De Luca ci riprova: Salvini vediamoci, dove vuoi, quando vuoi (VIDEO)

Il governatore uscente ha lanciato due sfide in due giorni al leader del Carroccio: un confronto pubblico per discutere della Campania, facendo anche un confronto tra la sanità campana e quella di qualche regione del nord. Un faccia a faccia che non si terrà mai. Non conviene a Salvini e forse neppure a De Luca. Ecco perché.

3' di lettura

Il governatore uscente Vincenzo De Luca ha lanciato la sfida a Salvini, due volte in poche ore. Non un duello rusticano, e neppure uno scontro in stile mezzogiorno di fuoco. Ma, come si dice oggi, sui temi. In particolare la sanità, che è ritenuta dagli altri candidati al consiglio regionale (da Caldoro alla Ciarambino), il presunto punto debole della gestione amministrativa del presidente. E sul quale si concentrano slogan, polemiche e attacchi continui e coordinati. Da mesi.

Il guanto di sfida De Luca lo aveva già lanciato nel consueto appuntamento del venerdì sulla sua seguitissima pagina Facebook. Non è stato raccolto. E allora lo ha reiterato. Senza mai citare Salvini, come fa da settimane.

Quel politico venuto da lontano

«Invito un esponente politico venuto da lontano – si legge nella nota, ma potete sentire le parole pronunciate in video – a un confronto pubblico sulla sanità campana e su quella di qualche regione del Nord. Dove, come e quando vuole. Nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, spiegheremo tutto quello che abbiamo realizzato in questi cinque anni, dai trasporti alla sanità, dalle politiche per il lavoro alla sicurezza, dalla cultura all’ambiente, dalla scuola all’agricoltura. Non c’è settore dove non abbiamo messo in campo una quantità enorme di iniziative. Abbiamo fatto più in questo periodo di governo che nei precedenti quarant’anni».

Ma Salvini accetterà il confronto?

Salvini accetterà il faccia a faccia? Crediamo di no. E non perché il leader del Carroccio non abbia vis polemica e capacità dialettiche per rispondere a tono al governatore. Quello che manca a Salvini – e non potrebbe essere altrimenti – è la stessa profonda conoscenza delle questioni campane.

Senza contare anche un altro tranello nascosto tra le parole di De Luca, «il confronto con la sanità di qualche regione del Nord». Il riferimento è alla Lombardia, che per anni ha vantato l’efficienza della sua sanità, pubblica e privata, prima di franare nel peggiore dei modi a contatto con il covid.

Vincenzo De Luca ha risposto ieri anche su un altro cavallo di battaglia del centrodestra in questa campagna elettorale.

Ospedali covid vuoti? Che idiozia

Da settimane gli viene rinfacciato di aver costruito covid hospital modulari che ora sono vuoti, sprecando milioni di euro. O meglio, sono rimasti vuoti per gran parte dell’estate, e ora – purtroppo – stanno iniziando a ricevere i primi pazienti.

De Luca ha dichiarato: «Gli ospedali Covid vuoti? Che idiozia. E’ come dire alla Protezione Civile: perché avete le tende e le cucine da campo, i mezzi di soccorso, gli elicotteri, se non c’è il terremoto?»

La tentata visita e i venditori di cocco

La polemica si è infuocata tra De Luca e Salvini dopo qualche settimana di apparente tregua, durante l’ultimo tour elettorale del leghista in Campania, in particolare la “tentata visita” nel covid hospital dell’ospedale Ruggi d’Aragona a Salerno.

“Tentata”, perché il direttore generale, Vincenzo D’Amato, ha chiuso le porte in faccia all’ex ministro degli Interni: questo è un luogo di dolore, non di demagogia. E De Luca ha rincarato la dose: è arrivato lì, venendo da lontano, e sembrava un profugo, un venditore di cocco.

Chiaro che su queste basi, il faccia a faccia non si terrà mai. Non conviene a Salvini e forse De Luca non intende davvero farlo.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie