019.

(Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Potrebbero interessarti anche


Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie