Modello 730/2021: regole detrazione delle spese mediche

Modello 730/2021, regole detrazione delle spese mediche: l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato le linee guida per completare la precompilata. Quali sono le spese mediche detraibili e quali no, come funziona il pagamento tracciato delle spese. La franchigia prevista.

4' di lettura

Ci sono nuove regole nel modello 730 precompilato per la detrazione delle spese mediche. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato nei giorni (circolare numero 7 del 25 giugno 2021), le nuove direttive e i chiarimenti necessari per una corretta compilazione del documenti fiscale.

Si spiega nei dettagli quali sono le ritenute, i crediti di imposta, gli oneri detraibili e deducibili, quali certificazioni devono essere presentate obbligatoriamente dal contribuente. Una guida utile per evitare errori.

Tra i chiarimenti ci sono anche quelli che riguardano, appunto, le spese mediche, con tanto di franchigia e lo sconto Irpef previsto.

Detrazione delle spese mediche: tracciabili e la franchigia

Come saprete, questa è la base di partenza, non sono detraibili da quest’anno tutte le spese mediche che non sono state sostenute con pagamenti tracciabili. E quindi avreste dovuto usare carte di credito, di debito e prepagate, assegni bancari e circolari. Niente contanti, per capirci.

Si accede invece alla detrazione Irpef (del 19%) senza vincoli per chi ha acquistato dispositivi medici, farmaci o per le prestazioni mediche in strutture pubbliche o private accreditate.

La franchigia resta a 129,11 euro. E quindi chi ha speso meno di quella cifra non ha diritto ad alcuna detrazione delle spese mediche.

Detrazione delle spese mediche: tre voci nel modello 730

Con questa strutturazione sia i medici sia le strutture sanitarie o i laboratori devono necessariamente inserire nelle comunicazioni al sistema della Tessera sanitaria le informazioni che riguardano le modalità di pagamento.

Per le detrazioni delle spese mediche troverete nella precompilata, vicino al dettaglio di spesa, tre voci:

  • tracciato
  • non tracciato
  • informazione non comunicata

Cosa significa?

Che le spese tracciate sono in automatico calcolate per la detrazione. Negli altri due casi si presume siano stati pagati in contanti.

Detrazione delle spese mediche, quando è possibile

La detrazione delle spese mediche tracciate è possibile quasi sempre. Anche se sono state effettuate in strutture pubbliche o private, o riguardano l’acquisto di farmaci omeopatici (se acquistati in farmacia o centri autorizzati).

Le detrazioni sono possibili per le spese affrontate per il rilascio di certificati medici (per andare in palestra o rinnovare la patente o altro ancora).

Dalla lista delle detrazioni fiscali delle spese mediche sono esclusi gli integratori alimentari, i prodotti fitoterapici, colliri e pomate.

La detrazione delle spese mediche per l’acquisto di farmaci è possibile se l’acquisto è certificato da una fattura da uno scontrino fiscale. Deve essere specificata però la natura del medicinale e la quantità di prodotto che è stato acquistato.

Necessario nello scontrino anche il codice fiscale del destinatario.

Per la detrazione delle spese mediche sostenute per prestazioni sanitarie che non sono state svolte in strutture pubbliche o accreditate, l’uso di pagamenti tracciabili può essere attestato in tre modi:

  • annotazione in fattura
  • ricevuta fiscale
  • documento commerciale di chi ha ricevuto il pagamento.

In assenza di queste certificazioni può essere utile l’estratto conto, una copia del bollettino fiscale, la ricevuta del versamento bancario o la ricevuta di pagamento con la carta di credito.

Detrazione delle spese mediche: come compilare il 730

L’Agenzia delle Entrare ricorda ai contribuenti che la precompilata del modello 730 è disponibile nell’area riservata del sito.

Come si accede? Bisogna avere le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (Spid), la Carta di identità elettronica (Cie), della Carta nazionale dei servizi (Cns) o anche, fino al 30 settembre, poi il servizio verrà dismesso, delle credenziali dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline/Entratel).

La precompilata può essere visualizzata, modificata e integrata e poi inviata all’Agenzia.

La precompilata del modello 730 va inviata entro il 30 settembre, mentre il modello redditi può essere inoltrato entro il 30 novembre.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie