Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Detrazione dentista, oculista, visite specialistiche sul 730

Detrazione dentista, oculista, visite specialistiche sul 730

Detrazione dentista, oculista e visite specialistiche nel Modello 730/21: quali sono, quanto si può detrarre, cosa serve, quali sono escluse.

di The Wam

Maggio 2021

Vediamo quando è ammessa la detrazione dentista, oculista e visite specialistiche nel modello 730/21. Ovvero quando è possibile avere uno sconto del 19% sull’Irpef.

È chiaro che nel prossimo modello 730 (disponibile dal 10 maggio, ma si può inviare a partire dal 19 maggio e fino al 30 settembre 2021), rientrano i costi sostenuti per prestazioni medico specialistiche effettuate nel corso del 2020.

Dunque, le spese sanitarie affrontate per delle visite specialistiche possono essere portate in detrazione.

Sono inserite tra le prestazioni mediche che danno diritto alla “sconto”:

Quali visite specialistiche posso detrarre nella dichiarazione del redditi?

Quali sono quelle che rientrano nei costi detraibili?

Possono essere portate in detrazione nel modello 730/21 tutte le visite specialistiche.

Ovvero, tutte le prestazioni mediche effettuate da un medico che ha ottenuto una specializzazione.

I costi sostenuti possono avere uno sconto del 19% sull’Irpef.

Spese mediche, nessuna detrazione se pagate in contanti

Ma quali sono le condizioni per ottenere le detrazione delle spese mediche?

La detrazione dentista, oculista e altre visite specialistiche può essere ottenuta se si rispettano queste condizioni:

le spese mediche non devono essere superiori all’importo della franchigia, che è di 129,11 euro. La detrazione Irpef del 19% viene applicata solo all’importo che supera la franchigia.

Se si tratta di detrazioni per spese mediche e quindi il costo affrontato deve essere di natura strettamente sanitaria.

Niente cure estetiche

Cosa vuol dire?

Che ad esempio non sono detraibili le spese per interventi o cure estetiche.

Questa regola (“solo spese mediche”), si applica sia chiaro anche per quelle professioni mediche che sono inserite nella possibile agevolazione.

Un esempio: le cure dentistiche possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi se sono state effettuate per migliorare la salute dei denti. Sono escluse tutte le cure legate esclusivamente a migliorare l’estetica.

L’Agenzia delle Entrate fa rientrare tra le prestazioni detraibili anche quelle di questi professionisti:

Queste spese, comunque, sono detraibili se gli esami e le terapie sono state eseguite in centri autorizzati e sotto la responsabilità tecnica di uno specialista.

I dispositivi medici detraibili

Nel modello 730/21, sono ammesse oltre alla detrazione dentista, oculista e visite specialistiche, anche le spese che sono state sostenute nel corso dell’anno per l’acquisto o il fitto di dispositivi medici.

Eccoli:

La documentazione necessaria

Per ottenere la detrazione oculista, dentista e visite specialistiche, l’Agenzia delle Entrate chiede di conservare questa documentazione:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp